di Valentina Dirindin 16 Agosto 2016
limoncello, prova d'assaggio

Il fine pasto più tradizionale, il digestivo più mainstream, il bicchierino offerto da ogni osteria degna di questo nome. È il limoncello, signore e signori, un mostro del marketing che ha portato un po’ della penisola sorrentina nei mobiletti dei liquori delle case di tutta Italia.

Diciamocelo: c’è di meglio. Diciamocelo: lo possiamo anche fare in casa, con un minimo sforzo.

Eppure, in particolar modo d’estate, tutti cediamo alla tentazione di comprare quelle bottiglie un po’ troppo gialle sugli scaffali dei supermercati, in occasione di una cena fra amici.

Non è stato facile mettere in classifica una buona selezione di limoncello da grande distribuzione. Abbiamo dovuto dividere e ripetere l’assaggio in più fasi, per evitare che i sensi annebbiati ci facessero apparire buono ciò che buono non era, o viceversa.

È stato difficile anche perché le differenze tra un contendente e l’altro, spesso, erano davvero minime. A partire dagli ingredienti: acqua, infuso di limoni, zucchero. Difficile spostarsi da lì.

Eppure, l’abbiamo fatto per voi. È un duro lavoro, ma noi siamo sempre al vostro servizio, anche d’estate.

Per la Prova d’assaggio di Dissapore abbiamo selezionato quattordici marche di limoncello tra le più diffuse nei supermercati italiani.

CONTENDENTI

Santa Maria al Monte – Limoncino Portofino
Limoncello della scogliera 1 (bottiglia da 70 cl)
Limoncello della scogliera 2 (bottiglietta da 33 cl)
Limoncello Libera
I TesoriPam & Panorama
Liquore Limoncello Carrefour
Limoncello Terre d’Italia
Limoncello della Costiera – Leanza
Limoncino
Limoncino Bottega
Limoncetta di Sorrento
Liquore di limoni sfusati amalfitani
Limoncè
Fior di limoncello

CRITERI DI GIUDIZIO

Packaging
Aspetto visivo
Analisi gustativa
Gradazione alcolica

limoncello, prova d'assaggio

Il test si è svolto alla cieca, assaggiando il limoncello ghiacciato e successivamente a temperatura ambiente.

#14 Liquore di limoni sfusati amalfitani (I)

Liquore di limoni sfusati

Liquore di limoni sfusati, etichetta

Giudizio: il colore poco giallo e un po’ torbido non invita particolarmente all’assaggio, e il sapore che ne segue dà la conferma di un prodotto che secondo noi non è del tutto riuscito.
Packaging: una grafica molto semplice, che punta sul verde delle foglie di limone e ricama una cornice dorata. Il formato da litro è di quelli da scorta estiva.
Aspetto visivo: colore chiarissimo, quasi trasparente.
Analisi gustativa: la gradazione alcolica è nella fascia più elevata tra i contendenti, e il sapore ne risente risultando troppo forte. Il sentore di limone è lievissimo e lascia troppo spazio all’amaro dell’alcol.
Gradazione alcolica: 32%
Prezzo: 15,15 €/lt

VOTO: 3 – –

#13 Liquore Limoncello Carrefour (E)

Liquore Limoncello Carrefour

Liquore Limoncello Carrefour, etichetta

Giudizio: a giudicare dalla provenienza, si deduce che sia prodotto nello stesso stabilimento del limoncello delle scogliere 1, ma il risultato a noi sembra essere differente. In negativo, per questo contendente.
Packaging: bottiglia affusolata con prevalenza di colore blu a contrastare il giallo del prodotto.
Aspetto visivo: colore chiaro e uniforme.
Analisi gustativa: la densità del prodotto crea una consistenza lievemente pastosa che lascia persistente in bocca un gusto lievemente troppo amaro.
Gradazione alcolica: 28 %
Prezzo: 12,60 €/lt

VOTO: 4

#12 Limoncello della Costiera – Leanza (F)

Limoncello della Costiera Leanza

Limoncello della Costiera Leanza, etichetta

Giudizio: si inserisce nel gruppo dei contendenti con la più alta gradazione alcolica, dove troviamo anche il limoncello Terre d’Italia. In questo caso il risultato, però, è totalmente diverso.
Packaging: premiamo l’audacia di chi abbandona le bottiglie affusolate.
Analisi gustativa: il gusto fortemente alcolico molto forte lo rende quasi liquoroso, non di facile apprezzamento. Si riscontra anche una nota più acidula rispetto agli altri contendenti.
Aspetto visivo: un giallo limone con la giusta densità di colore.
Gradazione alcolica: 32 %
Prezzo: 16 €/lt

VOTO: 4 ½

#11 Limoncello della scogliera 1 (bottiglia da 70 cl) (B)

Limoncello della scogliera

Giudizio: una consistenza molto liquida e un colore molto chiaro farebbero pensare a un prodotto con troppo poco carattere, invece siamo di fronte a un limoncello che si lascia bere, pur non entusiasmando.
Packaging: la bottiglia non affusolata lo distingue dagli altri contendenti. La grafica è molto tradizionale.
Aspetto visivo: colorito un po’ spento rispetto ai contendenti.
Analisi gustativa: positivo il fatto che la dolcezza sia dosata in maniera adeguata. Un po’ troppo forte la nota alcolica per accontentare i gusti di un pubblico ampio e popolare.
Gradazione alcolica: 30 %
Prezzo: 9,70 €/ lt

VOTO: 5

#10 Limoncello della scogliera 2 (bottiglietta da 33 cl) (N)

Limoncello della scogliera

Giudizio: il colore chiaro e la consistenza molto liquida fanno presagire un prodotto senza troppo carattere. L’assaggio conferma la prima impressione.
Packaging: la bottiglietta di formato ridotto è perfetta per un dopo cena a due, ma rischia di finire in fretta se alla tavola si aggiunge qualche amico. La font utilizzata è davvero troppo graziata e di stampo retro per incontrare i nostri gusti.
Aspetto visivo: colorito molto chiaro, ricorda il succo di limone.
Analisi gustativa: è un limoncello leggero, con una bassa gradazione alcolica e dal sapore dolciastro. Un gusto neutro, che non ha sentori disturbanti. Insomma, si fa bere, ma non dà grande soddisfazione.
Gradazione alcolica: 25%
Prezzo: 9 €/ lt

VOTO: 5 +

#9 I Tesori – Pam & Panorama (D)

limoncello I Tesori Pam e Panorama

I Tesori Pam e Panorama, etichetta

Giudizio: un limoncello piuttosto denso e dal colore naturale, un fine pasto dal sapore piacevole ma che non convince fino in fondo.
Packaging: mette in primo piano il limone, ma le informazioni restano compresse in uno spazio insufficiente.
Aspetto visivo: giallo più scuro e denso degli altri contendenti.
Analisi gustativa: il primo sapore che incontra il palato è zuccherino, e solo in un secondo momento arriva il gusto del limone.
Gradazione alcolica: 30 %
Prezzo: 13,80 €/ lt

VOTO: 5 ½

#8 Limoncino Bottega (P)

Limoncino Bottega

Limoncino Bottega, etichetta

Giudizio: un prodotto quasi sufficiente che però non supera le aspettative date dal prezzo e dalla confezione molto invitante.
Packaging: probabilmente è la bottiglia più elegante, oltre a essere la più originale. Occupa un po’ più di spazio nel mobiletto dei liquori, ma è d’effetto quando viene portata in tavola.
Aspetto visivo: un giallo che tende un po’ troppo al fluo.
Analisi gustativa: il sapore è diverso dagli altri contendenti, e presenta una lieve nota caramellata che sbilancia il gusto verso l’amaro.
Gradazione alcolica: 30%
Prezzo: 20,50 €/ lt

VOTO: 6 –

#7 Fior di limoncello (M)

Fior di limoncello

Fior di limoncello, etichetta

Giudizio: un prodotto dal gusto molto standard, il sapore è quello che ci si aspetta da un limoncello, senza particolari guizzi.
Packaging: ha sicuramente personalità l’etichetta con la cornice vagamente in stile art nouveau.
Aspetto visivo: anche il colore è standard.
Analisi gustativa: all’assaggio il gusto è equilibrato, anche se persiste un lieve sapore amaro sul palato. Tutto sommato, incontra il nostro favore.
Gradazione alcolica: 30%
Prezzo: 11 €/ lt

VOTO: 6

#6 Limoncino (H)

Limoncino

Giudizio: lo abbiamo acquistato da Lidl Italia, questo limoncello, anche se deduciamo dalle diciture che non sia prodotto in esclusiva per la catena tedesca. Il prezzo è davvero competitivo, ma il gusto non ci conquista.
Packaging: è di gusto molto pop, l’etichetta blu con l’angioletto seduto sul logo.
Aspetto visivo: un colore forte e lievemente torbido.
Analisi gustativa: un sapore dolce che non risulta stucchevole e caratterizza un prodotto che può piacere a molti.
Gradazione alcolica: 30%
Prezzo: 10,60 € / lt

VOTO: 6 +

#5 Limoncetta di Sorrento (H)

Limoncetta di Sorrento

Limoncetta di Sorrento, etichetta

Giudizio: al naso l’odore dei limoni è chiaro, anche se il colore risulta poco naturale. Nel complesso, il gusto è equilibrato, pienamente sufficiente.
Packaging: è di gusto molto pop, l’etichetta blu con l’angioletto seduto sul logo.
Aspetto visivo: un giallo un po’ fluo.
Analisi gustativa: un sapore dolce che non risulta stucchevole e caratterizza un prodotto che può piacere a molti.
Gradazione alcolica: 30%
Prezzo: 11,80 € / lt

VOTO: 6 ½

#4 Limoncè (P)

Limoncè , etichetta

Giudizio: è il più noto dei contendenti, e non solo per una questione di pubblicità. La ricetta è evidentemente studiata per avere un risultato gradevole e facile da bere. In generale, è tra i migliori contendenti per rapporto qualità/prezzo.
Packaging: il marchio è riconoscibile e ben studiato, compresi i motivi floreali che fanno da sfondo al logo.
Aspetto visivo: alla vista, è uno dei migliori fra i contendenti, con un colorito naturale che ricorda i limoni.
Analisi gustativa: il sapore è equilibrato, piacevole, leggermente dolce ma senza arrivare a essere stucchevole. Tuttavia avremmo apprezzato trovare un più deciso gusto di limoni.
Gradazione alcolica: 25%
Prezzo: 10,20 € / lt

VOTO: 7

#3 Limoncello Terre d’Italia (C)

Limoncello Terre d'Italia

Limoncello Terre d'Italia etichetta

Giudizio: è un prodotto di carattere, quello proposto da Terre d’Italia. Forse non accontenterà i palati più delicati, ma di certo è un buon digestivo.
Packaging: punta molto sulla riconoscibilità del marchio, mette ben in evidenza la gradazione alcolica che è nella fascia più alta fra i contendenti.
Aspetto visivo: presenta un uniforme color limone.
Analisi gustativa: un limoncello saporito, forte, dal sapore deciso. È persistente una nota lievemente troppo amara, che però è un richiamo immediato alla scorza del limone.
Gradazione alcolica: 32 %
Prezzo: 20, 58 €/ lt

VOTO: 7 +

#2 Santa Maria al Monte – Limoncino Portofino (A)

limoncello Santa Maria al Monte

limoncello Santa Maria al Monte, etichetta

Giudizio: un buon prodotto, che ci ha soddisfatto nel gusto. Ampiamente promosso e con un notevole rapporto qualità/prezzo.
Packaging: il gusto un po’ vintage è in realtà incredibilmente attuale.
Aspetto visivo: colorito classico e naturale.
Analisi gustativa: anche se abbiamo faticato un po’ a individuare il gusto dei limoni, il sapore generale è molto equilibrato. È un digestivo piacevole, dal gusto non troppo forte, adatto a tutti i palati.
Gradazione alcolica: 30 %
Prezzo: 11,20 €/ lt

VOTO: 8

#1 Limoncello Libera (L)

Limoncello Libera

Limoncello Libera etichetta

Giudizio: finalmente, un prodotto da grande distribuzione che non ci fa sentire in colpa per non aver messo personalmente i limoni in infusione quando era ora di farlo.
Packaging: una bottiglia affusolata, elegante. Capiamo la volontà di mettere in risalto una provenienza diversa ripetendo all’infinito il claim “limoni di Sicilia”, ma è una grafica che ci confonde un po’.
Aspetto visivo: colore non troppo scuro, con il giusto grado di trasparenza.
Analisi gustativa: si colloca nella fascia dei liquori meno alcolici fra i contendenti, e questo gli permette di regalare un gusto decisamente equilibrato e di non togliere spazio al sapore dei limoni.
Gradazione alcolica: 25%
Prezzo: 21,40 €/ lt

VOTO: 9

COSA ABBIAMO IMPARATO

limoncello

Le marche di limoncello sono tante, poche quelle note, pochissime quelle che ci hanno davvero soddisfatto. In generale, potremmo dividere facilmente i contendenti in tre gruppi.

Ci sono quelli che ci sono piaciuti molto, che compreremmo e offriremmo volentieri.

Ci sono quelli che ci sono piaciuti poco: troppo alcolici, troppo amari, troppo zuccherini.

Tutto il resto è un’immensa via di mezzo gialla, dove è davvero complicato fare distinzioni. Questione di millimetri, di centesimi di secondo, di quarti di punto.

A voi la scelta.