Cucina •

Libera nos a tetrabrick

Mi sveglio alle sei, da vent’anni. Non mi pesa granchè, ma pur’io ho la mia mezz’ora di dita rattrappite e occhi pieni di limatura di ferro. Scendo a prepararmi il tè, una varietà molto forte dell’India del Nord di Bransworth e Flannaghan of London. Con il latte. E siccome il latte del Bancolat dura un […]... CONTINUA

Cucina •

Minchia, Caffarri!

Eiochemipensavocheruntirobirbone. Invece… ♫ Stefano-Caffarri-ce-l’abbiamo-noi ♫ Gnegnegnegnegnè. Vedere questo sondaggio sulla persona dell’anno e pensare: “bellizzimo”, è stata una cosa sola. Tira aria di cambiamento tra i gastrofanatici e non c’è scriba che possa impersonare meglio la svolta. Massobrio e Cremona? Roba da Prima Repubblica. Twitter parla chiaro, visto lì sopra?... CONTINUA

Cucina •

La frase del giorno

Lo ha detto lo “spacciatore internazionale di merendine” Guido Barilla rispondendo a Vittorio Zincone su Sette del Corriere della Sera. Questa la domanda. “Il Center for Food and Nutrition di Barilla che si occupa di cibi salubri, ambiente e sostenibilità, e che da oggi organizza a Roma il Forum sull’alimentazione, è un’operazione d’immagine?” Barilla ha […]... CONTINUA

Cucina •

Problema. Sono gastrofanatico, cosa faccio a Natale e a capodanno?

Va bè, a Natale qualcosa bisogna fare. E mangiare. Visto che quel giorno non si può andare tipo a cerali da asporto. Dopo, l’altra ansia, la notte di capodanno. Non ce la posso fare. Ma se ce la faccio, autostima a vita. Ho bisogno di consigli, è fuori discussione. Ho bisogno che mi diciate a […]... CONTINUA

Cucina •

Come si fanno le guide dei ristoranti (il caso Conti Roero)

Una delle cose che ci ha colpiti durante la presentazione della Guida Michelin Italia 2010, è stata la gragnuola di ristoranti costretti alla chiusura durante l’annus horribilis 2009. Dice, vabbeh… ristorantucoli. Manco per niente. Parliamo di mangiatoie dotate di una o due stelle Michelin. La lista è epocale. Il 4 Mori di Varese, la Locanda […]... CONTINUA

Cucina •

C’è vita su Marte? Ristorante Pantagruel di Rende

Potresti avere l’idea che la Calabria gastronomica sia peperoncino e ‘nduja. In effetti, quando Tonino Napoli porta al tavolo la rosamarina ho due problemi: il primo è capire cosa sto mangiando, la seconda sopravvivere alla colata di lava che mi scende fino alle caviglie. L’Amico Calabrese mi guarda e dice:”mmm, poco peperoncino”. La Casa di […]... CONTINUA

Cucina •

Mangiare milanese a Milano, dove e perché

Un paio di giorni fa, commentando le nostre fantasticherie sul metrò del gusto milanese, un lettore di Dissapore scriveva: “si vede che è un blog di romani”. Tralasciando un particolare non secondario—nessuno di noi è romano—abbiamo trascurato molte città, ci si spezza il cuore ma è così. Proviamo a rimediare con questa lista di posti […]... CONTINUA

Cucina •

Dove sicuramente trovate il panettone da comprare a Natale

Nel fine settimana scorso alcune migliaia di persone hanno affrontato lunghe code sotto il porticato del Museo Diocesano di Milano, per provare i panettoni – tradizionali e non – proposti dai 28 espositori di “Re Panettone“. Istituirlo, a quanto pare, ha intercettato l’esigenza dei milanesi di conoscere meglio il simbolo gastronomico della città nelle sue […]... CONTINUA

Cucina •

Caffè Italia

Ma quindi è vero che il livello di slurpabilità del caffè come lo fanno nei bar italiani non ha pari nel mondo. Un fotografo australiano (per ora top-secret sennò indovinate subito) ha pensato di fotografare ogni espresso bevuto nel suo giro europeo. I caffè sono stati presi in Italia, Svizzera, Croazia e Francia. Quelli italiani […]... CONTINUA

Cucina •

Kazuo Oyeda on the rocks

Non ricordo se fosse una commediola dignitosa o la solita americanata con happy ending melenso. Ma parlando di evoluzioni dei barman ero fermo a Cocktail con Tom Cruise, ’88 circa. Poi, ieri, ho scoperto Kazuo Oyeda. Fulminante. Il signor Uyeda, proprietario del bar Tender nel quartiere di Ginza, a Tokyo, è l’inventore di una tecnica […]... CONTINUA

Cucina •

Mangereste carne ottenuta in laboratorio?

Pensavo che l’unica cosa da dire sulla giornata di ieri fosse “uggiosa”, invece è stata “rivoluzionaria”. Per la prima volta alcuni scienziati olandesi sono riusciti a ottenere carne in laboratorio. Nessuno l’ha ancora assaggiata ma sarà in vendita tra cinque anni. Non ci avevo pensato. Voglio dire, a un futuro che non coinvolge gli animali […]... CONTINUA

Cucina •

Tutto quello che volevate sapere sulla dieta vegetariana non chiedetelo all’Espresso

L’Espresso vuole disperatamente farci sapere di aver letto “Eating animals“, il fulmineo best seller del giovane scrittore americano Jonathan Safran Foer (“Ogni cosa è illuminata“) sul perché mangiamo animali e perché non dovremmo farlo. In un impeto di gelminismo pretende di testare le nostre conoscenze sulla dieta vegetariana con il quiz “Dimmi cosa mangi e […]... CONTINUA