Mangiare Fuori •

Quando a fare la recensione del suo ristorante è il cuoco

Finora il racconto è stato un privilegio del critico, ma cosa succede quando un cuoco recensisce il suo ristorante? Abbiamo chiesto ad Arcangelo Dandini di riferire i piatti cucinati per noi di Dissapore. Attenzione parliamo di “Arcangelo”, il migliore ristorante di cucina romana del mondo. Mettevi comodi e rilassati, volendo dirvi che l’infanzia ha formato […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

McItaly, il panino di McDonald’s sponsorizzato dal ministro Zaia, porta Dissapore sulla homepage del Guardian

First of all, we at Dissapore would like to welcome all Guardian readers, to experience the culinary treasures  on our foodsite. Poi, ci scusiamo con i lettori se da qualche decina di minuti il sito è accessibile a intermittenza. La causa è il traffico che Dissapore sta ricevendo dalla homepage del Guardian. Il quotidiano britannico […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Volterra | Sono stato in carcere (a cucinare)

Cene galeotte è uno dei più moderni esperimenti di riabilitazione carceraria. L’idea è che una volta riformati, i detenuti del carcere di Volterra possano lavorare nei ristoranti della città. In attesa del prossimo insegnante, Massimo Bottura, abbiamo chiesto a Paolo Gori della Trattoria Da Burde (Firenze) di raccontarci come è andata. Aiutandosi con questo video.... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Internet e l’evoluzione della critica gastronomica

Lo scorso fine settimana alcuni post hanno coagulato vivo interesse attorno alla ragione d’essere della critica gastronomica. Si discettava non senza adeguata motivazione di cos’è la critica gastronomica, e come, e in cosa differisce dal racconto. Nel frattempo, in un forum di golosastri, il racconto di un pranzo al ristorante Il Povero Diavolo di Torriana […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Gastrotar, il mondo parallelo

Per capire bisogna prendersi il disturbo di leggere le note a piè pagina, come si fa con i libri tradotti. Se applicate la regoletta al gastromondo, apriti sesamo, ecco spalancarsi le porte di un universo parallelo. E’ GASTROTAR©. Qualcuno potrebbe chiedere dove si trovano queste note a piè pagina. Basta andare sul sito di Striscia […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Da McDonald’s arriva McItaly, panino italiano al 100%. A cominciare dal nome

Se un ministro leghista delle politiche agricole fa da testimonial a McDonald’s, addentando per i fotografi il nuovo panino McItaly spalla a spalla con l’AD italiano dell’indisponente catena di fast food, significa che nessuno gli ha spiegato la differenza tra un ministro spiritoso e uno ridicolo. Non lo facciamo neanche noi, preferendo copiaincollarvi qui certe […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Più facile bloccare gli OGM che Giulia Maria Crespi

Chi è contrario agli OGM tiri un sospiro di sollievo. La Conferenza Stato-Regioni che doveva trattare dell’ingresso delle sementi geneticamente modificate, è sospesa fino a nuovo ordine. Pare che il ministro Zaia voglia un supplemento di discussione viste le proteste arrivate da tutto il mondo agricolo. Slow Food e Coldiretti cantano vittoria per l’insperato blocco […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Una richiesta singolare. Quale foto vi mette voglia di mordere lo schermo?

Voi sì che sapete dare soddisfazioni a un padrone di casa, vero, cari i nostri piccoli lettori? Allora fate una cosa, diteci quali tra queste immagini vi mette voglia di mordere il piatto fotografato, e perché. Potete sceglierne una per il piatto classico, e una per il piatto diciamo così, creativo. Volete sapere per quale […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Se El Bulli chiude per due anni quale sarà il migliore ristorante del mondo?

L’unica cosa che Ferran Adrià non ama del suo lavoro è che l’ha già fatto. E a 47 anni, rifarlo per 15 ore al giorno gli uccide la fantasia. Poi ha «bisogno di tempo per riorganizzare il menù». Solo che, il cuoco di un ristorante normale per riorganizzare il menù si prende il giorno di […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

I’m in a New York state of mind

Gira gira la questione è sempre la stessa: l’annus horribilis 2009. E se conosciamo la reazione dei ristoratori italiani (hanno avuto una reazione?) può essere interessante spigolare cosa capita all’estero. New York City, capitale mangereccia d’America e forse del mondo, è una buona cartina di tornasole. La New York di Lehman Brothers, del Nasdaq, di […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

Ristoranti, trattorie, botteghe. Sono questi i 10 migliori indirizzi in Emilia Romagna?

Noncelapossofare. Tipo che non posso aspettare lunedì 1° febbraio per una top ten sull’Emilia Romagna. Lo so che il 1° febbraio è il giorno che Identità Golose, sì certo, il congresso di cucina milanese, dedica all’Emilia Romagna, ma certe discussioni mi hanno fatto entrare in loop: sbranerei solo prosciutti, mortadelle, tortellini, parmigiani, aceti e bolliti. […]... CONTINUA

Mangiare Fuori •

“…. a belllo MA CHI SEI… CORONA PAPARAZZO gastronomico….”

Se a Bologna sperano che il prossimo sindaco sappia tenere chiusa la lampo dei pantaloni, i romani si accontentano che il Michelangelo dei pizzaioli tenga aperto il neonato blog. Questo perché, oltre a regnare sulla più venerata pizzeria di Roma, Pizzarium, Gabriele Bonci merita di essere preservato da un comitato di salvaguardia della romanità. In […]... CONTINUA