Solo a Parigi e non altrove: 30 dolci da provare prima possibile

A Parigi estingueremo la nostra sete di belle cose create da artisti famosi. A Parigi vagheremo nel Palazzo del Louvre e osserveremo i dipinti di Raffaello, Michelangelo e Da Vinci (aridatece la Gioconda).

A Parigi accompagneremo i nostri marmocchi a Disneyland Paris, malediremo le mascotte di peluche e ci consoleremo affondando la faccia in un vassoio di croissant.

Altro che innamorati, Parigi è per gli affamati.

herme-macaron-31

Centinaia di pasticcerie, café e boulangerie, vetrine traboccanti di pani dolci, piramidi di macaron variopinti, scalate di strati di millefoglie e discese dalle vette di profiterole.

E va bene la cultura, gli Impressionisti, gli archi e le torri, ma “Opéra” è pure il nome di una torta, e i Campi Elisi sono quelli dove ci si sfonda di Saint Honoré.

collezione-ispahan-pierre-herme

Ebbene, se Parigi è sempre una buona idea, noi siamo generosi e ve ne diamo altre trenta. Non contenti, vi segnaliamo anche il concorso #viaggiointesta: iscrivetevi e potreste vincere un viaggio nella meta (gastronomica) dei sogni.

Per quelli che partono e le valigia è sempre sul letto, una lista aggiornata con i dolci più buoni sulla piazza parigina, testati e approvati da noi, indirizzi compresi.

Per quelli che restano, una bella scarica di dopamina, che tra papille e pupille, è soltanto una vocale a fare la differenza.

1. Croissant (Croissant au beurre)

croissant
Identico al cornetto nella forma e meno nella sostanza (la versione italica contiene uova), realizzato con pâte feuilletée (pasta sfoglia) o pasta lievitata, generalmente privo di farcitura.

Du Pain et des Idées
34 rue Yves Toudic
75010 Paris
01 42 40 44 52

Des Gateaux et du pain
63 Boulevard Pasteur
75025 Paris

Gontran Cherrier
22 rue Caulaincourt – 75018 Paris
8 rue Juliette Lamber 75017 Paris

Pierre Hermé

croissant-ispahan
(stratosferico il suo croissant Ispahan, farcito con pasta di mandorle e rosa damascena, lamponi e composta di litchi, e laccato da una glassa di acqua di rose e lamponi disidratati)

72 rue Bonaparte, Paris
185 rue de Vaugirard, Paris

Blé Sucré
Piazza Trousseau
7, rue Antoine Vollon (12th)
Tél: 01 43 40 77 73
Métro: Ledru-Rollin

2 Mille-feuille

Millefeuille-Vanille
Tre strati di pasta sfoglia croccante farciti con crema pasticciera (panna montata o confettura), spolverati con zucchero a velo o mandorle tostate e talvolta sormontati da uno strato spesso di crema Chantilly (panna montata con bacca di vaniglia).

Mille-Feuilles

La Maison Pichard
88 rue Cambronne
75015 Paris
France
Vaugirard/Grenelle

Jacques Genin
133 rue de turenne – paris
27 rue de varenne – paris

Pâtisserie Des Reves
93, Rue du Bac, 75007 Paris

Jean Paul Hevine
41 rue de Bretagne
75003 Paris

3 Paris Brest

Paris-Brest
Dolce parigino nato per celebrare la Paris-Brest-Paris, gara ciclistica.

Torta a forma di ruota fatta di pasta bigné, spolverata con mandorle tritate e farcita con una crema alla nocciola pralinata.

Pâtisserie Des Reves
93, Rue du Bac, 75007 Paris

LPDR-Paris-Brest

Jacques Genin
133 rue de turenne – paris
27 rue de varenne – paris

paris-brest-genin

Sébastien Gaudard
22, rue des Martyrs 75009 Paris
1, rue des Pyramides 75001 Paris

4 Tarte au citron

tarte_citron_vert_cedric_grolet
Un guscio di pâte sucrée (pasta frolla) ripieno di crema a base di succo e bucce di limone.

Classico moderno è il gioiellino di Jacques Genin, pasticciere francese leggendario, arricchito con lime e foglie di basilico.

Jacques Genin
133 rue de turenne – paris
27 rue de varenne – paris

Arnaud Larher
Boutique 53 rue Caulaincourt
Boutique 57 rue Damrémont
Boutique 93 rue de Seine

5 Galette des rois

MEURICE_Galette-des-rois
Il dolce della Ventesima Notte pagana, o dell’Epifanìa se volete, nato nella regione francese della Loira .

La versione parigina è fatta con pasta sfoglia ripiena di crema frangipane alle mandorle, spesso venduta insieme ad una coroncina dorata di cartone. Al suo interno cela una fève (fava), trovatela e vi sentirete regnanti per un giorno.

Galette-Arnaud-Lahrer

Poilane

8 rue du Cherche-Midi, Paris 6th
49 bld de Grenelle, Paris 15th
38 rue Debelleyme, Paris 3rd

6 Macaron

herme-macaron-8
Scrigni vezzosi e colorati di mandorle polverizzate, zucchero e albumi. Racchiudono sfumature incalcolabili di creme, ganache e confetture.

herme-macaron-30

Pierre Hermé

qui tutti gli indirizzi delle sue boutique

7 Religieuse

religieuses-1
Altro pasticcino tipico della capitale francese, assemblato in una piccola costruzione verticale di choux o éclair ripieni di crema al caffè, cioccolato o vaniglia, e glassati con zucchero fondant (fondente).

Religieuses_framboises_

Maison Pradier

qui tutte le sedi

Carl Marletti
51 Rue Censier, 75005 Paris

Cristophe Michalak

16 rue de la Verrerie
Métro Hôtel de Ville sur la ligne 1

8 Gâteau Opéra

torta-opera-dallayau
Torta di mandorle fatta a strati, appartenente alla famiglia delle Jocond, inzuppata con bagna al caffè e liquore, farcita con ganache e crema al caffè e ricoperta con una glassa decadente di cioccolato.

Dallayau
qui tutte le sedi

Lenôtre

opera
qui tutte le sedi

9. Éclair

Eclair-chantilly-fragole
Dolcetti allungati di pasta choux e ripieni di crema pasticciera, aromatizzata con qualsiasi ingrediente conosciuto dal genere umano. Sempre glassati, tradizionalmente con un velo di zucchero fondente (fondant).

L’Écleir de Genie

Eclair-de-Génie-
qui tutte le boutique

10. Saint Honoré

meurice-saint-valentin-saint-honoré copia
Santo patrono di pasticcieri e fornai e dolce parigino più famoso della Tour Eiffel.

Base di pasta sfoglia, anello di pasta bigné e corona di chou caramellati. Tutta questa meraviglia è ripiena di crema chiboust, crema pasticciera arricchita con albumi montati, e decorata con panna montata.

Mandarin Oriental
251 rue Saint-Honoré, 75001 Paris

saint-honore

Le Meurice
228 Rue de Rivoli, 75001 Paris

Pâtisserie Des Reves
93, Rue du Bac, 75007 Paris

11. Madeleine

madeleine2
Tortina soffice e brunita dal burro, a forma di conchiglia, una quattro quarti spesso profumata agli agrumi e lievemente glassata (alcuni aggiungono all’impasto del latte o nocciole tritate).

Mettete da parte le memorie di Proust, non è fondamentale rivivere la prima caduta dal triciclo per divorarne una ventina.

madeleine

Blé Sucré
Piazza Trousseau
7, rue Antoine Vollon (12th)
Tél: 01 43 40 77 73
Métro: Ledru-Rollin

12 Mont blanc

mont-blanc
Montagnetta intessuta di crema di marroni passati al setaccio, cotti in una dolce miscela di latte, zucchero e vaniglia, innevata in cima da una soffice coltre di Chantilly.

Angelina

mont-blanc-classico
qui tutte le sedi

13. Canelé (o Cannelé)

cannele
Tipico di Bordeaux e di tutta la Francia sud-occidentale, molto diffuso anche a Parigi.

Dolcetto dal cuore umido e superficie scura di caramello croccante, risultato di una particolare pastella aromatizzata al rum e cotta nei tradizionali stampini di rame.

canneles-3

Jean Millet
103 rue Saint-Dominique

Lemoine
74 Rue Saint-Dominique, 75007 Paris

14. Crêpe

crepes
Quella fatta con farina di grano saraceno (Blé noir) si chiama galette, da non confondere con la versione dolce e internazionale, realizzata con una semplice pastella di farina, zucchero, uova e latte, e farcita con mele (all’Alsaziana), marroni (à la cévenole), lamponi, liquore Chartreuse (alle erbe) e Champagne, agrumi e liquore Curaçao (Crêpes Suzette)

Breizh Café
109 Rue Vieille Du Temple, Paris

15. Kouign-amann

Kouign-Amann3
Altra specialità Bretone, lo scioglilingua deriva da “kouign”, che nella lingua locale signifa “torta”, e “amann”, burro.

Si parte da una base di pasta lievitata (40%), laminata con burro (30%) e zucchero (30%). Il risultato è una brioche profumata di burro caramellato, una specie di Paradiso appiccicoso.

Bouchon Bakery
Georges Larnicol

Paris Odéon
132, bd St Germain

Paris Rivoli
14, rue de Rivoli

16. Clafoutis

Clafoutis
Nasce nel Limousin, come l’auto ma senza la “e”, con capitale Limoges. Da clafir = riempire, consiste in uno strato di ciliegie nere che affonda in un impasto di uova, zucchero, farina e burro.

Badate bene, il clafoutis è solo quello di ciliegie, tutti gli altri son nessuno e si chiamano flognarde.

Photo clafoutis Gérard Mulot

Gérard Mulot
Magasin Saint Germain
76, rue de Seine
75006 Paris

Magasin Glacière
93, rue de la Glacière
75013 Paris

Salon de thé L’Amaryllis
12, rue des 4 Vents
75006 Paris

17. Tarte Tatin

Apple Tart Tatin

La torta leggendaria che si prepara al contrario.

Immaginate zucchero e burro che si infiltrano nelle mele fino a renderle trasparenti, la frutta serbata da un disco di pâte à foncer fine o ordinaire (pasta brisée), in alcuni casi di pasta sfoglia. Favoleggiate tra il vapore che profuma di dolce ed il caramello che cola nel piattino.

Berthillon
29-31 Rue Saint-Louis en l’Île, 75004 Paris

Blé Sucré

tarte-tatin2
Piazza Trousseau
7, rue Antoine Vollon (12th)
Tél: 01 43 40 77 73
Métro: Ledru-Rollin

Ladurée
qui tutte le sedi

18. Crème brûlée

creme-brulee
Annoverata tra i piccoli piaceri della dolce Amélie Poulin, quella della voce narrante sulle note di Yann Tiersen (occhio, il Café del film è una trappola per turisti).

Crema al sapore di vaniglia, cotta nei tradizionali ramequin (le pirofiline), ricoperta di zucchero e poi ripassata al grill o con il cannello da cucina.

Les Enfants Perdus
9 Rue des Récollets,75010 Paris

19. Choux à la crème

Choux_Praline
Palline di pasta choux, come suggerito dal nome, ripiene di crema pasticciera, Chantilly o altre diavolerie cremose.

Talvolta ricoperte di granella di zucchero (chouquettes) o da un sottile strato croccante, fatto con zucchero di canna, burro e farina (craquelin).

chou-chou-praline-gateauxjpg

Sadaharu Aoki
qui tutte le sedi

La Maison du Chou
7 Rue de Furstemberg, 75006

20. Pain au chocolate (o Chocolatine)

viennoiserie
Fagottino da colazione simile al croissant, sfogliato alla stessa maniera ma farcito durante la formatura con una o due barrette di cioccolato fondente.

La diatriba su quale dei due nomi sia il più corretto (Pain au chocolate/Chocolatine) è ancora in corso, leggete con attenzione le etichette o il fornaio vi insulterà brandendo una baguette.

Véronique Mauclerc
83 rue Crimée
75019 Paris

Maison Kayser
qui tutte le sedi

21. Ispahan

ispahan
Questa la descrizione del suo creatore, il pasticciere dei sogni Pierre Hermé:

Macaron rosa, crema di petali di rosa, lamponi interi, litchis.

Molto più che una torta, questa creazione è felicità pura. Estasi al primo morso. Sotto il guscio di un macaron colorato, tenero e croccante insieme, i sapori si fondono a comporre una combinazione irresistibile. La sottile sintonia tra la crema dolce di rosa e la nota floreale del litchi viene accentuata dal brio deciso del lampone fresco. Gusto corposo e sentori acidulati si mescolano, risvegliando una miriade di sensazioni al palato. I sapori dell’Ispahan si fondono in perfetta armonia.”

ispahan-ripieno

Pierre Hermé

72 rue Bonaparte, Paris
185 rue de Vaugirard, Paris

22. Fantastik

fantastik-michalak-11
Creazione originale del pasticciere/demistificatore Cristophe Michalak, per creatività e improvvisazione potremmo associare questo dolce ad una pizza.

Ibrido tra una torta morbida, una crostata e un dessert moderno, impeccabile nel suo disordine orgiastico, né stucchevole, né troppo burroso, sempre realizzato con frutta di stagione.

Le combinazioni di gusto e colore sono infinite, scegliere non è mai stato così facile.

fantastik-michalak-2 microsillon-fantastik-rockn-pc3a2ques-christophe-michalak fantastik

Cristophe Michalak
16 rue de la Verrerie
Métro Hôtel de Ville sur la ligne 1

23. Palmier

palmier
Ventaglio di pasta sfoglia croccante e caramellata, specialità parigina che in Italia chiameremmo “prussiana”. Dolcetti ricavati da strisce di pasta sfoglia spolverate di zucchero a velo, lunghe circa 30 cm e spesse 6mm, e poi arrotolate con cura verso il centro.

Sebastien Degardin
200, rue Saint-Jacques – 75005 Paris
Tél. : 01 43 07 77 59

Ladurée
qui tutte le sedi

24. Profiterole

Profiteroles
Si parte dal tradizionale chou, sprizzato da una sac à poche e poi farcito con crema pasticciera alla francese. I bocconcini ripieni vengono disposti a piramide sul piatto da portata e poi inaffiati con una colata scura di salsa al cioccolato.

Profiterole Chérie
17, rue Debelleyme, Paris 3ème
Métro : Filles du calvaire (ligne 8)

25. Pain perdue

pain perdue
Pietanza dalle origini tanto umili quanto antiche, vecchio escamotage per riciclare gli avanzi.
Oggi il pane è stato rimpiazzato dalla brioche, più saporita e soffice, e il dolce ha acquistato dignità e brillantezza.

La mollica viene inzuppata con una pastella di uova, zucchero, latte o panna, spesso profumata con cannella, vaniglia o noce moscata, e successivamente cotta al forno in una pirofila.

Des Gateaux et du pain
63 Boulevard Pasteur
75025 Paris

26. Napoléon

Cafe-Pouchkine-napoleon-2
Esclusiva del Café Pouchkine, tempio parigino della cucina/pasticceria russa (e non solo).

Prendete nota: fagottino croccante fuori, perfettamente sfogliato, che racchiude un cuore di pasta croissant avviluppata da una crema ricca alla vaniglia Bourbon, e guarnito con una manciata di fragole e frutti di bosco.

Serve aggiungere altro?

Café Pouchkine
qui i 3 indirizzi

27. Croquembouche

croquembouche
Quello tradizionale è composto da una torre di choux profiteroles ripieni di crema e tenuti insieme da una glassa di zucchero cotta au cassé, fino a diventare vitrea e croccante.

I fili di zucchero vengono realizzati intingendo nella glassa una frusta monca, a cui è stata trinciata la parte finale, e tessendo una maglia fine e traslucida.

Sébastien Gaudard
22, rue des Martyrs 75009 Paris
1, rue des Pyramides 75001 Paris

Ladurée
qui tutte le sedi

28. Tarte aux fraises

Tarte_fraises_
Scrigno di pasta sucrée o sablée (pasta frolla) cotto in bianco, successivamente riempito con confettura o crema pasticciera, guarnito con fragole tagliate a metà e lucidate con una passata sottile di gelatina brillante.

Gérard Mulot
Magasin Saint Germain
76, rue de Seine
75006 Paris

Magasin Glacière
93, rue de la Glacière
75013 Paris

Salon de thé L’Amaryllis
12, rue des 4 Vents
75006 Paris

Pain de Sucre
14 Rue De Rambuteau
75003 Paris

29. Financier

Financier_4
Tortina sobria e vintage, né muffin, né quattro quarti, morbida e a forma di lingotto. La superficie è croccante e dorata, la mollica profumata di vaniglia e arricchita da una miscela di mandorle e nocciole in polvere.

Hugo&Victor
40 bd Raspail 75007 Paris
7 rue Gomboust 75001 Paris

Le Moulin de la Vierge
105 Rue Vercingétorix, 75014 Paris
64 rue Saint-Dominique 75007 Paris

30. Tropeziénne

tarte-tropezienne
Pare sia stata Brigitte Bardot, durante le riprese del film “Piace a tutti”, a battezzare la famosa brioche di Saint-Tropez, attualmente diffusa in tutto il territorio francese.

Una nuvola soffice ingioiellata di zucchero bianco e ripiena di crema pasticciera profumata alla vaniglia.

Piace a tutti, proprio come B.B.

Sébastien Gaudard
22, rue des Martyrs 75009 Paris
1, rue des Pyramides 75001 Paris

La Tarte Tropézienne
3 Rue de Montfaucon, 75006 Paris

Occhei, il giro di giostra finisce qui, la piantiamo di torturarvi con immagini vietate ai minori.

E se la voglia di viaggiare , oltre che di dolce, vi ha colti all’improvviso, il concorso #viaggiointesta potrebbe tornarvi comodo.

Iscrivetevi, magari è la volta in cui vincete il viaggio dei vostri sogni, e invece che le cartoline, inviateci qualcosa da mangiare.”

Dissapore Dissapore

10 maggio 2016

commenti (6)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. volevo solo dirvi che patisserie des reves ha aperto a milano. e vi consiglio di andarci. 😀 😀 😀

  2. Bellissimo. Se preferisco la cucina italiana a quella francese cio non vale per i dolci. Okay in Sicilia c’avete i cannoli pero per me la pasticceria francese sorpassa davvero quella italiana. Sopratutto perché si puo trovare ovunque una pasticceria che propone dolci di altissima qualità, come il vostro articolo lo dimostra.
    Pero per favore non andare da Ladurée. I macaron di Ladurée, come altri prodotti, sono dei surgelati riempiti di additivi e prodotti industriali venduti a prezzo d’oro grazie ad una strategia marketing fondata sul mito della tradizione francese. Ci si puo leggere su questo argomento due articoli in francese dal sito Rue89 : http://rue89.nouvelobs.com/blog/dessous-assiette/2009/10/30/macarons-laduree-une-recette-industrielle-et-un-luxe-dadditifs-123967
    http://rue89.nouvelobs.com/rue89-eco/2012/08/13/macarons-abimes-vendeurs-bout-les-coulisses-dune-boutique-laduree-233799

    Aggiungerei alla lista anche il Bras de Vénus, il dolce che i miei genitori compravano sempre al mio compleanno da bambina (ma non so dove si puo trovare a parigi).
    PS : il pain perdu è maschio, quindi non ci vuole la “e” a perdu 🙂

    1. Ladurée malgrado sia divenuto un brand internazionale (parte del gruppo Holder, quelli di Paul) continua ad essere 100% artigianale. Basta andare nella loro boutique per rendersi conto.

      Difficilmente troviamo macarons di quel livello, ed effettivamente a Hermé è uno dei pochi a poter rivaleggiare.

«
Privacy Policy