di Chiara Cajelli 28 Ottobre 2019
dieta-brasiliana-come-funziona

Dieta brasiliana: chi indovina di cosa si tratta? No, non si tratta di ballare. No, la cachaca non c’entra. No, nemmeno il calcio come sport. Cliché pessimi a parte, questa dieta in sostanza prevede d farci perdere 12 kg in un mese grazie a verdura e frutta esotica. E poco altro. Infatti, prima di procedere, vi invito come sempre a rivolgervi ad un nutrizionista.

Le regole

la dieta brasiliana non è difficile, anzi a ben vedere si tratta di una dieta da manuale, e da copertina ( o da “acchiappa click”): è ipocalorica, è low carb. In più:

  • i pasti si dividono tra i tassativi 3 principali (colazione, pranzo, cena), e 2 spuntini;
  • vietato saltare pasti e spuntini: non devono passare più di 12 h tra un pasto e l’altro;
  • gli unici e rari carboidrati a settimana devono essere integrali;
  • la si deve seguire per 2 settimane, poi si intervalla di 1 e la si riprende altre 2;
  • se si salta la pausa, non va protratta oltre 4 settimane;

Cosa si mangia

In sostanza: proteine magre e possibilmente non animali (o limitandole), verdure e frutta, frutta fresca ma anche estratti o centrifugati, raramente riso integrale.

Cosa evitare

Secondo la dieta brasiliana andrebbe evitato tutto il resto. Nello specifico: carne rossa, proteine animali se non di rado, grassi animali, grassi vegetali (quindi non solo niente margarina, ma anche niente avocado, o olio extravergine di oliva…), niente carboidrati semplici, niente zuccheri (senza specificare… infatti persino la frutta contiene zuccheri. Quindi, com’è la storia? Forse si intendeva niente zucchero, al singolare). Infine, niente sale e niente alcolici.

Menù di esempio

In un giorno, ecco un esempio di dieta brasiliana per perdere 12 kg in un mese. Si tratta di un esempio, come riportato in moltissimi siti web che parlano dello stesso argomento:

  • colazione: caffè o tè senza zucchero + centrifugato (dosi non pervenute) + 1 fetta di pane integrale;
  • spuntino: spremuta di arancia + 1 fetta di pane integrale;
  • pranzo: 70 g riso integrale + verdure in insalata;
  • merenda: frutta (così generico);
  • cena: 1 patata lessa + “insalatona di verdure”
  • dopo cena: obbligatoria, prima di coricarsi, una tisana drenante. Guai, se saltate la tisana drenannnnnnnte

I nostri no

Prima di tutto: 12 kg in un mese non si perdono nemmeno dopo un intervento di chirurgia bariatrica. E, se se perdono, c’è decisamente qualcosa che non va in quanto non è fisicamente possibile ottenere un risultato così restando in salute. Se è necessario perdere un peso così importante, si devono mettere in conto mesi, e solo seguiti da uno specialista.  In più, non c’è dieta che si possa definire bilanciata se limita fortemente i carboidrati: i carboidrati non sono il male, e non vanno esclusi per nessun motivo a meno che non ci siano patologie tenute sotto controllo sempre da un medico. Infine, niente olio extravergine di oliva. Ma veramente?