dieta-depurativa-tre-giorni

Sarebbe magnifico, tot volte all’anno, sapere di poter disintossicare e depurare il nostro organismo grazie a due o tre accorgimenti. Io lo farei sempre. Ma qualcosa mi dice che non è così semplice. Parliamo di dieta depurativa, 3 giorni per sgonfiarsi non vi suona troppo miracolo di Lourdes?

Depurare, detox, disintossicare sono termini chiave che piacciono un sacco soprattutto dopo le Feste e in previsione delle vacanze estive. Tuttavia, il fatto rimane sempre quello: in soli 3 giorni, l’organismo manco ha il tempo di capire cosa stia succedendo e l’unica spiegazione ad eventuali sensazioni di leggerezza è dovuta al fatto che si mangia poco e cose liquide. La chiamano infatti dieta scam, ovvero truffa. Approfondiamo i consigli che si trovano in rete.

Scegliere alimenti facili da digerire

Si dovrebbero prediligere ortaggi e cereali integrali anche se con moderazione e, dicono, al mattino più che nel resto della giornata. Le fibre e le vitamine aiutano il transito intestinale, aiutando a tenerlo libero.

Poche proteine

Siam qui tutti i giorni a dire di mangiare tante proteine se si vuole perdere peso, ma in questo caso è l’opposto, en on si capisce più nulla. Le proteine come le carni rosse, ad esempio, sono ostiche da digerire e rimangono nell’intestino anche per giorni prima di essere smaltire del tutto. Le proteine da preferire in una dieta disintossicante sono, con moderazione, uova e pesce.

Niente alcolici

Ovviamente, l’alcol è un invasore del nostro organismo, che si stia facendo una dieta o no. Smaltire l’alcol, soprattutto se superalcolico – meno “grave” il vino bianco ma è tutto da appurare da caso a caso, da organismo a organismo – è molto difficile per il nostro corpo e sovraccarica il fegato, che porta ad un rallentamento del metabolismo.

Centrifugati e tisane

Allora. Frullati, centrifughe, smoothie… sono un mega concentrato pesante e indigesto di verdure e frutta, che più che depurare aiutano a godersi un bel po’ di acidità soprattutto se non li accompagni con qualcosa di solido. Inoltre, mai sottovalutare l’impatto glicemico che troppa frutta può comportare: ricordiamoci che è fatta anche di zucchero e diffidate dai succhi.  Le tisane fan fare solo tanta plin plin.

Scegliete il Bio

Un’altra massima che si legge ovunque. Gli alimenti certificati “Bio” hanno sicuramente vantaggi qualitativi – se non falsi come il recente caso del succo di mele – ed economici perché valorizzano i contesti in cui sono prodotti. Tuttavia, ai fini di diete e disintossicazione lampo non hanno la minima rilevanza.

“Sudo ma godo”

Sudare molto è cosa buona e giusta, di conseguenza lo è anche bere molta acqua. Se però si accompagna veramente il tutto – come suggerito nell’internet – da tisane diuretiche, centrifugatoni e quelle 4-5 volte al giorno alla toilette (il luogo dove muoiono le leggende) – non va tanto bene perché si rischia la disidratazione.

Lo ribadisco, perché nel testo qualche righe fa rischia di passare inosservata questa cosa: anche fosse tutto giusto, e fossero tutti ottimi consigli, in 3 giorni il corpo non fa proprio nulla se non iniziare a chiedersi che cosa stia succedendo. Ma nemmeno in due settimane lo capisce. Sempre meglio iniziare un’alimentazione bilanciata, seguita da un esperto, e prevista per mesi e mesi. La calma è la virtù dei forti.

 

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar paoloM ha detto:

    Se hai bisogno (realmente) di disintossicarti sei ricoverato in ospedale.

    Altrimenti fegato e reni bastano.

    Senza bisogno di diete, beveroni, integratori o superfood.