di Nunzia Clemente 8 Luglio 2016

Da qualche giorno si è accesa in Germania una concitata discussione sulle barrette Kinder Ferrero accusate da Foodwatch, un’associazione tedesca che si occupa di svolgere dei testi sugli alimenti, di contenere sostanze potenzialmente cancerogene e in grado di provocare delle gravi mutazioni genetiche.

Gli scienziati di Foodwatch hanno analizzato alcuni snack per bambini riscontrando ‘livelli pericolosi‘ di oli minerali a base di idrocarburi saturi (Moah), considerati dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) dannosi per la salute, in quanto potenzialmente cancerogeni.

Molto diffusi in Germania gli altri due snack ritenuti pericolosi: i cioccolatini della Lindt alle nocciole “Fioretto” e “Sun Rice”, un biscotto al cioccolato della tedesca Rübezahl”.

La quantità maggiore degli oli incriminati sembra provenire dagli imballaggi, soprattutto dal cartone riciclato utilizzato nei prodotti da forno, come i dolci.

Sulla faccenda è intervenuta anche l’Associazione tedesca dei produttori di cibo confezionato secondi cui la concentrazione di oli minerali aromatici negli snack analizzati resta nella norma e non esistono pericoli di salute per chi li consuma.

Malgrado ciò Foodwatch ha invitato Ferrero a ritirare le barrette dal mercato tedesco ricevendo dall’azienda italiana un netto rifiuto.

[Crediti | Link: Foodwatch, Huffington Post]