Baladin: Teo Musso si sdoppia tra Pop e Metodo Classico

Teo Musso di Baladin ha presentato due nuove birre, la Pop, in lattina, dalla confezione molto colorata e la Metodo Classico, quasi una birra champagne. Oggi sono stati resi noti i prezzi

Appassionati birrofili, lo sappiamo. Dietro le vostre barbe fremete dalla voglia di capire cos’ha tirato fuori stavolta Teo Musso (e io mi unisco a voi, anche senza barba). Specie perché sappiamo che l’imperatore di Baladin sa come muovere i suoi passi.

Lunedì scorso, 23 novembre, ha organizzato un innevato evento stampa di cui già su favoleggia, con tanto di chef star inclusa (Davide Oldani). Hashtag su Twitter: #baladin23.

La Pop, nuova birra artigianale italiana in lattina, non è stata la sola protagonista: a titillare le voglie dei fortunati presenti c’era anche la “Metodo Classico“, nome che richiama le radici da viticoltore del signor Baladin.

Baladin Metodo Classico

Sono molti i richiami enologici della bottiglia: dalla presentazione nella spettacolare grotta di Bossea, alle bottiglie da 900 grammi in vetro rigorosamente numerate, per arrivare alla corposità della birra in cui si rincorrono lieviti di diversa estrazione (uno arriva da un ceppo che Musso ha recuperato da Laphroaig, il secondo lavora per ben dodici mesi) che prevalgono sulla luppolatura.

Un omaggio alla migliore produzione italiana con abbinamenti dai crostacei (per esaltare l’amaro finale), ai dolci (per testarne la fermezza) nel corso della serata.

Beati i presenti, insomma.

Baladin Pop

L’attenzione si sposta sulla chiacchierata Pop, l’artigianale in lattina dai colori psichedelici, venuta fuori direttamente dagli anni Sessanta (forse un po’ troppo colorata).

All’estero la birra artigianale in lattina non è una novità; a pochi chilometri dal castello birresco di Baladin, la Bad Attitude tirò fuori il suo pezzo già qualche anno fa. Tuttavia la Pop si prospetta come capofila di un nuovo concetto di birra: più economico, giovanile, più pratico.

Il capitolo prezzi andrebbe analizzato a fondo: La Pop, in lattina da 33cl, dovrebbe attestarsi sui 2,80 euro. Un prezzo decisamente accettabile per una birra artigianale, al di là del contenitore e delle beghe tra intenditori. Beverina, a quanto pare rispecchia in pieno il packaging che le è stato dedicato.

Per quanto riguarda la Metodo Classico, probabilmente raggiungeremo e supereremo i 20 euro.

Le due nuove birre saranno in vendita nei punti Eataly, dove avranno ampia risonanza come sempre. Non ci resta che far la fila, Pop o Metodo Classico che sia.

[Crediti | Link e immagini: Varese News]

Avatar Nunzia Clemente Autrice recensioni Campania & more.

26 Novembre 2015

commenti (4)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Adoro la super di Baladin, la ritengo la miglior birra italiana, mi piace l’idea imprenditoriale di Teo Musso e il fatto che abbia alzato il livello. Però con quella produzione la definizione artigianale non è che sia appropriata….

  2. Avatar anon ha detto:

    2,80 per una pale ale da 33 cl non è un prezzo accettabile.

  3. Avatar Ciacco ha detto:

    perchè una rochefort una orval una westmalle con importazione dal belgio inclusa mi costano meno e sono mille gradini sopra?