di Adriano Aiello 29 Gennaio 2014
vino

Bevo vino da 20 anni. Bevo e compro vino da 15. Bevo e compro vino consapevolmente da 7. E sono passato dalla grande distribuzione, all’enoteca, fino all’acquisto online. Dove, se ti muovi bene e con cognizione risparmi di media il 30%. E trovi anche etichette pregiate, vecchie annate, vini rari ed esteri.

Non mi picchiate enotecari, anche perché ho sempre sognato di aprirne una. Soprattutto non è che una scelta escluda l’altra, ma attualmente entro in un wine bar per bere un bicchiere (okay, due, probabilmente tre), aggiornarmi e scambiare due chiacchiere, piuttosto che per portarmi una bottiglia a casa. E al supermercato mi muovo solo per qualche prodotto in offerta.

I wine-geek sono così: difficilmente godono nella GDO.

Torniamo in tema: se apparentemente il mondo delle enoteche online vi pare ancora a misura di un tipo di consumatore skillato (scusate la parolaccia), che sa cosa vuole bere e a che prezzi, il futuro va in un’altra direzione. Sia per la capacità di informare i clienti con molteplici chiavi di ricerca e assistenza in chat, che per l’ovvia sensibilità ai prezzi.

Facciamo così, allora. Io tiro fuori una selezione non completa, tarata sulla mia esperienza, ma sono ben lieto di appuntarmi le vostre segnalazioni.


Callmewine

callmewine, vino, e-commerce


L’enoteca da cui compro più spesso. La sua leva è indubbiamente il prezzo competitivo (non di rado si compra a prezzi da cantina!), mentre la selezione è attenta a comunicare un’immagine alquanto veritiera del vino di oggi, a cavallo tra tradizione e naturalità, strizzando l’occhio al compratore che si informa sul web. L’altro riferimento sono le guide che vengono usate – fin troppo – come orientamento all’acquisto. Ottime le chiavi di ricerca dei vini, costanti le proposte tarate sul proprio storico. Per affrancarsi dai costi di spedizioni bisogna spendere 120 euro.


Tannico

tannico


Attivo da un anno, commercialmente si dimostra molto aggressivo e centrato. Affilata l’interazione con i social network, suggellata dalla pratica di ottenere vantaggi, in termini di sconto, dal log in mediante Facebook. Addirittura senza iscrizione non si accede al sito. L’esperienza di navigazione è molto vicina a quella in una vera enoteca con una grande varietà in termine di stili e provenienza (cospicua la presenza di vino estero) e numerose categorie esplicative. Ampia anche la scelta di distillati. Molti gli sconti, mentre l’abbattimento dei costi di spedizione (che sono di solo 7 euro) scatta a 60 euro.


Doyouwine

doyouwine


Specializzata in vini piemontesi e gestita da una vecchia conoscenza di queste parti (Alessandro Morichetti di Intravino). Nell’ultimo anno però ha allargato i confini geografici con belle scelte, forse fin troppo ricercate, ma c’è la newsletter a fare il suo. Da tenere d’occhio anche per le numerose offerte e per la possibilità di comprare qualche vecchia annata. Disponibile la chat.  Con 90 euro di spesa la spedizione è omaggio.


Vino.it

vino.it


Ultimo arrivato, ma in pompa magna. L’ambizione si manifesta già a partire dal dominio che non nasconde mezzi importanti, ma anche a livello di politica dei prezzi e di navigabilità di prim’ordine. Il supporto orientativo al cliente è tutto declinato nelle numerose selezioni proposte. Consistente la selezione estera, mentre quella nazionale attualmente conta la mancanza di numerose regioni. Grande attenzione alla Toscana. Spedizioni gratis oltre i 120 euro.


Garofalo

garofalo wine


Molto adatto a chi ama bottiglie importanti e doc prestigiose, con una ricca selezione di champagne. Numerosi anche i distillati. Il sito conta anche una sezione di ricette online, mentre si attende l’apertura del wine bar. Curioso il fatto che la bottiglia più venduta sia il liquore Strega.


Buongiornovino

vino


Essenziale e selettivo è tra i più ricercati del lotto. Di certo il più indicato per bevitori raffinati, tanto che il panorama è dominato dai vini di Borgogna, affiancati da piccole aziende italiane. Ottimi i prezzi; siamo a livello di ricarichi minimi per vini di qualità indiscutibile.


Galli

enoteca galli


Versione online dell’omonima enoteca di Senigallia. Grande attenzione alle Marche, ovviamente, insieme a un occhio raffinato sul mondo del vino naturale. Presenti anche alcuni prodotti alimentari. Esteticamente il sito paga dazio alla concorrenza, ma la sostanza è di prim’ordine.

[Crediti | Immagine: Luxirare]