Il vino da bere insieme al tuo gatto

In Colorado, è stato messo in commercio il primo vino per gatti: analcolico, biologico, a base di erba gatta. L'erba gatta eccita i nostri amici felini, in modo tale che ci facciano compagnia durante le nostre notti insonni.

vino per gatti

Perché bere da soli quando abbiamo la fortuna di possedere un gatto con cui poter condividere, d’ora in avanti, allegre bevute e confortanti libagioni?

Perché scolarci mestamente e in solitudine la nostra bottiglia di Amarone della Valpolicella o Passito di Pantelleria quando invece possiamo condividere le gioie del bere con il nostro amico a quattrozampe, omaggiandolo di un gradevole vinello appositamente prodotto e preparato per i suoi gusti felini?

Questo è quanto hanno pensato alla Apollo Peak, una ditta di Denver che ha da poco messo a punto e commercializzato una bevanda appositamente studiata per i gatti, non alcolica, ma che avrebbe sui felini lo stesso gradevole effetto che l’alcool ha su di noi umani.

Alla Apollo Peak, infatti, è stato  riscontrato che i gatti, all’annusare l’aroma di una particolare erba, detta guarda caso erba gatta, diventerebbero attivi e scattanti, ma l’esatto opposto si verificherebbe invece con la sua assunzione: una volta ingerita, infatti, l’erba gatta funzionerebbe sui felini come una sorta di rilassante naturale, predisponendoli a notti tranquille e rilassate.

Per questo la ditta di Denver ha pensato di  commercializzare un” vino” per gatti a base di erba gatta, proponendolo addirittura in due versioni: un “Pinot Meow” rosso ed un moscato bianco, in vendita a 11.59 dollari a bottiglia.

Nothing like a fine Pinot Meow to cap off another week in the life of the most interesting cat in the world @apollopeak @tabbyjamesco

Un video pubblicato da Hobbes the ginger cat (@hobbeskitty) in data:

Ma contenuta nel ” vino” dei nostri amici felini non c’è solo erba gatta: per dare non solo l’effetto ma anche l’aspetto del vero vino, nella sua composizione rientra anche  del rosso succo di barbabietola proveniente esclusivamente, e ci mancherebbe, da agricoltori locali, vale a dire del Colorado, per garantire ai fortunati  micetti solo i migliori e più salutari ingredienti.

Questa è solo un’altra prova dell’ossessione coltivata dagli umani per i loro animali domestici. A parte il successo internazionale dei Cat Cafè, l’anno scorso, una fabbrica di birra Indiana si è messa a produrre una birra solo per cani.

vino per gatti

Non a caso, il particolare “vino”, che non presenta alcuna controindicazione per i gatti non contenendo alcuna traccia di alcool, può essere bevuto senza problemi pure dai cani, e ovviamente anche dai rispettivi padroni, dicono alla Apollo Peak.

Anche se, possiamo immaginare, i padroni dei felini beoni lasceranno ben volentieri tutta la bottiglia del “Pinot Meow ” ai loro piccoli amici, continuando a preferire, per sé stessi, un Bordeaux francese o anche un  buon Chianti italiano.

[Crediti | Link: Eater]

foto
Potrebbe interessarti anche