di Prisca Sacchetti 16 Maggio 2016
bombamisù

Non è soltanto per la paternità contesa tra Veneto e Friuli del Tiramisù, simbolo dell’Italia gastronomica al pari di pizza e spaghetti, la parola italiana più conosciuta in Cina, che “Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato”, il libro dei critici gastronomici Clara e Gigi Padovani pubblicato da Giunti Editore e presentato in questi giorni al Salone del libro di Torino, si avvia a diventare un piccolo caso.

Tra i vari capitoli, il volume propone 23 ricette d’autore firmate da grandi chef italiani e non, ci sono solo per citarne alcuni: Albert Adrià, Lidia Bastianich, Enrico Cerea, Mauro Colagreco, Enrico Crippa, Gualtiero Marchesi, Davide Oldani, Giancarlo Perbellini e Niko Romito.

Proprio lo chef abruzzese, tre stelle Michelin per il ristorante Reale Casadonna a Castel di Sangro, i cui allievi gestiscono i locali del progetto Spazio servendo piatti di qualità a prezzi accessibili, è l’autore del Bombamisù, interpretazione dal nome irresistibile dell’originale Tiramisù.

Spiega lo chef:

Chiunque si cimenti con la pasticceria inizia con questo dolce: è semplice, ma per essere buono deve essere equilibrato. Ho creato una bomba al forno con all’interno la crema al mascarpone: la si può mangiare camminando per strada e leccandosi le dita“.

Così Niko Romito ha trasformato il Tiramisù in uno street food.

AGGIORNAMENTO: L’autore del libro, Gigi Padovani, intervenuto nei commenti, segnala l’esistenza di un video in cui Niko Romito spiega perché ha realizzato il Bombamisù.

Bombamisù Ricetta per 10 bombe

Ingredienti:

Bombe:
Farina W250 g 400
Burro g 60
Zucchero g 60
Uova 2
Acqua ml 160
Lievito di birra g 10
Sale g 6

Crema tiramisù:
Mascarpone g 360
Panna liquida g 300
Tuorli 5
Zucchero g 150
Acqua g 50 E inoltre:
Caffè lungo 5 tazzine
Cacao amaro in polvere q.b.

E inoltre:
Caffè lungo 5 tazzine
Cacao amaro in polvere q.b.

Procedimento

Bombe

In un bicchiere, sciogliete il lievito nell’acqua. Su una spianatoia disponete la farina setacciata a fontana, al centro create una fossetta e introducete lo zucchero, il burro a pezzetti e l’acqua con il lievito.

Mescolate prima con una forchetta e gradualmente, una per volta, incorporate le uova sgusciate. Poi con le mani introducete la farina circostante, impastando per 10’ energicamente fino a quando questa sarà completamente assorbita.

In ultimo, amalgamate il sale.

L’impasto dovrà risultare elastico, liscio e omogeneo. Formate una palla, copritela con un panno e lasciatela lievitare a temperatura ambiente, fino a far raddoppiare il suo volume.

Dall’impasto ricavate delle palline di circa 60 g l’una e lasciatele lievitare ancora fino a 2/3 del loro volume. Ponetele su una teglia ricoperta di carta da forno, distanziate tra di loro, e infornatele a 170° C per 30’.

Crema al tiramisù

Versate l’acqua e lo zucchero in un tegame, ponete su fiamma moderata e mescolando con un cucchiaio di legno cuocete fino a 121° C. Spegnete e allontanate dal fuoco.

Mettete i 5 tuorli nella planetaria, versate a filo lo zucchero cotto e fate montare il composto fino a completo raffreddamento. Quindi incorporate il mascarpone e la panna precedentemente semi-montata.

Tocco finale

Tagliate orizzontalmente a metà ogni bomba. Bagnatele con il caffè amaro servendovi di un pennello quindi farcitele con un abbondante strato di crema tiramisù.

Ricomponetele e spolverizzatele con il cacao amaro.