di Nunzia Clemente 15 Aprile 2016
harley davidson, chef

Sulle prime Leon Borja sembra un biker qualunque. Capelli lunghi, vita on the road, Harley Davidson come destriero da cavalcare.

Se però aggiungiamo il fascino esotico del brasiliano traslocato a Londra, le parole maiale e manzo tatuate sulle nocche delle mani, l’appartenenza ai cuochi della cricca Harley-Dogs, capite da voi che il ruolo di asfaltatore di ormoni non glielo toglie nessuno.

C’è dell’altro: il posto dove Leon cucina.

Non troverete un esempio più calzante di street food, visto che il biker brasiliano cucina direttamente nella sua Harley, parcheggiata fuori dal pub Mother’s Kelly, nell’East London.

Bombola del gas come appendice della moto e griglia pensile: un panino più rock’n’roll di questo non l’avete mai visto.

harley davidson, biker che3

Sapori che nella migliore tradizione del cibo da strada ti travolgono come uno schiaffo inaspettato. Situazione al limite (molto al limite) della tolleranza Asl. Approccio necessariamente minimalista: tre soli ingredienti per l’hamburger (carne, sale e succoso midollo).

E poi panini senza sviolinate, “ma spesso più buoni di quelli che regnano su Instagram“, precisa Leon, disponibili in tre opzioni: Pedigree (hot dog con salsicciotto, sottaceti e cipolla fritta), Stray Dog (hot dog ispirato alle ricette brasiliane, con salsiccia piccante), Mother Burger (hamburger a tre strati).

Ma non pensate male: il cuoco tiene molto ai panini che prepara.

Racconta con un certo orgoglio di avere cercato a lungo il pane più adatto, di aver provato 25 hot dog diversi prima di scegliere quello che serve attualmente, e di avere il macellaio, da cui acquista la carne per gli hamburger, in comune con la Casa Reale, nientemeno.

harley davidson, biker chef2

hot dog cucinato harley davidson

Per riuscire ad attirare clienti Borja, che sogna di aprire un posto all’aperto dove cucinare e fare musica, tiene i prezzi bassi. Aveva anche adottato la politica del paga quanto puoi, ma spesso anche chi poteva pagava poco, allora è tornato a metodi più tradizionali.

harley davidson cuoco biker

Un’idea sarebbe spostare la cucina motorizzata Harley nei festival musicali dell’estate londinese. Più piccoli e underground sono meglio è: Leon ha provato a infilarsi in qualche grande evento, ma le sue richieste sono state rifiutate.

[Crediti | Link: Munchies]