di Susanna Danieli 29 Gennaio 2020
banana

È l’unico frutto dell’amor. O almeno così si dice. Il tema dei cibi afrodisiaci è antichissimo ed esiste in tutte le culture. Si tratta di ingredienti associati alla sfera sessuale che, secondo il credo popolare, avrebbero il potere di aumentare la libido. Vuoi per la ricercatezza, l’esotismo o più semplicemente la forma (come nel caso della nostra banana), questi cibi farebbero miracoli sotto le coperte.

Ma cosa c’è di vero?

Nella dura realtà scientifica dei fatti, per intenderci quella che non lascia nessuno spazio all’immaginazione romantica, non sono mai state riscontrate effettive proprietà afrodisiache per nessun alimento. Piuttosto, si parla di sostanze e micronutrienti che, se consumati, fanno sicuramente bene prima alla salute, e poi indirettamente alle funzionalità psico/fisiologiche che si collegano alla performance sessuale. Quindi, non aspettatevi l’effetto immediato stile Braccio di Ferro – con la differenza che a ingrossarsi non sarebbero gli arti superiori.

Vediamo, fra stimolatori dell’umore, antiossidanti e vasodilatatori, quali sono i cibi afrodisiaci per eccellenza.

Maca

La radice peruviana dal retrogusto vagamente noccioloso ha proprietà toniche ed energizzanti, non a caso è una mano santa la mattina nel latte o nello yogurt. Il potere afrodisiaco del maca? L’abilità di stimolare la produzione di spermatozoi e quindi, indirettamente, di aumentare il desiderio sessuale. Che dite, provate a scioglierne un cucchiaino la prossima volta che portate la colazione a letto al vostro partner?

Peperoncino

Eccolo qua l’immancabile peperoncino, caliente e spicy proprio come l’uomo o donna oggetto dei vostri desideri. Il responsabile di cotanta piccantezza libidinosa è la capsaicina, sostanza che aumenta la temperatura corporea, agisce come vasodilatatore e attiva i recettori della lingua producendo adrenalina ed endorfine. Insomma, i presupposti per spogliarsi ci sono tutti.

Aglio

Immancabile compare del peperoncino (lo sanno bene i mangia-spaghetti notturni compulsivi) è l’aglio. Direte voi, cosa c’è di meno romantico di un alito fetente. Eppure l’allicina, il composto sulfureo che caratterizza l’aroma intenso dell’aglio, stimola l’aumento di flusso sanguigno favorendo, a quanto pare, migliori e durevoli prestazioni da parte dell’organo sessuale maschile. Siate meno inibiti dunque, a letto ma anche a tavola.

Ginseng

Problemi di stress? Pressione bassa? Disfunzione erettile? Fermi tutti, questo fa al caso nostro. Il ginseng, la radice asiatica dalle proprietà antiossidanti, promuove la produzione di ossido nitrico, un composto in grado di rilassare la muscolatura e favorire il flusso sanguigno alle estremità. Anche quelle rimaste inattive per troppo tempo, if you know what I mean.

Sedano

Avreste mai pensato di attivare i feromoni richiama-partner semplicemente mangiando in modo sano? Il sedano, ortaggio detox per eccellenza che piace tanto ai dietologi, contiene infatti androsterone e androstenolo, composti chimici che viaggiano attraverso i tessuti e si manifestano con il sudore. Attirando così l’attenzione del sesso opposto, magari proprio quello che vi sta fissando in modo ebete mentre vi ammazzate di fatica in palestra.

Ostriche

Ma anche caviale. E pinoli. E semi di zucca. Il responsabile di tutta questa vogliosa eccitazione in realtà è lo zinco, minerale necessario per la crescita, la riproduzione e la corretta funzionalità di alcuni ormoni, tra cui quelli sessuali. Non solo: lo zinco è fondamentale per la salute della prostata e per la produzione di liquido seminale. Pensavate che il segreto delle ostriche fosse tutto nella loro forma “suggestiva”? La natura, evidentemente, ci ha visto più lungo di voi.

Cioccolato

Il sesso, si sa, è più una questione di testa. Il cioccolato fondente è il candidato perfetto per farci stare bene: contiene infatti teobromina e feniletilamina, sostanze che stimolano il rilascio di serotonina ed endorfine, altrimenti detti “ormoni del benessere”. Che poi sono gli stessi che vengono rilasciati durante l’attività sessuale. Consumate con moderazione e abbandonatevi al piacere.

Noci

Le noci sono considerate un augurio di fertilità da tempi antichissimi. La scienza di oggi finalmente ci spiega perché. Sono infatti un’ottima fonte di L-arginina, aminoacido precursore dell’ossido nitrico, composto amico dell’erezione grazie al suo effetto vasodilatatore.

Uva rossa

Anche l’uva rossa è in buona compagnia, con fagioli rossi, barbabietola e pomodoro. Tutti contengono boro, micro-elemento che aumenta i livelli di testosterone ed estrogeni. L’appetito a tavola sarà seguito dall’appetito sotto le lenzuola, garantito.

Cocomero

È estate e «Antonio, fa caldo», proprio come nella famosa pubblicità. Cosa c’è di meglio per rinfrescarsi di una bella fetta di cocomero? Da oggi il beneficio è doppio: il frutto più idratante che c’è è anche ricco di citrullina, fitonutriente dalle proprietà rilassanti e vasodilatatorie. Dal momento che è concentrato nella buccia vi conviene rosicchiare a più non posso. Vedrete che non ci saranno temperature che tengano!