20 cibi che fanno dimagrire

Ormai ci siamo tutti rassegnati, per quanto riguarda i chili in più: non esistono miracoli, non esistono diete magiche (improbabili) come la dieta del minestrone o del ghiaccio. Esistono però degli stratagemmi che possono aiutarci moltissimo, e naturali al 100%. Si tratta di alcuni alimenti che portano al dimagramento oppure ne accelerano la riuscita, alla portata di tutti e appartenenti ad una lista – grazie al cielo – molto ampia e per tutti i gusti. Ecco a voi i 20 cibi che fanno dimagrire!

Come funzionano questi cibi?

Si parte dal presupposto che, di base, una persona sia già attiva e con uno stile alimentare salutare. Non ha senso mangiare pizza a colazione e puntare poi sulla mela a metà pomeriggio. Come funzionano questi cibi? In sé non fanno dimagrire, ma contribuiscono a loro modo ad aumentare le possibilità di successo: amminoacidi, vitamine, fibre, liquidi al loro interno, pochissime calorie… sono tutti elementi che, in una dieta, possono addirittura migliorare il metabolismo.

Sedano per far palestra masticando

Il sedano è il re dei cibi cosiddetti “a calorie negative“: sono così poche le calorie di un gambo di sedano, che per mangiarli si brucia più energia di quanta se ne assimila. Una combo di acqua e fibre, con abbondante spazio per il potassio. Croccantissimi, dal sapore neutro, completi già con un filo d’olio e pepe. Perfetti come spezza fame… anche perché stufano subito, e la fame ti passa sicuro.

Cetrioli contro la ritenzione idrica

Stesso principio del sedano: consumate più calorie a masticarli e deglutirli, di quante in effetti ne contengano. Ottimi da sgranocchiare, alleati contro la ritenzione idrica, i cetrioli sono un concentrato di vitamine, nessuna presenza di grassi. Fanno bene anche alla pelle e alle borse sotto gli occhi: se siete stressati e non dormite per la fame, almeno avrete un aspetto freschissimo e riposato.

Acqua aromatizzata

I cetrioli proprio non vi vanno giù? Semplice, tagliateli a fettine senza togliere la buccia e immergeteli in una brocca d’acqua, magari con della menta: ecco un’acqua aromatizzata super dissetante, in un secondo.

Papaya per tenere a bada il colesterolo

Uno dei frutti più portentosi in assoluto: tanta vitamina ma soprattutto tantissime fibre, che aiutano a tenere a bada il colesterolo oltre che alleviare i blocchi intestinali. Aiuta molto la digestione, è dolce e gustosa… cosa vogliamo di più dalla vita? Potete ad esempio tagliarla a cubetti e condirla con succo di limone oppure zenzero fresco grattugiato: una squadra perfetta e super efficace.

Peperoncino per far correre il metabolismo

La capsaicina infiamma, e accelera il tasso metabolico in modo significativo, influendo anche sul battito cardiaco: insomma, il peperoncino fa metter la quinta al nostro organismo e ci fa consumare parecchie più calorie di quante in realtà ne abbiano. Vi è mai capitato di sudare copiosamente mangiando qualcosa di piccante? Ecco, è il risultato dell’accelerazione del battito! Se andate a fuoco, ecco le soluzioni.

Cavolfiore per saziarsi subito

Ottimi sia cotti che crudi, i cavolfiori sono un ortaggio molto versatile e dal sapore delicato. Tanta vitamina C, zero grassi, calorie rasenti il nulla. Certo, può provocare un po’ di gonfiore ma di sicuro sazia moltissimo.

Ricetta lampo

Se frullate il cavolfiore crudo insieme a mezzo albume e un po’ di farina di riso, ottenete la base di un’ottima “pizza”: basta stendere il composto su una leccarda, a forma tonda, e condire con pomodoro e poca mozzarella… infornate e il gioco è fatto!

Pomodori per attivare la digestione

Paladini dell’italianità, anche i pomodori sono preziosissimi alleati, essendo ricchi di vitamine e licopeni: questi sono ciò che conferisce loro il caratteristico color rosso, e sono anche antiossidanti come poche altri ortaggi. L’acido citrico contenuto in maniera importante stimola la produzione di succhi gastrici e accelera digestione e metabolismo.

Mele per tante fibre amiche

Le mele, sopratutto quelle verdi granny smith, sono uno snack croccante e piacevolmente acidulo, con un importante ma equilibrato apporto di carboidrati (zuccheri), ma al contempo pieno di fibre. Decisamente, riducono la fame.

Carni magre, proteine buone

Pollo e tacchino sono, tra le carni bianche, le carni considerate più “light” in merito alle calorie per 100 g a parità di proteine. Le proteine, essendo più complicate da digerire per il nostro apparato, ci costano più fatiche e in quella fase ci fan bruciare molte calorie.

Pesce, proteine buone e poche calorie

Ci vorrebbe un articolo intero sulle proprietà vantaggiose del pesce. La magia del pesce, che sia crudo o cotto – e per cotto si intende al forno e non certo nella pastasciutta – è che è ricco di proteine ma pochissime calorie.

Asparagi per fare tanta…

Buonissimi da crudi e da cotti, gli asparagi sono particolarmente indicati come diuretici e antinfiammatori: eliminano le tossine e accelerano un po’ il metabolismo. E a parte tutto: quanto sono buoni!

Zenzero per aiutare stomaco e intestino

Lo zenzero è una radice molto conosciuta, usata sia nei dolci che nelle pietanze salate, grattugiata fresca o essiccata in polvere. Delizioso, dal sapore citrino e dalla lieve piccantezza. Ha proprietà digestive e antinfiammatorie, drenanti. Accelera il metabolismo e pulisce l’intestino.

Caffè per “bruciare” i grassi

Ovvio che non si debbono prendere in considerazione cappuccini e frappuccino di Starbucks, o caffè corretti o macchiati. Nemmeno zuccherati: il caffè aiuta se consumato nero, bollente e non dolcificato in alcun modo che sia della moka, della cuccumella, americano o filtrato. Accelera il metabolismo, stimolando la combustione dei grassi.

Limoni = detox e meno cellulite

I limoni, tra gli agrumi, sono probabilmente i più ricchi di vitamine e acido citrico. Sono considerati un ingrediente detox, bruciagrassi, soprattutto se consumati a crudo o, come nel caso dei cetrioli, immersi o spremuti nell’acqua. Aiuta a drenare i liquidi, ed è quindi alleato del team no cellulite.

Finocchi, per tanta acqua e zero calorie

Leggerissimi e croccanti, morbidi quasi burrosi da cotti, anche i finocchi fanno parte dei cibi a calorie negative. Inoltre, sono ricchi di vitamine e acqua, drenano e saziano che è una meraviglia. Perfetti come snack da portare in ufficio.

Albume per iniziare bene la giornata

L’albume è la parte dell’uovo meno grassa ed è un puro concentrato di proteine. Leggero e molto digeribile, è ideale al mattino in quanto stimola il metabolismo riducendo i picchi glicemici.

Ricetta lampo

L’albume non sempre si accompagna al tuorlo, tanto meno nelle frittate! Sbattetelo con una zucchina o un altro ortaggio, e un cucchiaino di formaggio grattugiato. Cuocetelo come una frittata e sentirete che leggerezza!

Mirtilli per il buon umore

Perfetti come antiossidanti e molto amici della nostra circolazione, i mirtilli sono ricchissimi di vitamine ma anche di fibre, 4 g ogni etto. Una manciata a colazione o a merenda mantiene di buon umore!

Yogurt greco proteico, leggero e versatile

Tra gli yogurt in commercio, lo yogurt greco colato è la scelta ideale: proteine a go go, fibre e grassi buoni, sazia, si presta come colazione o come spuntino, persino come condimento dell’insalata al posto di maionesi e salse.

Spinaci, tanta energia

Pochissime calorie, ferro e fibre, nonché vitamine. Antiossidanti, tanta energia: gli spinaci sono perfetti alleati della dieta, sia da cotti (saziano molto e mettono di buon umore) che da crudi (in alternativa alla lattuga).

Semi di chia per aiutare l’intestino

Si tratta di semi molto particolari e nutrienti, ricchissimi di fibre e che hanno un altissimo potere saziante. Si usano soprattutto associati ad acqua, latte, bevande vegetali o yogurt: se lasciati in ammollo, infatti, questi assorbono umidità e aumentano di volume, diventando quasi gelatinosi. I vantaggi sono due: ti riempiono subito, puliscono l’apparato digerente.

Cioccolato fondente, teobromina I Love You

L’ho lasciato apposta per ultimo, per finire la lettura con ulteriore gioia. Il cioccolato fondente almeno al 70% – ormai la cosa non è più un mistero da un po’ – è nostro alleato nella perdita di peso: soddisfa la gola e 1 pezzettino al giorno può accelerare il metabolismo grazie a caffeina e teobromina. Un pezzettino. Uno. Ino.

I nostri no

Che si tenga tuttavia bene in mente che, come già ho scritto, non ha assolutamente senso pranzare con due etti di carbonara e sperare che un espresso non zuccherato subito dopo possa bruciare tutto il grasso della nostra amata. Inoltre:

  • Generalizzare non è mai cosa buona e giusta;
  • Molti dei suddetti cibi sono istamino-liberatori, significa che possono provocare irritazione: cioccolato, pomodori, caffè in primis. Quindi bisogna capire se sono adatti a noi;
  • La dieta non parla di quantità: se ho fame, 5 cetrioli andranno bene? Oppure 26 pomodori? Mh;
  • Non si parla di abbinamenti né di momenti della giornata;
  • Noi non abbiamo idea precisa di nulla: ecco perché esistono i nutrizionisti a salvarci e a farci funzionare bene.

Ora che siamo un po’ più curiosi e forse un po’ più positivi, possiamo ampliare la lista della spesa in santa pace aggiungendo (o aumentandone la scorta) questi fantastici 20 amici. Soprattutto il cioccolato fondente…

Fonti
www.dailymail.co.uk 

Avatar Chiara Cajelli

23 Marzo 2019

commenti (3)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar ROSGALUS ha detto:

    Bella rassegna ed utilissima per il dopo le abbuffate natalizie e Pasquali.

  2. Avatar PaoloM ha detto:

    I cibi a calorie negative non esistono, è fuffa, è bufala…
    Il detox è fuffa, bufale…

    Non esistono cibi miracolosi, cibi che curano, cibi che danneggiano, è la somma che fa il totale, è tutta l’alimentazione da considerare.

  3. Avatar Bianca ha detto:

    Ma cos’è successo a questo sito? Cibi detox? Bruciagrassi? Basterebbe un qualsiasi articolo di Dario bressanini a smentire la metà delle cose che avete scritto.
    Cosa vi è preso?