Il buonappetito: caffè senza zucchero, come la penso quattro mesi dopo

Come i lettori più assidui ricorderanno, qualche mese fa anche io –come pochi, coraggiosi italiani– feci un gesto rivoluzionario: smisi di mettere lo zucchero nel caffè.

Era esattamente il 18 gennaio e lo feci per due motivi: il primo era che tutti quelli che se ne intendono, sostengono che il vero aroma del caffè viene rovinato dallo zucchero; il secondo era far sì che tutti quelli che se ne intendono smettessero di rompermi le palle quando aprivo la bustina, sostenendo che il vero aroma del caffè viene rovinato dallo zucchero.

[Il buonappetito: mai più il caffè con lo zucchero]

Dopo quattro mesi di caffè senza zucchero non sono pentito, ma ho tre considerazioni.

— La prima è che qualche volta al momento del caffè mi manca un tocco di dolcezza.
— La seconda è che –senza farmi scorgere– ho provato a rimettere lo zucchero nel caffè, ma è impossibile: se ti abitui a berlo amaro, il ritorno dello zucchero diventa fastidiosissimo, intollerabile.
— La terza, sommando la prima e la seconda, è che al momento del caffè –la fine del pasto o una pausa durante la giornata– si ha voglia ANCHE di qualcosa di dolce. Ma ANCHE significa che la dolcezza deve arrivare assieme al caffè ma non DENTRO.

[Perversioni in tazzina: il caffè, metafora dell’italiano rompiballe]

Capisco, finalmente, quelli che ti mettono il cioccolatino. È in effetti perfetto: cioccolatino e POI caffè.

Il che, ahimè, mi mette nei guai: ora ho sempre voglia di qualcosa di dolce prima del caffè. E se il bar non serve il cioccolatino non so come fare.

Ho provato a mangiare un Mars, ma, francamente, è un po’ troppo.

Luca Iaccarino

9 maggio 2018

commenti (24)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Anche io ho smesso di metterlo, e sono solito mangiarmi un cioccolatino a fianco di esso, talvolta.
    Ma non metto il caffè nello zucchero solo se il caffè è buono, tipo a casa mia.
    Fuori o a casa di altre persone, se fa schifo, devo mettercelo per riuscire a berlo.

    1. Verità sacrosanta.
      I miei amici ormai lo sanno che zucchero= brodaglia insulsa e per questo talvolta mi è toccato bere brodaglie indecenti “nature” pur di non offendere nessuno

      😀

    2. Correggo: ovviamente volevo dire “non metto lo zucchero nel caffè” 😀

  2. metto sempre lo zucchero nel caffe, a meno che non stia bevendo qualche tipo di caffè arabica dolce di suo , al bar , purtroppo il caffe sa quasi sempre di legno, e senza zucchero è da masochisti !!

    1. E diciamolo! Mi chiedo come si faccia a non mettere zucchero negli espressi amari e bruciati che sono praticamente la regola nei bar.
      Io sono passata al caffè filtro e agli specialty coffee (per chi avesse voglia di sbertucciarmi come “povera idiota che paga 3 euro un tazzone di brodaglia”, il caffè lo bevo a casa, l’unico bar dove fanno il caffè filtro ce l’ho a 80 km da casa) e quello sì, si può bere senza zucchero. O con. Diventa una cosa diversa, semplicemente. Mi piacciono entrambi.

  3. Anch’io, periodicamente, cerco di”smettere” con lo zucchero, ma poi tant’è, ci ricasco…ho serenamente raggiunto un compromesso (con eventuale possibilità di evoluzione); ora ne metto solo la punta di un cucchiaino…poi vedremo.

  4. In Germania l’abitudine di mettere qualcosa di dolce accanto al caffè è estremamente frequente, purtroppo non è così da noi….

  5. Dal caffè senza zucchero non si torna indietro. Dopo 25 anni di caffè amari quando vedo qualcuno che mette nella tazzina più di un cucchiaino di zucchero mi viene la nausea.
    Mangiare un cioccolatino od un biscottino insieme ci sta, anzi direi che è un bel binomio.

  6. Lo zucchero e nel complesso i carboidrati sono il veleno numero uno per la salute nella società odierna…provate per un mese a mangiare frutta verdura carne e pesce poi mi dite se non ho ragione… Poi si può chiamarla paleo dieta o come volete ma i risultati per la salute sono innegabili.. provare per credere

    1. Come se la frutta non fosse ricca di zuccheri….

    2. Pure patate e legumi contengono molti carboidrati…
      Io comunque un bel piatto di pasta un paio di volte a settimana me lo mangio nel dubbio. E il pane DI QUALITA’ pure.

  7. Mi complimento per l’ottima abitudine 🙂 se non ricordo male avevo commentato il precedente articolo proprio dicendo che, una volta presa l’abitudine, è impossibile tornare indietro!
    Bene per il cioccolatino (meglio un quadretto di cioccolato biologico con almeno il 70% di cacao), ma il Mars proprio no… quella è robaccia! E poi lascia un retrogusto di deforestazione…

    Notizia di questi giorni
    http://m.greenpeace.org/italy/it/high/News1/Nuova-deforestazione-massiccia-in-Indonesia-per-lolio-di-palma/

    1. E le alternative all’olio di palma? Non devono essere coltivate? Che area occupa l’aumento di questa produzione? Info complete please…

  8. In Germania mettono qualcosa di dolce accanto al caffe ´,perche ´il caffe ´e ´imbevibile.

  9. Beh…io sono una di quelle rompiballe intenditrici (anche se poi le balle le rompono a me che non lo metto)che non mette mai lo zucchero nel caffè ormai da più di vent’anni poiché essendo amante di questa bevanda mi gusto il suo aroma così come deve essere…a volte mettono il cioccolattino(che io puntualmente lascio lì) ma qui maggiormente il caffè viene servito con un bicchiere di acqua perché il caffè per essere gustato non deve confondersi con altri sapori…a buon intenditor….

«