ll Buonappetito: Estinguiti, maledetto piattino di plastica

Pare che l’Unione Europea voglia finalmente mettere fine a uno dei grandi abomini del Novecento: il piattino di plastica. E con esso alle forchettine, ai coltellini, ai cucchiainini (per distinguerli dai cucchiaini) eccetera: dopo le cannucce, tutte le altre stoviglie sintetiche verranno bandite perché dannose per l’ambiente.

Il mio commento è: era l’ora. Ci sono pochi oggetti che nella vita ho odiato di più dei maledetti piattini e delle maledette posatine.

[Perché, di preciso, eliminare le cannucce aiuta l’ambiente]

In campeggio, a spiaggia, alle feste da bambini e dei bambini non c’è volta che l’esilissimo contenitorino non mi si sia rovesciato scaraventandomi l’insalata di riso sui pantaloni, non sia volato via pieno di patatine a causa di una folata di vento – spargendo i fonzies sugli astanti -, non abbia provocato l’ustione di terzo grado se riempito di qualche sbobba scoutistica.

Non è mai capitato che un rebbo non si staccasse dalla forchettinina per finire nell’occhio di qualcuno, che la “lama” (lama: ahahahaha) del coltellino non si spezzasse con uno schiocco secco nel tentativo di tagliare anche solo un formaggino, che un cucchiaio non si sciogliesse nella minestra rovente scodellata dal parroco.

[Amsterdam: ha aperto il primo supermercato senza plastica]

E non parliamo dei bicchierini che appena li stringi un po’ si piegano, si tagliano e tutta la sangria ti finisce sulle scarpe.

Io capisco le esigenze dei campeggiatori, ma sono certo che nel terzo millennio troveranno soluzioni migliori delle abominevoli stoviglie bianche spesse un decimo di millimetro. E se non le troveranno, che in campagna si mangino panini. O focacce. O pure semi e lupini. Basta che muoiano, finalmente, i piattini di plastica.

Luca Iaccarino Luca Iaccarino

31 Luglio 2018

commenti (13)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Ganascia ha detto:

    Giusto. Che i vagabondi imparino di nuovo a lavare le stoviglie per bene.

  2. Avatar Anna ha detto:

    Esistono in commercio anche le stoviglie biodegradabili se proprio uno ci tiene all’ambiente.

    1. Avatar Paolo ha detto:

      Infatti l’autore verrà ampiamente deluso, poiché quelle odiate stoviglie continueranno ad esistere, con altra sostanza merceologica. A dirr la verità in molti scaffali è già possibile vedere, accanto alle stoviglie di plastica, le corrispondenti posate, piatti e bicchieri in materiale biodegradabile/riciclabile.
      Quindi massima tranquillità, Iaccarino: continuerai a bere da bicchieri che ti rovesciano la sangria sui pantaloni, e mangiare da piattini che volano alla minima folata.

    1. Avatar Giuseppe ha detto:

      Bravo, risposta giusta.
      Vinci un set di piatti, forchette, cucchiai, coltelli, bicchieri e cannucce (tutte di plastica) per 5.000 persone.
      Te lo spediremo al più presto direttamente su per il cxxo.

      So che non lo pubblicherete ma mi sono divertito molto a scriverlo e, spero, anche voi a leggerlo, cari moderatori. 🙂

    2. Avatar Teo ha detto:

      Beato te che ti diverti con così poco. D’altronde pochi neuroni vengono soddisfatti rapidamente.

  3. Avatar Gigi ha detto:

    Mah se usate quando servono non sono male, come per tutto è l’abuso il problema.

  4. Avatar Andrea verona ha detto:

    Concordo con Ganascia… anche se per molti la parola lavare le stoviglie non esiste nel vocabolario

  5. Avatar Damiano ha detto:

    Soliti rimedi di chi, essendo incapace di controllare o reprimere comportamenti sbagliati, trova la soluzione delle soluzioni.

    Come il bimbominkia che, non sapendo giocare a briscola… Gne gne gne butto via tutte le carte così non gioca più nessuno.

    E questa sarebbe la soluzione? Gli incivili, i maleducati, gli irresponsabili troveranno sempre un maledetto rifiuto da abbandonare… tolto il piattino e la cannuccia sarà il turno di qualcos’altro… Quindi non gli devi insegnare a non abbandonare prima questo e poi quello… Ma a non abbandonare NULLA.

    L’insegnamento alle soglie del 2019 può tranquillamente essere una bella multa da 2keuros piuttosto che una sana pedata nelle chiappone… risultati assicurati e picnic con bei piatti di plastica colorati.

  6. Avatar Luciano ha detto:

    La plastica fu inventata per essere un materiale “eterno” e la società si è fatta uccellare dall’industria (che se ne frega dei danni che provoca all’ambiente e sempre se ne fregherà) accettando che venisse usata per fabbricare oggetti “usa e getta”. E ancora c’è chi non ha realizzato e desidera continuare così. Il declino ce lo siamo meritati per carenza grave di neuroni ….

  7. Avatar Andrea ha detto:

    Unione Europea va nella giusta direzione senza però pensare alle valide alternative. Inoltre si ignora completamente che 3/4 del pianeta non ricicla nulla. Non pensate che nei paesi poveri o in via di sviluppo ci sia inquinamento.