di Carmelita Cianci 5 Settembre 2011

Al dodicesimo round di Prova d’assaggio, test settimanale tra prodotti della stessa categoria, possibilmente di largo consumo, torniamo a dissetarci con un drink. Lo suggeriscono il caldo record degli ultimi scampoli d’estate e il fatto che fin qui abbiamo riservato alle bibite un solo confronto, protagonista era il chinotto. Oggi tocca invece a 5 aranciate reperite tra Super e negozi di specialità.

I CONTENDENTI

Abbondio
Fanta
Oransoda (Gruppo Campari)
Paoletti
Sanpellegrino

I CRITERI

— Aspetto visivo
— Analisi olfattiva
— Effervescenza
— Sapore

Il test si è svolto “alla cieca”. Come sempre ricordo che non sono una tecnologa alimentare, e che il verdetto è oggettivo con deviazioni personal-affettive.

# 5 Fanta

Formato: 50 cl
Ingredienti: acqua, succo di arancia (12%), zucchero, anidride carbonica, acidificante acido citrico, aromi naturali di agrumi, stabilizzante gomma d’acacia, antiossidante acido ascorbico.
Imbottigliata su autorizzazione della The Coca Cola Company da Coca Cola HBC srl, sede: Milano, stabilimento: Gaglianico (BI).
Presenti informazioni nutrizionali.

Giudizio: richiama alla memoria, vagamente, un medicinale.
Packaging: bottiglia in pet, linea snella con curve esagerate.
Aspetto visivo: colore giallo torbido, percepita una timida effervescenza.
Analisi olfattiva: asettica.
Effervescenza: se alla vista quasi si negava al palato non passa inosservata.
Sapore: medicale e dolciastro, stancante. L’arancia è impercettibile.
Prezzo: € 1,59/al l. quindi € 0,80
Rapporto prezzo/felicità: appropriato, il più economico si piazza ultimo.
In breve: artificiale.
VOTO 4

# 4 Oransoda

Formato: 50 cl
Ingredienti: acqua, succo d’arancia (12%), zucchero, sciroppo di glucosio-fruttosio, anidride carbonica, acidificante acido citrico, aromi, conservante potassio sorbato. La presenza di polpa d’arancia sul fondo è dovuta ai componenti naturali del prodotto.
Prodotto da DCM S.p.A. – 28862 Crodo, Italia.

Giudizio: dolce come miele all’arancio.
Packaging: classica bottiglia in pet, linea più goffa rispetto alla Fanta, suggerimento: mettersi a dieta.
Aspetto visivo: giallo chiaro, come indicato in etichetta sono presenti frammenti di polpa.
Analisi olfattiva: l’arancia si sente.
Effervescenza: ma il gas che fine ha fatto?
Sapore: dolce e un po’ fastidioso. Se vi piacciono i talent smielati alla De Filippi, potrebbe fare per voi.
Prezzo: € 1,64 /al l. quindi € 0,82
Rapporto prezzo/felicità: adeguato.
In breve: oltremodo dolce.
VOTO 5

# 3 Aranciata Sanpellegrino

Formato: 50 cl
Ingredienti: acqua, succo d’arancia (15,6%), sciroppo di glucosio-fruttosio, zucchero, anidride carbonica, acidificanti: acido citrico, aroma naturale d’arancia.
Sanpellegrino S.p.A. Via Lodovico il Moro 35 (MI). Stabilimento di San Giorgio in Bosco (PD)
Presenti informazioni nutrizionali.

Giudizio: sapore che inizia a definirsi, la quantità di zucchero cala.
Packaging: attenta panciuta bottiglia in pet, che altrimenti scoppi.
Aspetto visivo: colore giallo carico e denso, le bollicine si vedono.
Analisi olfattiva: riconducibile all’arancia.
Effervescenza: gas calibrato.
Sapore: l’arancia c’è. All’attacco caramelloso si sostituiscono note amare che rendono la bibita piacevole.
Prezzo: € 1,64/al l. quindi € 0,82
Rapporto prezzo/felicità: buono, costa come l’Oransoda ma è al terzo posto tra i contendenti.
In breve: il dolce e l’ amaro.
VOTO 6

# 2 Aranciata Abbondio
Formato: 25 cl
Ingredienti: acqua, succo d’arancia (12%), zucchero di canna, infusi, estratti ed aromi naturali vegetali, anidride carbonica.
Con infuso d’arance del Presidio Slow Food.
Prodotto da Abbondio S.p.A. Stabilimento di Boffalora.
Presenti informazioni nutrizionali.

Giudizio: rossiccia, la vera alternativa del test. Drink naturale, leggero, senza eccessi.
Packaging: snella bottiglia in vetro dalla grafica vintage. La pin up in copertina è seducente ma algida.
Aspetto visivo: la più rossa del gruppo, appena versata schiuma come una birra artigianale. “Teo Musso esci da questo corpo 2”!
Analisi olfattiva: si distingue l’arancia.
Effervescenza: a differenza del chinotto Abbondio, è (alla buon’ora) gasatissima.
Sapore: piacevolmente agrumato, inizia bene, pecca quel prolungato tocco mieloso nel finale.
Prezzo: € 3,92/al l. quindi € 0,98
Rapporto prezzo/felicità: appropriato, ma trovo il prezzo alto in ogni caso.
In breve: anticonformista.
VOTO 7

# 1 Aranciata Paoletti

Formato: 25 cl
Ingredienti: acqua, zucchero, succo d’arancia 12%. Contenente: aromi, anidride carbonica. Acidificante: acido citrico. Conservante E 202. Senza coloranti.
Per Enrico Paoletti e Figli Srl. Via dei Peschi 5, Marino del Tronto (Ascoli Piceno). Imbottigliata nello stabilimento di Via Carciole 10, Cingoli (MC).

Giudizio: la più equilibrata e gustosa del test, sapore godibile con trascurabili ricadute dolci.
Packaging: classica bottiglia dalle linee sinuose e allungate. Pin up bruna e di chiara provenienza italica in copertina.
Aspetto visivo: il colore più vivace galvanizzato dalle bollicine.
Analisi olfattiva: aranciata.
Effervescenza: gas dalla tenuta sorprendente.
Sapore: fresco, delicato e bilanciato: gli zuccheri in eccesso suonano la ritirata.
Prezzo: € 4,32/al l. quindi € 1,08
Rapporto prezzo/felicità: può andare, anche se alto.
– In breve: questa si che è un’aranciata esagerata!
VOTO 8

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO

Si esagera con lo zucchero, comune denominatore di troppe Prove d’assaggio. La rivelazione è l’outsider Abbondio, drink naturale e occhiutamente alternativo all’aranciato come la conosciamo per colore e gusto. Ma è il sapore amabile e delicato della Paoletti a spuntarla, evidentemente equibrio e costanza pagano. Non delude la Sanpellegrino, medaglia di bronzo che tra le aranciate di largo consumo supera la Fanta, poco naturale,  e l’Oransoda, troppo dolce.

Bevete aranciata? Conoscete tutte le marche del test? Volete segnalarne altre? E qual è ila vostra aranciata preferita?

[Crediti | Link: Dissapore, immagini: Carmelita Cianci]