di Carmelita Cianci 3 Ottobre 2011

Metto volentieri le mani in pasta e se proprio devo mi rivolgo al pusher di famiglia (leggi pasta fresca), ma visto che la Prova d’assaggio n. 16 è appannaggio della pasta all’uovo (qui le altre: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 11, 12, 13, 14, 15), nel fine settimana mi sono ingozzata di tagliatelle confezionate. Scoprire quali ricordano più da vicino la pasta fatta in casa era l’obiettivo del test.

I CONTENDENTI

Agnesi
Barilla
Buitoni
De Cecco
La Molisana

I CRITERI

– Aspetto visivo
– Consistenza
– Collosità
– Verifica cottura
– Omogeneità cottura
– Tenuta cottura
– Sapore
– Capacità di assorbimento

Ho assaggiato la pasta sia senza condimento che condita. Il test si è svolto “alla cieca”, come sempre ricordo che non sono una tecnologa alimentare, e che il verdetto è oggettivo con deviazioni personal-affettive.

#5 Le Rasagnole Buitoni

Formato: 250 g
Ingredienti: semola di grano duro, uova fresche 23,8%.
Prodotto da Newlat S.p.A. Via J.F. Kennedy 16 – 42100 Reggio Emilia – Italy, Buitoni in accordo con il proprietario dei marchi. Stabilimento Zona Industriale Altotevere – 52037 Sansepolcro (AR) – Italy.
Cottura: 5 min.

Giudizio: piccola delusione, tagliatelle un po’ striminzite che faticano ad accontentare il palato.
Packaging: in plastica, dalla grafica rustica e casereccia.
Aspetto visivo: le più sottili tra i contendenti, prima della cottura sono ruvide e piacevoli al tatto, pregi che svaniscono dopo.
Consistenza: modesta, “tiene” poco la cottura.
Collosità: esagerata, perfino appiccicosa.
Verifica cottura: probabilmente andava cotta meno dei 5 minuti indicati.
Omogeneità cottura: non molto uniforme.
Tenuta cottura: trascorsi un paio di minuti sembra già troppo tenera.
Sapore: un po’ anonimo con sottile nota amarognola.
Capacità di assorbimento: il condimento tende a scivolare via.
Prezzo: € 4,36/al kg quindi € 1,09.
Rapporto prezzo/felicità: può andare, dal momento che il risultato del test è modesto.
In breve: mi aspettavo di più.
VOTO 5

#4 Tagliatelle Emiliane Barilla

Formato: 250 g
Ingredienti: semola di grano duro, uova fresche di categoria A (28,3%).
Barilla G. e R. Fratelli – Società per Azioni, Via Mantova 166, Parma, Italy. Prodotto nello stabilimento di Parma – Via Mantova 166.
Cottura: 5 min.

Giudizio: manca un po’ di carattere nel sapore.
Packaging: in plastica, grafica dominata dal giallo.
Aspetto visivo: più spesse e ruvide di Buitoni, hanno un aspetto un po’ pallido.
Consistenza: sufficiente, senza entusiasmare.
Collosità: piacevole.
Verifica cottura: cuoce nei tempi previsti senza essere perfettamente al dente.
Omogeneità cottura: piccoli peccati, leggere lacerazioni.
Tenuta cottura: buona, dopo un po’ si lascia andare.
Sapore: naturale, quasi farinoso.
Capacità di assorbimento: il condimento fatica a legare.
Prezzo: € 4,76 /al kg quindi € 1,19
Rapporto prezzo/felicità: non molto conveniente.
In breve: con qualche piccolo accorgimento il risultato poteva essere migliore.
VOTO 5,5

#3 Tagliatelle De Cecco

Formato: 250 g
Ingredienti: semola di grano duro, uova (28,27%).
Prodotto da F.lli De Cecco di Filippo Fara S. Martino S.p.A. – 66015 Fara San Martino (CH), Italy, nello stabilimento di Caldari di Ortona (CH), Italy.
Cottura: 3 min.

Giudizio: buone, senza troppa personalità.
Packaging: in plastica, grafica pulita e semplice, non può mancare la contadina abruzzese.
Aspetto visivo: piccole striature bianche, leggermente più colorita di Barilla, spessore nella norma.
Consistenza: equilibrata.
Collosità: lieve.
Verifica cottura: giusti i tempi, è al dente.
Omogeneità cottura: bilanciata, si notano piccole escoriazioni.
Tenuta cottura: niente male, “tiene” a dovere.
Sapore: gradevole e delicato.
Capacità di assorbimento: discreta.
Prezzo: € 3,40/al kg quindi € 0,85 in promozione – prezzo originario € 5,16/al kg
Rapporto prezzo/felicità: ottimo, considerata la promozione. Meno invitante a prezzo pieno.
In breve: amabile, un po’ scontata.
VOTO 6

#2 Tagliatelle la Molisana

Formato: 250 g
Ingredienti: semola di grano duro, uova (23,9%).
La Molisana Industrie Alimentari S.p.A. Sede e Stabilimento Cda Colle delle Api, 100/A, 86100 Campobasso, Italy.
Cottura: 6 min. normale, 4 min. al dente.

Giudizio: la vera rivelazione del test, sbaraglia contendenti più accreditati guadagnando il secondo posto.
Packaging: di plastica, grafica campestre, ti aspetti di vedere la gallina.
Aspetto visivo: racchiuse in un nido esile, sono le tagliatelle più abbronzata del gruppo con sottili venature bianche e una discreta ruvidezza.
Consistenza: superba, soda ma sinuosa.
Collosità: ai minimi storici.
Verifica cottura: come suggerito sono al dente dopo 4 minuti.
Omogeneità cottura: equilibrata.
Tenuta cottura: resistenza invidiabile.
Sapore: gustoso e personale.
Capacità di assorbimento: lega che è una meraviglia.
Prezzo: € 4,72/al kg quindi € 1,18
Rapporto prezzo/felicità: appropriato.
In breve: una piacevole sorpresa.
VOTO 6,5

#1 Tagliatelle Festaiola Agnesi

Formato: 250 g
Ingredienti: semola di grano duro, uovo (28,3%).
Colussi S.p.A. , Via Giovanni Spadolini 5, 20141 Milano. Produtto da Agnesi, Via Torino 53 – 12045 Fossano (CN).
Cottura: 5 min.

Giudizio: primo posto perché sono tagliatelle piacevolmenti ruvide, che grazie a uno spessore maggiore ricordano quelle fatte in casa.
Packaging: di plastica, dalla grafica navale.
Aspetto visivo: la sfoglia resta grezza come piace a me anche dopo la cottura.
Consistenza: soda, senza sacrificare l’elasticità.
Collosità: minima.
Verifica cottura: nei tempi previsti.
Omogeneità cottura: ottima, non fa una grinza.
Tenuta cottura: perfetta, la migliore del test.
Sapore: gustoso, gradevole e delicato.
Capacità di assorbimento: asciuga il piatto senza fare complimenti.
Prezzo: € 4,76/al kg quindi € 1,19
Rapporto prezzo/felicità: il migliore.
In breve: una tagliatella a prova di bolognese.
VOTO 7


COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO

Test interessante per il livello medio dei contendenti, più che accettabile. Come accaduto con la classica pasta di semola, nessuno lascia traumi particolari e diciamolo, neanche la necessità impellente di un piatto di tagliatelle fatte in casa.

E quando ricorrete alla pasta all’uovo confezionata, se lo fate ovviamente, quale marchio scegliete?

[Crediti | Immagini: Carmelita Cianci]