di Chiara Cajelli 24 Novembre 2019
sardine-5-idee-migliori-mangiarle

Le sardine sono la classica cosa che si tiene in dispensa e che fa quasi sempre la stessa fine: non si sa mai come consumarle, oppure le si fa fuori fagocitandole appena si apre la scatoletta. Eppure, se resistete a quest’ultimo impulso, prendete in considerazione questo articolo, con le 5 idee migliori per mangiarle.

1. Su bruschetta

C’è chi vivrebbe solo a bruschette, bruschette come stile di vita. Come mia mamma Ornella, ad esempio: lei mangerebbe solo bruschette e le sue preferite si chiamano “crostoni di mozzarella“. Fette di pane si Altamura con mozzarella a fette e fatte grillare in forno fino alla doratura desiderata. Mio papà, non avvezzo a queste cose, ha però capitolato nel momento in cui ha aggiunto una o due sardine sul crostone. Preferite una bruschetta più classica e fresca? Grigliate il pane, passateci sopra un po’ di aglio, copritelo di burrata e concludete con sardine belle sapide. Mozzarella e burrata sono idee, ma basta anche il canonico pomodoro a brunoise!

2. Con la polenta

Non è una novità: pesce e polenta si abbracciano, e si amano in qualunque maniera – premesso che la polenta è in grado di abbracciare e amare qualsiasi ingrediente, persino lo zucchero. Avete mai provato polenta e sardine? L’idea si trasforma in fingerfood perfetto per un buffet… ecco come. Cuocete la polenta e lasciatela raffreddare in una teglia, tagliatela a cubotti e passateli sulla piastra o griglia ben calda: son pronti per essere serviti, con sopra una virgola di burro su cui posizionare una sardina.

3. Sciolte nell’olio

Di una semplicità disarmante: partite dalla pasta aglio, olio e peperoncino ma con questo tocco in più di cui non potrete più fare a meno. Una volta scaldato l’olio come da ricetta, fate sciogliere al suo interno 1-2 sardine sgocciolate a testa. Con la salsina ottenuta condite la pasta cotta al dente.

4. In un’insalata

Se state cercando si rendere interessante un’insalata, sappiate che bastano pochissime mosse ed esistono mille alternative: olive infornate, ricotta salata, avocado, senape, legumi… oppure, sardine. Bastano un paio di sardine rotte nell’olio per trasformare la noia in gioia.

5. In crema

Frullare ricotta e sardine è una soluzione versatile come poche: potete usarla sulle bruschette già citate, come ripieno per la pasta fresca, come farcitura di un sandwich da portarvi in ufficio, per intingerci crostini e verdure crude durante un happy hour casalingo.

Allora, andiamo a prendere un po’ di sardina domani?