di Massimo Bernardi 21 Ottobre 2010
Salone del gusto 2010

Cari piccoli lettori buongiorno da un’assolata Torino! Siamo arrivati ieri per seguire il Salone del Gusto 2010 gentilmente invitati da Slow Food. Ci ospita Villa Gualino, un mastodontico hotel sulle colline torinesi che ricorda vagamente l’Overlook Hotel del film Shining, se sapete di cosa parlo.

I corridoi sono gli stessi (ho temuto di incrociare le gemelline), la sala colazione è triste come poche, la cameriera è sputata la Misery di “Misery non deve morire”. Però, siccome bisogna cogliere gli aspetti positivi delle cose, dico che in compenso la vista è grandiosa. Il fatto di essere lontani da tutto (fan 15 euro di taxi ogni volta che ti muovi) non ci ha impedito di dare l’assalto alla gelateria di Alberto Marchetti, in Corso Vittorio Emanule II al 24, né di cenare ieri sera da Eataly, al 230 di via Nizza. E ovviamente siamo stati al Lingotto per darvi un’anteprima del Salone del Gusto, probabilmente l’evento gastronomico più rilevante del pianeta. Guardate la galleria fotografica per sapere come è andata.