Hey, dico a voi, elettorato di questo blog, scusate il minimo sindacale di buone maniere ma voglio fare un serio e cazzutissimo censimento del gelato italiano con i superpoteri.

E lo voglio dividere per gusti cult.

Consentito il voto disgiunto, tipo: crema di Vivoli a Firenze MA ANCHE pistacchio del Baretto di Mondello; croccante di Marchetti a Torino MA ANCHE lo sfusato al limone di Gelatauro a Bologna.

Però, prima di votare, confrontatevi con i consigli dell’esperto per capire se un gelato è buono (si apre un Pdf).

1 – Il corpo. Deve averlo, e non disfarsi immediatamente una volta portato alla bocca.
2 – La cremosità. Troppo cremoso non va bene. Se leccando il gelato una patina si sofferma sulla lingua per qualche secondo, i grassi sono eccessivi.
3 – La dolcezza. Deve essere M-O-D-E-R-A-T-A. Una dolcezza troppo avvertibile è sospetta.
4 – Untuosità. Il gelato che scivola via dalla lingua in un nanosecondo non ha i superpoteri.
5 – Acidità. Nei gelati alla frutta o allo yogurt l’acidità non deve essere una nota aggressiva.
6 – Il banco vetrina. Vedete un gelato che sborda dalla vaschetta, va cioè, oltre la “linea del freddo”. Nonostante questo, è intatto, non mostra segni di scioglimento. Ecco, quel gelato è a forte sospetto di conservanti.
7 – Pastosità. Dipende dall’aria che il gelato ingloba durante il mescolamento. Siccome nei gelati industriali viene immessa meccanicamente, il rischio che sia eccessiva è alto. Quindi, meglio di no.

Ancora sicuri del vostro voto? Sì? Così si fa. Figurati se vi fate condizionare dal fatto che il capoluogo toscano ospiterà dal 28 al 31 maggio Firenze gelato festival, ospiterà  che a Milano sia appena nato Lato G, ticket ammiccante tra lato b e punto g. Sotto con i voti, andiamo.

[Fonte: Panorama, immagini: New York Times]

commenti (62)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Matteo @Cesena ha detto:

    ci credete, parlavo di queste cose con il mio gelataio di fiducia non più di 3 giorni fa… lui sì che fa un gelato con i superpoteri, però si lamenta sempre del fatto che la gente non capisce bene la differenza e mangia con gli occhi…

    comunque:

    un classico –> Crema al Croccante, alla gelateria “Carducci 2” sulla via emilia alle porte di Cesena (zona Ippodromo)… quello è il mio super gusto preferito, ma vi assicuro che la politica della gelateria rispecchia le regole sopra descritte, infatti troverete pochi gusti, ma davvero buoni!!!!

    e un saluto ai simpaticissimi Stefano, Sandra e Roberto!

  2. gelato del Miramonti – una sorta di crema – della gelaterai L’Altro d Brescia, piazza Mercato … sì, c’è lo zampino di Philippe Leveille

  3. Cioccolato amaro e Nero d’Avola; crema di ricotta con mandorle e fichi; zabaione allo zibibbo.
    Tutti e tre della stupenda Gelateria del Teatro di via dei Coronari (angolo vicolo San Simone) di Roma. Stefano è bravissimo, fa solo gelati naturalissimi, a volte ostici per i palati avvezzi alla cremosità ruffiana dei semilavorati.
    Ma in realtà i suoi gusti andrebbero citati tutti, in primis il Vecchia Roma, un gusto cremoso arricchito da visciole e qualcos’altro che non ricordo.

  4. N.1: “Il mio Gelato Naturale” di Ermanno Di Pomponio.

    via Romeo Rodriguez Pereira, 170 Roma.

    Clamoroso, gelato pazzesco mai mangiato uno cosi!

    Assolutamente senza paragoni il pistacchio (con veri pistacchi di bronte), la nocciola (con nocciole delle langhe) e il gelato al cacao (un blend di toscano black, chuao Amedei e Domori)…

    Caffé impareggiabile, crema strepitosa.

    Unico difetto: costa in botto.

    Facebook fan page: http://tinyurl.com/2uwtldy
    Mia rece: http://www.ambaradam.com/2009/03/romes-best-kept-secret/

  5. Se vogliamo aggiungere i gelati gustati nei ristoranti, direi che la mia predilezione va al gelato di crema del Sambuco di Milano, a quello del Carlomagno di Collebeato (Brescia) e della trattoria Franca di viale Certosa sempre a Milano, tenuto conto che non ci vado da almeno sette anni.

  6. @Tambu: concordo, in questi giorni poi ho provato il pistacchio integrale di Bronte (mai amato particolarmente il pistacchio, fra l’altro): da strabuzzare la vista, davvero una cosa ultraterrena.
    E poi voto il bergamotto al gelsomino del Gelatauro (BO) assaggiato un mesetto fa.

  7. a bergamo ho mangiato un gelato da capottamento, aspettate l’8 e vi dico il nome della gelateria, tempo di andare all’adunata e piazzar la postazione.

  8. Ecco la mia classifica dei gelati (intesi come gusto):

    1° Gelateria de’ Medici Via dello Statuto, 3/5r – Firenze per la Crema de’ Medici: un gelato alla crema variegato al cioccolato che dà assuefazione, mi viene lacquolina solo a pensarci e dire che prima sceglievo solo gelato alla frutta! Notevoli anche tutti gli altri gusti con menzione speciale per quelli di frutta.

    2° il Pistacchio di Carabé Via Ricasoli, 60r – Firenze quando i pistacchi vengono VERAMENTE da Bronte si sente, ECCOME! consiglio anche il fior di panna da mettere sopra alle sue celeberrime granite: da sballo.

    3° la Nocciola della Cremeria Pasticceria Sempione Corso Vercelli, 156 – Torino la metto solo al terzo posto perché l’ho potuta provare una sola volta ma è la fine del mondo!. Se stessi a Torino andrei in questa pasticceria ogni qual volta fosse possibile perché fanno anche i giandiuotti (li fanno a mano, sono di un formato più piccolo rispetto al normale) più buoni che abbia mai mangiato e se la cavano egregiamente anche come pasticceria per non parlare del gelato al cioccolato amaro da urlo…

    fuori dal podio segnalo solo i nomi delle gelaterie che più mi hanno ingolosito

    Re Gelato V.le Strozzi – Firenze gelati buonissimi e la miglior pasticceria siciliana di Firenze (fanno anche gli arancini e gli accartocciati) Cannoli espressi fantastici.

    – Baroncini – VIA CELSO, 3r – Firenze fanno un ottimo gelato i gusti migliori secondo me sono Buontalenti (questo gusto l’ha inventato un’altra gelateria ma mi piace di più come lo fanno qui!) e semifreddo al caffé

  9. Avatar andrea ha detto:

    Non saprei quale gusto scegliere tra quelli creati da Timballo (anche relatore a Identita Golose) a Udine.