di Adriano Aiello 25 Marzo 2013
Bersani, Open Baladin

Una birretta per pensare, dimenticare o immaginare un futuro senza Grillo e Berlusconi, magari con Gordon Ramsay agli esteri e Zigo Zago (il mago con la faccia blu che spaventava Veltroni nell’esilarante parodia di Guzzanti) alla giustizia. Che poi non è detto che il leader del Pd sia entrato nel locale romano di Campo dei Fiori, l’amato Open Baladin, per bere necessariamente una birra, ma l’accostamento ci piace, e anche in passato le pause solitarie a base di luppolo del prossimo Presidente del Consiglio non sono mancate.

Umanamente è difficile volere male a Bersani e al suo faccione da sano socialismo emiliano, tanto che anche il nemico Sallusti si cruccia di non riuscire a litigarci (e anche online il suo Giornale non entra da tergo come gli è proprio) ma per gli amanti dello studio del linguaggio del corpo lo scatto è così impietoso che dà adito alla teoria del Dead Man Walking coniata dal giornalista e scrittore Andrea Scanzi, noto bersaniano di ferro (si scherza eh Andrea, non mi denunciare…). Un uomo in missione per salvare se stesso, il suo partito e la sua nazione. O nessuna di questa.

Insomma come non fare di quest’immagine una nuova puntata del nostro “Didascalizzami questa”. In attesa delle vostre perle, e viste le lusinghe di Berlusconi, noi suggeriamo al premier incaricato: “Bersani, non sederti a quel tavolo”.

[Crediti | Link: Dissapore, Il Giornale, Facebook, La Stampa, immagine: Huffington Post]