di Giorgia Cannarella 24 Febbraio 2014

Cose, anzi alimenti, che si possono comprare con 45 euro: 1 kg di eccellente filetto di manzo, un branzino di almeno 1 kg e mezzo o la stessa quantità di funghi porcini. 10 kg di pasta Benedetto Cavalieri, una buona cena al ristorante, 4 pizze, birrozza e caffè.

E … 1 kg di chiacchiere.

Sì, il dolce di Carnevale, noto anche con il nome di bugie, galani e sfrappole, fatto di farina, uova e olio per la frittura.

Ora, c’è una parola per questa pratica: rapina.

E no, non è retorica populista da forcone o grillino che si è svegliato male. Lo è invece quella sulla fighezza degli ingredienti sempre evocata per giustificare prezzi del genere. Come quelli praticati dal Caffè Cavour di via Padova. Le cui chiacchiere saranno pure fatte dal super pasticcere veneto Biasetto, eh, ma sempre chiacchiere sono.

La denuncia, se di denuncia si può parlare, parte dal blog Papille Vagabonde. Il blogger Gunther si interessa da tempo al prezzo delle chiacchiere – che detto così apre scenari economicamente interessanti, tipo tassare le chiacchiere della politica e rilanciare il paese – precisamente da quando, qualche anno fa, le ha viste in vendita a 37 euro al kg a Bologna.

Scrisse un post indignato a cui fu rimproverato di non avere fornito documentazione fotografica. Questo Carnevale non si è fatto trovare impreparato e ha immortalato chiacchiere nelle vetrine di mezza Italia.

Compresa quella del Caffè Cavour di Padova dove il cartello mostra, inequivocabile, il prezzo diversamente economico.

chiacchiere

Lo sconcerto di Gunther sarebbe comprensibile anche senza ulteriori precisazioni (come possono costare meno del panettone, che ha una lavorazione sicuramente più impegnativa? Perché non mostrano il cartello con gli ingredienti, almeno?). La pessima abitudine ovviamente non è ad appannaggio di Padova, visto che la “lievitazione” del dolce sotto le feste conta vari casi.

Impossibile allora non chiamarvi in causa per sapere quanto costano le chiacchiere nella vostra città o nella vostra pasticceria di fiducia?

Ma soprattutto, quanto siete disposti a spendere per la vostra dose di fritto carnevalesco?

Okay a Carnevale ogni scherzo vale, ma anche il masochismo ha i suoi confini.

[Crediti | Link: Dissapore, Biasetto, Papille Vagabonde, Il Mattino di Padova | Immagini: Papille Vagabonde]