di Giulia Caligiuri 15 Gennaio 2014

La vita dietro le quinte alimenta riflessioni fin troppo poetiche. La vita dentro una cucina di poesia ne ha ben poca e chi non lavora – o non ha mai lavorato in un ristorante – difficilmente può comprendere o immaginare ciò che nel “backstage” succede ogni giorno. O forse sì, per colpa di Gordon Ramsay e di Hell’s Kitchen.

Storie di dita bruciate, bestemmioni indicibili, artisti incompresi e tecnologie parlanti, probabilmente dovute alle allucinazioni per troppo lavoro. Ma niente, la fascinazione contemporanea per tutto ciò che è cucina non placa la nostra curiosità.

Eccoci allora, pronti ad entrare nel soffocante impero di cuochi, lavapiatti, camerieri e figure di passaggio, grazie all’abnegazione di FirstWeFeast. I nostri prodi si sono impegnati a raccogliere le “foto di scena” su Instagram, con il tag #restaurantlife. Curiosiamo un po’.

Potresti lavorare in un ristorante se…

mani bruciate

Un po’ ti piace la sensazione delle bruciature sulle mani e ne fai sfoggio, abbellendole con una graziosa crema antiscottature.

@Tiffany_needham

help

Le tecnologie in cucina iniziano a parlarti.

@allythehuman

interiora

Sai esattamente come prelevare, e con precisione chirurgica, gli organi degli animali selvatici.

@krd204

patate finte

Ami trasformare la verdura in simpatici personaggi comici, solo per far ridere i tuoi colleghi annoiati.

@ashleyyyyylove

avanzi

Hai adocchiato una ciotola con dei rimasugli di crema pasticcera e decidi di saltarle addosso senza dignità, scofanando tutti gli avanzi possibili in cucina.

@sheefner

wallet

Hai accumulato talmente tanta moneta o banconote di piccolo taglio da essere preso per uno spogliarellista, invece che un cameriere.

@rgerringer

lavapiatti

Pensi costantemente che il lavapiatti sia il lavoro più faticoso del mondo e che bisognerebbe pagarlo almeno 10.000 euro al mese.

@beleek

faccia carne

Nel tempo libero ti piace creare sculture di carne (o di qualunque altro alimento a tua portata). E, in fondo, hai pure del talento.

@jordanhagy

weekend

Il tuo weekend è composto da lunedì e martedì.

@mdatlee

bevuta mattutina

Proporre ai tuoi colleghi una bevuta dopo il lavoro significa non tornare a casa prima delle 6 del mattino.

@drinkingchef

ce037d647afb11e3880c124607064fb8_8

Tenti di nasconderti ovunque per non farti trovare dai clienti. Fallendo miseramente.

@alayee

ffe60d14799411e3be060ed4a55bf507_8

La tua squadra è così unita che, anche quando devi assentarti per cause di forza maggiore, i colleghi decidono di sostituirti con un dubbio cartonato per non sentire la tua mancanza.

@colette818

060c03c87a7c11e3872f125d33de7526_8

Nel tempo libero ti piace creare sculture di carne (o di qualunque altro cibo a vostra portata di mano). E, in fondo, hai anche del talento. Parte seconda.

@desireepapadakis

3856685c7b2911e3b7cc1212811a7aac_8

Trovare il tavolo giusto è sempre un’impresa.

@brian_vonderhaar

fe5d8d4e7bb211e395d30ec7201e8182_8

La disperazione si impossessa di te improvvisamente.

@alliebagel

2bbeb2bc5c6a11e3bc6e1239bdb24391_8

Il caffè è il tuo miglior amico.

@cookmonstr

7b232bf0759511e39a11123143081cb7_8

Contro la noia ami travestirti con qualsiasi cosa capiti sotto mano. Anche del cibo.

@ruskalicious

f879aebe76f611e3aaff12e553090a3f_8

Contro la noia 2, ti piace creare dei costumi da scena prendendo spunto da cartoni animati, opere teatrali, personaggi storici.

@leghornchicken

9b3512a2820511e2a86422000a1f9839_7

Non sai più che cosa significhi indossare scarpe che non siano Crocs.

@cookmonstr

f866b3ba764a11e3af811264ebd95973_8

Ogni posto è buono per concederti una pennichella. O inscenare una morte apparente.

@breakroomstories

[Crediti | Link: First We Feast | Immagini: Instagram]