di Giulia Caligiuri 26 Settembre 2013

Coca-Cola, come tutti i colossi di qualsivoglia prodotto nel mondo, è soggetta a figuracce. E a lettere di accusa.

Devo dire, questa volta la questione è al limite dell’assurdo.

Riassumo la notizia: la Vitaminwater, una bevanda energetica di proprietà Coca-Cola, ha tentato di scherzare con le due lingue madre dello Stato del Canada, l’inglese e il francese.

La trovata di presunto marketing virale? Scrivere sotto il tappo di ogni bottiglia due parole totalmente casuali, random –una in un idioma, la seconda nell’altro– affiancandole, per dare vita a giochi linguistici divertenti.

Il risultato? Disastroso, a causa delle combinazioni inavvertitamente create.

Come quella trovata da un papà canadese, o meglio, da sua figlia, la fotografa Blake Loates, che diceva “You Retard”. Ovviamente, la prima parola era in lingua anglosassone YOU/TU, la seconda in lingua francese RETARD/IN RITARDO.

Ma il caso ha voluto che il papà fosse genitore di una bambina, Fiona, con gravi ritardi fisici e psicologici.

Indignato per l’accaduto il papà ha scritto a Coca-Cola, spiegando come, nella condizione di sua figlia, la parola “ritardato” fosse un’offesa, e la svista imperdonabile. Cosa sarebbe successo se a trovare la scritta non fosse stata la figlia Blake, ma proprio Fiona? Come si sarebbe sentita?

Coca-Cola ha risposto alla lettera, scusandosi, e spiegando il malaugurato incidente.

Intanto la fotografia del tappo sta facendo il giro del web e ha raccolto tutte le critiche che merita.

Scusate, quale strategia pubblicitaria poteva mai nascondersi dietro la richiesta di affiancare due parole senza senso?

[Crediti | Link: Spot & Web, immagine: Gawker]