di Lorenza Fumelli 4 Aprile 2013

Cari lettori, Dissapore e Bindella, sono qui oggi per farvi un regalo. Ma… aspettate…. Non lo sentite questo rumore? Il tintinnare acuto di una montagna di bicchieri in vetro e il rumore sordo di ceramiche, piatti, posate? Lo sbuffare degli operai che riprendono fiato tra un colpo e l’altro sferrato su pannelli, impalcature, tendoni e pavimenti, lo sentite? Non ho dubbi: è il Vinitaly con i suoi ultimi, rumorosi preparativi alla 47esima edizione.

Certo, se non fosse per le mie capacità intuitive, mai avrei saputo che a Verona, dal 7 al 10 Aprile, sta per ricominciare la fiera dedicata a vini e distillati più importante che abbiamo. E questo perché noi autori di serie B – dove B sta per Blogger – non riceviamo dai Signori Organizzatori neanche un invito. Ma che dico, nemmeno un comunicato stampa piccolo piccolo, una cortese risposta alle nostre mail o, che so, un bigliettino per gli auguri di Pasqua. No, noi Blogger, per Veronafiere, dopo 47 (quarantasette) edizioni del Vinitaly, ancora non esistiamo.

Ora, va a spiegare ai Signori Organizzatori che moltissimi appassionati e addetti ai lavori si informano sul web, che la casta dei giornalisti è un concetto superato persino dalla casta stessa, e che alcune riviste online gestite da blogger sono in effetti uno strumento di informazione per molti.

E oltre il danno, la beffa: quest’anno, a Verona, i blogger stranieri di rilievo (testualmente: foreign reputable bloggers) non solo sono stati invitati, ma gli è stata addirittura dedicata un’area privata con wi-fi, accoglienza, bollicina e caffè. Ha senso? Non per me.

Comunque il problema non si pone perché per fortuna ci sono le aziende, parecchio più sensibili al mondo che cambia nonostante non si occupino di comunicazione, bensì di vino. E tra queste Bindella, nostro sponsor ormai per il terzo anno, ha deciso di promuovere questo primo intervento dedicato alla fiera (nonostante la fiera), regalando a tre nostri lettori, un ingresso al Vinitaly.  Pensate, pure se non siete addetti ai lavori o giornalisti o blogger stranieri di rilievo.

Chi è Bindella? E un’azienda agricola creata da una famiglia di viticultori che viene da Zurigo. Da 30 anni produce vini, grappe e olio in Toscana, precisamente nella Vallocaia. Li trovate al Vinitaly, padiglione 8, stand D7.

In genere vi chiediamo un piccolo e divertente intervento per meritare l’omaggio. Stavolta si tratta di una vera e propria richiesta di aiuto da parte mia. Scriveteci un elenco di 5 ottime ragioni per andare al Vinitaly (nonostante il Vinitaly). Gli autori dei tre elenchi più convincenti riceveranno il biglietto per il giorno preferito.

Pronti? Via.