di Adriano Aiello 21 Gennaio 2014

È lo scenario più classico di ogni film di fantascienza: la macchina che sostituisce l’uomo (mentre il sindacalista piange). Nello specifico: aggeggi volanti che si piazzano davanti al portone di casa per consegnarti l’ultimo acquisto on-line. Sembra follia, ma in casa Amazon è prossima realtà. Anche se non si fermano a bere un bicchiere… Pure se portano Champagne.

Il colosso dello shopping online ha recentemente fatto sapere dell’’arruolamento di un certo numero di piccoli droni per la consegna a domicilio dei pacchi acquistati in rete. Ebbene sì, addio corriere espresso. Non vedremo più quell’omino simpatico che arriva con il camioncino sotto il tuo appartamento, è di fretta e non conosce la tua lingua, perché nessun italiano ama lavorare a quelle condizioni. Ad alcuni capita anche di schiantarsi sull’ultimo gradino che li separa dalla tua abitazione (parentesi privata conclusa). E lì il tuo senso etico vacilla.

Liberiamoci dalla critica sociale e torniamo in tema: che cosa sono i droni? Niente più che piccoli elicotteri telecomandati a 8 motori. Solitamente sono noti per il lavoro sporco che fanno nelle guerre per la salvezza dell’Occidente. Jeff Bezos, pezzo grosso dell’azienda internazionale, ha già varato il piano – che, come riporta Repubblica, è in stato avanzato di esecuzione (sta anche pensando a come consegnare prima ancora che facciate l’ordine). Bello il futuro.

Che poi è presente, visto che qualcosa è già stato sperimentato sulle Alpi Svizzere: qui un minidrone ha trasportato una bottiglia di Champagne per alcuni clienti di un wine bar al Verbier Resort. Una collaborazione tra il venditore di bollicine Plus De Bulles e il ristorante Les Ruinettes lo ha reso possibile, sotto gli occhi increduli e poco sobri degli spettatori ad alta quota.

Tutti i poveri e gli umanisti possono comunque dormire sonni tranquilli, il servizio è ancora decisamente troppo esoso e poco sviluppato per allargarsi a macchia d’olio.

Rincuoriamo anche i nostalgici del buon dibattito socratico – al citofono – con il fattorino di turno. Non disperate: i minidroni, proprio per la loro piccola stazza, non rimpiazzeranno del tutto il corriere in divisa, ma consegneranno solo pacchi pesanti (anche 2,5 kg) a indirizzi fino a 16 chilometri di distanza dal deposito.

Insomma, occhio a cosa comprate, se l’interazione con il macchinario vi inibisce.

[Crediti | Link: Repubblica, Eater, Daily Mail| Immagine: Eater]