di Rossella Neri 9 Luglio 2014

Mentre scrivo mi sto grattando voluttuosamente quel bubbone, proprio dietro il ginocchio. Perché le punture di zanzara sono così, quando le gratti godi all’inverosimile.

Però, prima di ritrovarsi con un arto più gonfio di quello dell’omino Michelin, potrebbe essere una buona idea non sottovalutare il fatto che dalle zanzare ci si può anche difendere. No, non sto parlando della mitragliatrice a raffica, ma di una serie di cibi che piacciono a noi ma a loro di più, e che ci rendono nel giro di qualche minuto uno spuntino gourmet per gli esserini con quell’odiosa proboscide urticante.

Pronti a scoprire che anche le zanzare hanno un animo gourmet? E che adorano praticamente tutto quello che mangiamo (e beviamo) d’estate?

1. Birra.

birra

Nulla di certo, ma si suppone che basti una lattina da 33 cl di birra perché il corpo emetta odore di etanolo, che attira le zanzare.

L’altro motivo per cui la birra attira le zanzare è che scalda il corpo, e a quanto pare, alle meschine piacciono le carni calde.

2. Banane.

banane

Le banane sono solo il primo di una lunga serie di alimenti, dalle patate all’avocado che fanno aumentare l’acido lattico nel corpo, il che provoca una certa eccitazione nelle zanzare.

A quanto pare la dieta alcalina, con cui qualche guru vi ha sicuramente promesso di salvarvi la vita, vi salva almeno dalle punture.

3. Patatine in sacchetto.

patatine

Il sale è un altro dei prodotti gourmet delle zanzare. Molto più di bocca buona di noi, non fanno nessuna differenza tra quello rosa dell Hymalaya o quello nero della Papuasia.

Ma si esaltano come una biondina al suo primo Margarita, anche per quel sale di infima qualità, tutto unticcio, delle patatine.

4. Dolciumi.

dolciumi

Il detto popolare per cui le zanzare preferiscono il sangue dolce, pare sia confermato dagli studi scientifici. Le zanzare, come me, adorano gli zuccheri.

Sarà per questo che al terzo ghiacciolo, nelle torride notti d’estate, vengo assalita come un apicoltore che stia antipatico alle sue api.

5. Limone.

limone

Come l’acido lattico, anche l’acido ascorbico (la vitamina C)  produce un odore attraente per le zanzare.

Dunque dite addio al Liuk e affini, alla limonata, alla Fanta e a quella coccola vintage della stecca di liquirizia inzuppata nel limone.

6. Sangria.

sangria

Con il suo miscuglio di alcool (vedi al paragrafo birra) e frutta (vedi al paragrafo dolciumi) la sangria attrae le zanzare come l’hamburger vegano attrae un hipster.

Aggiungeteci magari uno spruzzata di limone e il vostro stesso sudore vi trasformerà in carta moschicida.

7. Peperoncino.

pasta aglio olio e peperoncino

Sul peperoncino abbiamo due opzioni, pillola rossa o pillola blu? Gli antichi Maya pare ne mangiassero a quintali per scacciare le zanzare, studi più recenti dicono che per l’alta quantità di acido lattico, richiama le zanzare.

La prossima volta che vi viene voglia di aglio e olio a mezzanotte da che parte propenderete?

8. Fritti.

zucchine fritte

Tutti i cibi che aumentano il colesterolo aumentano anche la quantità di punture, dunque quel bel fritto misto di paranza che vi sparate sulla spiaggia al tramonto vi renderà presto un puntaspilli.

9. Gelato.

gelato

Non solo il gelato, ma i latticini in genere, sempre per via dell’acido lattico, attraggono gli insetti.

E che non pensiate di rifugiarvi nei sorbetti alla frutta perché, manco a dirlo, sono pieni di zuccheri.

10. Maionese.

maionese

E molti dei prodotti conservati che usiamo d’estate per non avere troppo da fare in cucina contengono acido lattico come conservante.

Andateci piano, perché loro, le fameliche, non avranno nessuna moderazione con voi.

[foto crediti: signorina silvietta house, notizie dal mondo, pixabay, dissapore, the daily meal, blog lab, arizona foot hills magazine]