di Giorgia Cannarella 18 Novembre 2013
Chef Rene Redzepi

Ogni ristorante ha la clientela che si merita. E viceversa. La brutta notizia è che anche il Noma, alias l’ex ristorante migliore del mondo, non è scevro dal Cliente Terribile. Quello che rubacchia le posate, fa sesso in bagno, si ubriaca in maniera molesta. Sì, in Danimarca!

A dircelo è lo chef e patron del Noma in persona, ovvero Rene Redzepi. Che in una divertente intervista al sito Epicurious ha stilato una lista dei peggiori clienti che gli sia capitato di incontrare. Anzi, che gli capita, dal monento che alcune colpe vengono reiterate con preoccupante regolarità.

I fornicatori: “Ci sono alcuni che fanno sesso nel bagno. È così imbarazzante, perché tutti sentono tutto, mentre loro pensando di essere discreti”. Saranno i gusci delle cozze a far salire i bollori?

I vomitatori: “Ci sono quelli che si ubriacano e vomitano dappertutto. Ad esempio un gruppo di uomini norvegesi erano stati al sole bevendo grosse pinte di birra. Poi sono entrati a mangiare e uno ha allagato il pavimento nel bel mezzo del ristorante “. Del resto, chi non va al Noma per sbronzarsi?

I distruttori: “Una volta un ragazzo si è ubriacato e si è scordato che le porte del bagno erano scorrevoli, così quando doveva uscire è impazzito, pensando che la porta non si aprisse. Ha distrutto tutto”. Avrei dato una falange per vedere questa scena: manco Wolverine, dai!

I maleducati: “Ci sono gli ospiti scortesi che trattano i camerieri come servi. Alcuni uomini, poi, quando si ubriacano, pensano di poter dire di tutto alle cameriere: noi li buttiamo fuori, non vogliamo averci a che fare. Sono disgustosi. Quello dei camerieri è un lavoro davvero speciale, è terribile che non li valutino abbastanza.” È ufficiale, la sbronza al Noma è una costante.

I cleptomani: “Le persone cercando continuamente di rubare qualcosa, perfino la pelle che abbiamo sulle sedie”. Finalmente una categoria universale di cliente poco apprezzabile.

Il nuotatore: “È estate, stai pranzando e e vedi due ragazze che nuotano. Lasci il tavolo, ti spogli, mostri il tuo peloso corpo di mezza età, e salti nell’acqua con loro. Ecco, questa è una cosa che non dovresti decisamente fare”. In effetti…

Davvero un campionario edificante, da osteria di quart’ordine, o da peggior bar di Caracas..

Ma poi, perchè si sbronzano tutti? Piatti troppo leggeri? In fondo Redzepi è famoso come “Quello che dà da mangiare due foglioline e una manciata di radici”. O forse serve solo Amarone e Primitivo come vini?

Sarà l’eccitazione di trovarsi al Noma a rendere i clienti particolarmente inclini alla sbronza selvaggia. E comunque, voi clienti così li avete mai incontrati al ristorante (o peggio: avuti)?

[Crediti | Link: Epicurious, Immagine: StandardUK]