di Giulia Caligiuri 6 Settembre 2013
Fettuccine Alfredo

Ci sono punti fermi nelle nostre vite, certezze che vanno conservate, cose di basilare saggezza per cui non serve dimostrazione. Ad esempio: i luoghi comuni sugli italiani a tavola.

Uno lo sa, o comunque gli viene spiegato molto presto, oppure lo scopre la prima volta che va all’estero, e vive la propria vita di conseguenza, con animo leggero e rassegnato.

Le prime volte è gradevole affascinare per le scontate abilità gastronomiche, solo perché “sei italiana: vivi urlando, gesticolando e cucinando“. A parte che se vedessero ai fornelli mia sorella cambierebbero subito idea. Ma dopo l’ennesimo “ficooo, voi italiani sbucciate la frutta“, viene voglia di estinguersi.

In estate, pregustando barche, baretti, baci e carezze italiche, gli adoratori internazionali della nostra cucina si scambiano liste tipo: “10 Rules For Eating in Italy Without Scaring the Italians” per poi dimenticarsele.

Ci sono cliché che non riusciamo a scrollarci di dosso e l’opposizione ormai non è reale. Casomai ci divertiamo a distruggerle queste convinzioni di una vita intera, nel lampo in cui, con aria tra finto-scocciato e beffardo, ordiniamo un Bacardi Breezer con le fettuccine, scompaginando le certezze dei compari coreani / americani / giapponesi / svedesi o scegliete voi la nazionalità (è indifferente, tanto ci cascano sempre tutti).

Ma vediamoli i 10 luoghi comuni più diffusi all’estero, quelli che non conoscono rimedio e allietano la testolina dello straniero medio quando collega italiani e tavola.

1. Le Fettuccine (o peggio Fettuccini, o peggio ancora Fetucini) Alfredo sono il nostro piatto per eccellenza.
Ehm… no! Mai viste cucinare, mai mangiate. Anche se la storia narra di una loro origine romana e diversi ristorantacci della capitale ne rivendicano la proprietà, nessuna e ribadisco NESSUNA famiglia italiana si è mai sognata di prepararle. In più, le fanno con il Parmesan cheese. Non so se.

2. Quanto è buona la nostra pasta al Ketchup.
Ecco. Il Ketchup noi lo conosciamo dall’altro ieri. All’inizio credevamo fosse il trucco usato dai registi dei film splatter per ricreare l’effetto del sangue. Quindi, se avessimo voluto rovinare irrimediabilmente un bel piatto di spaghetti al pomodoro, trasformando la cucina in un set horror, probabilmente l’avremmo già fatto. Invece a noi, noiosoni, la pasta piace solo mangiarla in pace.

3. I nostri ristoranti hanno quelle buffe tovaglie a quadrettoni bianchi e rossi.
Gli italiani cantano. Gli italiani mangiano pasta. Gli italiani vivono d’arte. Gli italiani sono cattolici. Gli italiani sono appassionati di calcio. Gli italiani bevono il caffè. Gli italiani sono poveri.

4. Vero italian-style: il contorno di pasta.
Come si dice… Come glielo spieghiamo… La pasta non è un contorno! Vada per il riso, ma hanno per caso mai visto qualcuno in Italia scofanare maccheroni insieme a un tagliere misto di formaggi? O a una bistecca di manzo? O a un filetto di branzino? (Se ne avete testimonianza, per favore, condividetela qui. Questo può essere un ottimo gruppo di sostegno).

5. Il cappuccino si beve dopo pranzo.
Se vuoi fare l’italiano, bevi un caffè dopo pranzo. Non il cappuccino. Quello si beve la mattina, per colazione, insieme a un cornetto. Fate i bravi!

6. Ogni giorno mangiamo la pizza.
Sì, certo, come i norvegesi che ogni giorno mangiano salmone. O gli spagnoli la paella. O i francesi bevono champagne.

7. La cena dei sette pesci l’abbiamo inventata noi.
Chi sa la risposta precisa di cosa sia questa cena (compresa di tutte le portate esatte), vince. Non so ancora cosa, ma vince, è già una bella soddisfazione. Ah, non vale se vivete negli States o se avete parenti lì, quindi siate onesti.

8. La cara e vecchia Caesar Salad l’abbiamo inventata noi.
Non è un piatto italiano, l’ha solo inventata uno con il cognome italiano, che di nome faceva invece Caesar, di norma non proprio nome locale.

9. Mangiamo pasta con il pollo.
Questa non ha nemmeno bisogno di spiegazioni, basta una faccia confusa.

10. Ingurgitiamo cibo tutto il giorno, senza sosta.
Oddio, lo faremmo anche se ci fosse concesso. Ma, a volte, dobbiamo lavorare.

Escludendo che questi 10 siano gli unici luoghi comuni sugli italiani a tavola, vi chiedo: quali altre simpatiche stramberie su di noi e sul nostro modo di mangiare vi è capitato di sentire?

[Crediti | Link: Studentsville, Italianfoodlovers]