di Andrea Soban 19 Novembre 2013
golosaria 2013 paolo massobrio

Manca una disposizione logica degli espositori: intratteneteci, dateci un percorso, un’idea. Va meglio con gli artigiani lombardi riuniti in uno spazio unico, ma la Lombardia intesa come Regione è risaputo, promuove e investe. Al netto della confusione, amplificata da un’affluenza robusta e continua, Golosaria, edizione numero 8 della tre-giorni milanese (16-18 novembre) organizzata dal giornalista Paolo Massobrio nel capiente Superstudio Più di via Tortona, è stata vistosamente un successo.

Poteva mancare la lista dei 1o prodotti più seducenti adocchiati a Golosaria 2013? Domanda retorica, chiaro che no. Eccola infatti.

#12 Birre Artigianale Ofelia – Sovizzo (VI).

birrificio ofelia vicenza

Meno birre artigianali rispetto alle edizioni precedenti ma sempre interessanti e sailcielo perché la maggior parte venete. Insieme alla popolare 32 via dei birrai , alla beverina Antoniana di Padova, abbiamo finalmente provato una buona IPA degnamente spinata alla pompa del gagliardo birrificio vicentino Ofelia.

#11 Zafferano della Brianza.

zaferano della brianza

Un coraggioso progetto agricolo intrapreso di quattro giovani lombardi che hanno scommesso sulla possibilità di coltivare lo zafferano in Brianza. Questi sono i frutti –ottimi davvero– del primo raccolto commercializzato.

#10 Panettoni e Biscotti – I dolci di Giotto.

golosaria2013_pasticceria_giotto

Tra i migliori panettoni artigianali italiani sono prodotti, non ci stancheremo mai di ripeterlo, nel carcere di Padova (Paticceria Giotto). Da quest’anno si possono comprare anche i biscotti, approvati dai palati affamati degli editor di Dissapore. Avvistato e meritevole di segnalazione anche un altro riuscito progetto di reinserimento sociale attraverso la gastronomia: Dolci Libertà della la casa circondariale di Busto Arsizio.

#9 Capperi Pantelleria – Kazzen.

capperi pantelleria kazzen

Altro capolavoro invasettato. Forse non tutti sanno che (cit.) i frutti del cappero raccolti a mano dai contadini dell’isola si mantengono sotto sale, il conservante migliore riesce a non alterarne le caratteristiche.

#8 Pomodorini del Piennolo – Casa Barone.

pomodorini casa barone

Azienda agricola biologica del Parco Nazionale del Vesuvio, famosa per il presidio Slow Food dei pomodorini del Piennolo, amato dai pizzaioli più seri e recente must gastrofighetto. Piccole creature rosse e succose, buccia spessa e sapore in equilibrio perfetto tra dolce, acido e amaro.

#7 Formaggio Montebore – Cooperativa Vallenostra.

formaggio montebore

Caratterizzati da una miscela di latte vaccino e ovino, questi formaggi provengono dall’appennino ligure. A rischio di sparizione sono stati recuperati alla fine degli anni Novanta, oggi sono un Presidio Slow Food realizzato unicamente dalla Cooperativa Vallenostra.

#6 Torta Elisa – Torta Pistocchi.

torta pistoccchi

Finalmente assaggiata la torta Elisa, avete letto bene, non la classica Pistocchi, ovvero una dei dolci al cioccolato italiani più diffusi del pianeta. La novità, dedicata dal pasticcere Claudio Pistocchi a sua figlia, è fatta con cioccolato bianco, spezie e frutti tropicali.

#5  Pesto Genovese – Rossi.

pesto rossi panizza

O rey del Pesto, al secolo Roberto Panizza da Genova, onnipresente negli appuntamenti per gourmet e appena rientrato dal Sudafrica, ci ha raccontato di come anche a quelle latitudini impazzi l’italian sounding, con una fila (piuttosto imbarazzante) di pesto “made in Johannesburg”.

#4 Trota affumicata – Friultrota.

Friultrota

Trote affumicate che arrivano da San Daniele del Friuli, allevate secondo i dettami dell’allevamento NON intensivo nelle vasche di terra, NON cemento, in grande spolvero con la novità della trota agli agrumi.

#3  Focaccia col Formaggio – Manuelina.

focaccia di recco lavorazionefocaccia manuelina

Fa brand da sola la Focaccia di Recco di Manuelina, secondo alcuni fan infervorati la migliore del mondo. Per non farsi cogliere impreparati a Golosaria la realizzavano espressa, vincendo a mani basse il titolo di stand con la fila più lunga.

#2 La Focaccia dolce – Pasticceria Tabiano.

focaccia pasticceria tabiano

Non un panettone, non un pandoro, ma una focaccia dolce (poco burro, frutta candita, maraschino) assemblata con la solita classe da Claudio Gatti. Ma l’intera linea di prodotti del pasticcere di Tabiano Terme (Parma) merita la nostra fiducia incondizionata.

#1 Salumi – Antica Corte Pallavicina.

antica corte pallavidina

Nel nostro piccolo abbiamo inserito il culatello tra le 50 mraviglie dMade in Italy che ci hanno cambiato la vita. A Golosaria si potevano comprare anche strolghini, fiocchi e salumi (formidabile il salame di maiale nero. Antica Corte Pallavicina ingloriosamente piazzata di fronte a uno stand di  profumi e profumieri. Ma della disposizione bizzarra di Golosaria 2013 abbiamo già detto.