di Giorgia Cannarella 21 Marzo 2013

A causa di un rapporto non esattamente idilliaco, zitellare su Twitter circa l’improntitudine dei neoeletti del Movimento 5 Stelle al Parlamento, sembra lo sport preferito di molti commentatori e giornalisti. I quali, considerata la notizia del giorno, ovvero la foto del settimanale Chi così commentata in prima pagina dal quotidiano Libero: “I “grillini” anticasta? Eccoli mentre s’abboffano alla buvette della Camera“, sono oggi più inaciditi che mai: “La mammina si è dimenticata di mettere la merendina nello zaino?” si legge in uno dei cinguetti più rilanciati.

Non dimentichiamo che il ristorante di Montecitorio, la tanto vituperata bouvette, simboleggia i privilegi della classe politica smargiassa che proprio i grillini promettevano di azzerare: piatti di porcellana, stucchi dorati, camerieri in livrea e guanti bianchi.

In effetti, la fotografia rubata da Chi stride con la rigidità morale e l’austerità dei costumi che il Movimento professa instancabilmente, e anche con le foto della neo presidente della Camera Laura Boldrini che mangia in mensa. I tempi dei festeggiamenti post-elettorali al Bar del Fico con relativo conto da 1.800 euro pubblicato su Facebook sembrano lontani.

Sappiamo che durante l’odierna riunione dei parlamentari a Montecitorio è arrivato il richiamo ufficiale di Beppe Grillo: all’uscita dall’incontro tra i grillini circolavano frasi degne di un poliziesco: “Ti giuro, io non so neanche dove sta la buvette”. Mentre l’unico riconoscibile nella foto del settimanale diretto da Alfonso Signorini, il deputato Adriano Zaccagnini, è stato costretto al pubblico mea culpa davanti ai giornalisti:

“C’ero io a quel tavolo, restituirò la parte eccedente del conto che non ho pagato”.

grillini, pranzo, cameraC’è anche chi li difende, i grillini, non sono pochi a pensare che gli attacchi di oggi, tra l’altro gli ultimi di una serie destinata a durare, servano solo a screditare gli eletti di Grillo. Eppure, tra qualche milione di elettori, è più che plausibile che alcuni si stiano chiedendo: ma il Movimento 5 Stelle si è già omologato?

[Crediti | Link: Libero, immagine: Giornalettismo]