di Sara Porro 16 Febbraio 2013
Liveblog Masterchef

Ore 20:30 | Beh, ma che ci fate qui? È San Valentino! Non ditemi che vi devo spiegare cosa dovreste fare, invece, in questo momento.

Ore 20:30 | Per i meno perspicaci di voi: dovreste essere all’Ikea di Corsico, tetra periferia milanese, a gustare le specialità della “cena romantica a buffet”, dalle 19:30 fino alle 21:30. Tra gli highlight del menu, c’è l’arrosto di manzo su vellutata dell’Amore.

Ore 20:30 | Volete sapere cos’è la Vellutata dell’Amore?

Ore 20:30 | In effetti nemmeno io.

Ore 20:45 | In fondo “cosa c’è di meglio di festeggiare la festa più romantica dell’anno con una bella cenetta intima, a lume di candela, guardando con la persona che amate due nuovi episodi di MasterChef?”*

Ore 20:45 | *Sto copiando dal sito ufficiale di MasterChef.

Ore 20:55 | Però forse non è una domanda retorica. Forse davvero ci chiedono quali siano le alternative migliori al trascorrere una serata che dovrebbe essere romantica guardando MasterChef a lume di candela (!!!).

Ore 20:55 | Comincio io, dai. Rimango in tema romantico.

Ore 21:00 | Le piattole.

Ore 21:00 | Vi sfido a fare meglio.

Ore 21:10 | MasterChef, dicevamo! Penultima puntata, 5 concorrenti rimasti. L’ospite del primo episodio sarà Lidia Bastianich, mamma di Joe, a voi meglio nota come “la mia suocera immaginaria”. La prova in esterna della seconda puntata, invece, sarà a L’Andana, il resort toscano di proprietà del celebre chef Alain Ducasse.

Ore 21:15 | (Non avevo mai notato il parallelo tra Ivan e lo scorfano nella carrellata iniziale.)

Ore 21:15 | Discorso introduttivo di ispirazione affidato a Bastianich. “5 aspiranti chef: un avocado, un copywriter, una studentessa…”

Ore 21:15 | Fuori dalla Mystery Box: spaghetti, pomodori, mozzarella, riso, patate, zucchine, piselli, zafferano e curry. Dentro: cozze!

Ore 21:16 | Sentite, la mia cena a base di panettone e birra era più ambiziosa, però.

Ore 21:16 | Solo 5 concorrenti rimasti, quindi lunghissime conversazioni oziose. Mentre Marika teorizza sugli abbinamenti in cucina come una novella Brillat-Savarin, seguiamo l’intero processo decisionale di Tiziana, che non vuole fare un piatto banale “come quello che avrebbe fatto mia mamma”. Maurizio sta facendo un piatto moltomolto creativo, poi sala le cozze. Ivan cuoce le cozze per lunghi, lunghi minuti: Cracco si arrabbia e gli dice “già sei un miracolato, vuoi mostrare di avere almeno due ********?”

Ore 21:17 | Polmoni.

Ore 21:22 | Tiziana corre con la grazia del pinguino sul ghiaccio avanti e indietro dalla dispensa, e Cracco le dice “se continua così, la rimettiamo anche in forma”. Io lo trovo un commento eccezionalmente maleducato.

Ore 21:23 | (Ma rido segretamente.)

Ore 21:23 | I 3 piatti migliori: le Cozze in Crema di Andrea riflettono l’incertezza della sua cucina (“il solito piatto di difesa di Andrea, un omogeneizzato per bambini” commenta l’avvelenato Maurizio). Segue intermezzo motivational di Carlo solotupuoifarlo Cracco. Poi Maurizio: gnocco con farina di riso, patate e mozzarella di bufala, cozze in brodetto. “Ho fatto un ca**o di piatto”, si dice lui, soddisfattissimo. Il terzo piatto è quello di Ivan, che appare ancora traumatizzato dagli eventi della scorsa settimana, e si fa precedere dal piatto tendendo le braccia in avanti nella tradizionale camminata della mummia. Segue altro discorso motivational di Barbieri.

Ore 21:31 | Propongo diventi illegale avere meno di 18 concorrenti a ogni puntata. Il ritmo è soporifero.

Ore 21:32 | Vince Maurizio, che esulta in modo scomposto. Via, in dispensa per l’Invention Test! Il tema di oggi è “Il successo della cucina casalinga”: sotto la cloche, 3 piatti di Lidia Bastianich. “Da dove siete partiti voi, in fondo?”, dice Lidia incalzando i due chef creativi, Cracco e Barbieri. “Da una base soda!”.

Ore 21:33 | L’italiano, questo sconosciuto.

Ore 21:35 | Maurizio assaggia i tre piatti di Lidia: “Quello è il preferito di Joe. Non mangiarlo tutto!” si preoccupa lei. Viene presentata agli altri concorrenti: “trovate che assomigli a qualcuno?” chiede sornione Barbieri. “A lui” indica Marika. Joe le dà un’occhiata in tralice.

Ore 21:38 | La scelta è tra Pollo e patate, Calamaro ripieno, Gnocchi di patate con sugo di coniglio: Maurizio opta per i Calamari ripieni con insalata cruda e cotta. Andrea prende il calamaro sul personale, intuendo la volontà di Maurizio di sabotarlo: “oggi gli voglio far capire veramente chi è Andrea!!” (parlare di sé in terza persona è sempre l’ultimo stadio della nevrosi) (in realtà l’ultimissimo è quello in cui parli di te in terza persona identificandoti come “Napoleone”).

Ore 21:47 | I concorrenti dicono banalità sulla cucina casalinga. Marika sostiene di non avere mai vinto niente perché “troppo emotiva”. Marika, hai dimenticato l’altra faccenda, quella che non ti rispettano perché sei “troppo bella”. Andrea è turbato e intimidito dal calamaro, cui si rivolge chiamandolo “chico“, prima di darsi a fantasiose bestemmie.

Ore 21:52 | Su le mani! Il piatto di Maurizio è un po’ bollito, un po’ pallido, un po’ sudaticcio (ah no, quello è Maurizio. La somiglianza era in effetti impressionante). Nel piatto di Marika ci sono due gambe e una sola testa, una bizzarra creatura in proporzioni umane: il calamaro bipede è gommoso, e le tocca anche un “ascolta te stessa” da Lidia (aiuto!).

Ore 21:58 | Il piatto di Tiziana è buono, condito bene… dice Joe mentre mastica a bocca aperta. Lidia, ma non intervieni con una mestolata correttiva?

Ore 22:00 | Andrea ha sottovalutato l’insalata di contorno, e non ha orientato la testa del calamaro secondo ciò che è previsto dalla Convenzione Universale dell’Impiattamento. Inoltre, è poco cotto. Maurizio lo ha messo in difficoltà! “Amici amici, amici…” commenta Andrea, amaro.

Ore 22:01 | Intendeva “amici un ca**o”. Vi faccio il completamento automatico come Google Instant.

Ore 22:02 | Il calamaro di Ivan è, semplicemente, molto buono, dice Bastianich. Grazie, Sir! replica lui, garrulo. Chi sarà stato il peggiore?

Ore 22:04 | I migliori piatti sono quello di Ivan e Tiziana, i due peggiori quello di Marika e Andrea. “Addirittura Ivan mi ha battuto, questa volta?” si abbruttisce Maurizio.

Ore 22:05 | Tiziana vince una lezione privata con Cracco, nel suo ristorante. “Uno dei sogni più grandi della mia vita” dice lei, in estasi. “Ho toccato il suo rognone” la imita Maurizio in falsetto.

Ore 22:06 | Da che parte si passa, per toccare il rognone di Cracco?

Ore 22:07 | Marika è la peggiore e deve togliersi il grembiule: a fregarla è stata il misto di presunzione e di atteggiamento vittimistico, dice Cracco. Per smentirlo, lei commenta “è colpa del suo atteggiamento maschilista, per lui le donne non devono stare in cucina”.

Ore 22:08 | Una volta i maschilisti pensavano che le donne dovessero stare in cucina, ora che non devono stare in cucina. Sono confusa.

Ore 22:09 | Andrea piange, non saprei dire perché.

Ore 22:15 | Seconda puntata, prova in esterna. Cracco, con gli occhiali da Ray Charles, dice davvero la frase “Benvenuti in Toscana, la culla della cultura italiana”. Eh? Sono tutti italiani, Cracco. Non stai portando in giro i turisti siberiani.

Ore 22:17 | Con spregio del carbon footprint, ogni concorrente viaggia su un’auto diversa. Andrea: “Non avrei mai pensato di arrivare fin qua”. Tiziana: “Se non avessi pensato di arrivare fin qua non mi sarei nemmeno proposta”. Trova le differenze!

Ore 22:19 | Tutti in Maremma a L’Andana, “splendida, sognante, magica”.

Ore 22:20 | E allora se vogliamo scrivere gli show tv per mezzo del Dizionario dei Sinonimi e dei Contrari…

Ore 22:20 | Colpo di sonno.

Ore 22:21 | Entra Alain Ducasse, i concorrenti applaudono. Mi risveglio. Ecco gli aspiranti chef nella cucina del ristorante, ognuno di loro sarà parte della brigata.

Ore 22:26 | Tutti al lavoro. Ci vuole precisione (illustrata dal centimetro di linguetta che fuoriesce a Maurizio). Stacco sullo sguardo severo di Ducasse. Maurizio ha fatto dei piccioni “molto professionali”, che fanno dire a Ducasse “Uh”, con la ü alla francese.

Ore 22:31 | In sala si raduna “una clientela raffinata ed esigente”. Spero vada meglio, in termini di raffinatezza della clientela, di quella volta al Country Club.

Ore 22:32 | Ma l’antipasto di Ivan n’est pas cuit! Il primo piatto servito in tavola saranno allora gli gnocchi di Tiziana. Ma Ducasse non è felice, Ducasse è impaziente, Ducasse mugola di malcontento. Finalmente gli gnocchi escono dalla cucina, e a Cracco non dispiacciono.

Ore 22:36 | Ma ci vuole meno olio nella cocotte di Ivan: questa è un pisina, si lamenta Ducasse.

Ore 22:37 | Il piatto di Ivan era bruciacchiato, tocca ora al piccione di Maurizio. Com’è? chiede Ducasse. “Perfetto” dichiara Maurizio. Ducasse sbertuccia Maurizio ridendo fragorosamente en français, dicendo cioè “ôhôhôhôh”: il piccione è infatti troppo cotto, e manca di sale.

Ore 22:40 | Andrea è alle prese con un tortino di albicocche, che si è però trasformato in una frittata. Cracco disdegna il retrogusto di uovo crudo.

Ore 22:42 | Il migliore dei 4 non andrà al Pressure Test: chi sarà?

Ore 22:49 | Ma Tiziana, bien sûr. In una svolta narrativa finora inesplorata in questa edizione di MasterChef, lei piange.

Ore 22:51 | Pressure Test: sotto le cloche un’insalata di spugne di mare, fatta da Cracco. Com’è? “Molto buona”, dice Ivan, con un misto tra eccesso di zelo e Sindrome di Stoccolma. “Fa ca**re”, dice Andrea, più presente a se stesso. Ma infatti, si tratta di uno scherzo! L’insalata di partenza è tremenda: ma dagli ingredienti, i concorrenti dovranno creare un piatto commestibile.

Ore 22:56 | “Quello è il piatto che presenti?” chiede Bastianich a 3′ dalla conclusione, indicando lo scaracchio nel piatto del Ivan. Maurizio tenta la sorte con degli spaghettini, Ivan tenta di contrastare la spugna di mare con un carciofo fritto, Andrea ha fatto una zuppa di patate e porri sulla cui riuscita di sente di scommettere.

Ore 23:01 | Invece Joe fa questa faccia.

Ore 23:02 | Maurizio è salvo, il suo piatto era il migliore. Duello finale!

Ore 23:03 | Ivan e Andrea dovranno cucinare di nuovo il piatto peggiore che abbiano mai fatto nella cucina di MasterChef. A Ivan toccherà la crema di fagioli di Paola Budel che gli era quasi costata la salute mentale, mentre Andrea è alle prese con la sua nemesi, il calamaro di Lidia Bastianich.

Ore 23:08 | Maurizio e Tiziana dall’alto strigliano, suggeriscono, intimidano. Fine dei 40′ di tempo. Il calamaro di Andrea è incerto “come te”, dice Cracco, fine analista della psiche. Tocca a Ivan, che ha fatto di nuovo il blocco di cemento in luogo della crema di fagioli. L’ETERNO RITORNO DEL MAPPAZZONE.

Ore 23:13 | A essere migliorato di più è il piatto di Andrea, che si accascia come colpito a morte, prima di rivolgere un affettuoso gesto dell’ombrello a Maurizio e Tiziana in piccionaia.

Ore 23:15 | Ivan toglie di nuovo il grembiule, e tiene un lungo discorso con il labbrino tremulo. Cracco si accarezza la barba compiaciuto.

Ore 23:16 | A giovedì prossimo con la finale!