di Sara Porro 31 Gennaio 2013
Liveblog Masterchef

Ore 20:35 | Stasera sono in ritardo e del tutto impreparata.

Ore 20:35 | Tutto ciò che so è che la prova in esterna di stasera si svolgerà a 3000 m d’altitudine: sul Passo Pordoi, nelle Dolomiti. “La prova verte sulla cucina tipica del territorio, ma molte difficoltà potrebbero anche derivare dalle condizioni climatiche”, ammonisce il post di anteprima della puntata. La mia unica preoccupazione è: visto lo scempio fatto nella scelta degli occhiali da sole indossati dei giudici, vogliamo davvero vedere le loro giacche a vento?

Ore 20:40 | Ma dicevamo, sono in ritardo. Come mi giustifico? Due mesi, sette doppi episodi serali e innumeri puntate del magazine di Masterchef hanno prodotto in me l’inquietante trasformazione in casalinga di Stepford che segue sempre la prolungata esposizione ai programmi di cucina.

Ore 20:45 | Sintomo 1: oggi ho guardato tutti i video su Youtube che insegnano a fare le perfette uova in camicia, o uova poché, o poached eggs.

Ore 20:46 | (ho googlato tutte le formule, per sicurezza) (sintomo 2)

Ore 20:50| Ho stabilito che la versione migliore era quella di Heston Blumenthal, chef del Fat Duck, che prevede la cottura per 4’ in acqua a 80°. Ho quindi comprato un termometro da cucina (questo era il sintomo 3).

Ore 20:51 | Ho trascorso il pomeriggio a preparare degli English Muffin, unico accompagnamento degno delle uova in camicia (sintomo 4). Mi mancava solo un filo di perle al collo.

Ore 21:00 | Visto che la trasformazione in Casalinga di Stepford è ancora incompiuta, qualcosa è andato storto e l’acqua di cottura delle mie uova in camicia è diventata un pappone glutinoso dalla consistenza non dissimile dalla Zuppa alle Sette Delizie, quella che qualche volta avete ordinato al cinese, pensando poi “OH NOOOOO” quando ve l’hanno portata al tavolo.

Ore 21:15 | Ci pensano al libro di ricette da scrivere in caso da vittoria, i concorrenti? Ci pensano sì, conferma Daiana. “Penso anche ai soldi”, aggiunge Ivan, insolitamente concreto e antipoetico. Nella Mystery Box: baccalà, galletto, zucchine, melanzane, ananas, patate, tomino, uova e prugne. La tecnica di cottura sarà diversa per tutti, decisa per estrazione a sorte.

Ore 21:17 | Daiana pesca “bollire”: non è contenta ma canta comunque il Gioca Jouer. Questo è lo spirito giusto! Maurizio deve saltare, Paola cuocere sottovuoto, a Tiziana tocca il vapore, a Marika il forno, a Ivan la griglia. Cracco ha un solo commento per ciascuna delle estrazioni: difficile, eh?

Ore 21:19 | Gli chef arrivano alla postazione di Marika, lei soffoca un grido di sbalordimento come fossero entrati mentre faceva la doccia. Nicola progetta una tempura, e frigge con aria competente.  Paola è preoccupata per le sorti del suo sottovuoto, ma gestisce la preoccupazione tramite l’analisi sociologica: “il sottovuoto è una perversione intellettuale degli chef maschi“, sottolinea.

Ore 21:24 | Stavo per dire che non sono d’accordo: gli uomini in genere non amano interporre barriere di plastica. Poi ho pensato che non sono nemmeno le 21:30.

Ore 21:25 | La griglia di Ivan è un disastro, mentre pare promettente la brasatura di Andrea, così come il bollito di Daiana. Fine della prova, chi sono i 3 migliori? Andrea, con il suo brasato di baccalà con patate brasate e funghi brasati, ha preparato un ottimo piatto: “Son contento, Joe!” gli dice lui, prendendosi una certa libertà. Il secondo è Nicola, con un fritto che riceve consensi unanimi. “L’ultimo piatto ci ha colpito con una tecnica che apparentemente è mortificante”, dice Bastianich con fatica estrema (sadici, gli autori!), ed è quello di Daiana.

Ore 21:33 | Il vincitore è Andrea, Daiana gli dà rumorosi baci. Subito in cucina per l’Invention Test: il tema di oggi sono le interiora (“ci vuole stomaco”, chiosa Cracco) (bravi, autori, bravissimi. Stipendio meritato anche questo mese).

Ore 21:35 | I tre ingredienti: coratella di agnello, cervella di vitello, rognone di vitello. Pare C.S.I.

Ore 21:37 | Andrea ha scelto: sarà rognone di vitello. Marika è turbata, Tiziana compiaciuta, visto che ricorda un rognone mangiato da Cracco. Il che mi fa venire in mente la prima edizione di Le Grand Fooding, dove Cracco propose rognone crudo e ostrica, credo al solo scopo di sabotare l’evento dall’interno.

Ore 21:43 | Oh, colpo di scena: Andrea potrà scambiare i cestini dei suoi avversari. A Maurizio tocca il cestino di Nicola, pressoché vuoto – Maurizio solleva con sconcerto la singola noce che contiene. 30 minuti per preparare il piatto! A Marika tremano le mani mentre Paola prepara il rognone “senza ingredienti, come lo fanno in Argentina”.

Ore 21:50 | Ivan è talmente agitato che chiama Bastianich “chef”, invece di “sir”. A 10′ dal termine, di fronte a lui c’è solo un cumulo di cipolle crude. Tutti lottano per la sopravvivenza. Paola sta per utilizzare il grasso del rognone nel piatto! Errore fatale! Pàààààola ripensaci!

Ore 21:54 | Il piatto di Andrea, vincitore della Mystery Box, è buono. Maurizio ha preparato un rognone al Porto, troppo acido, Paola invece un rognone scottato, che ha un “forte sapore di piscio”, dice Bastianich in modo piuttosto diretto: un piatto immangiabile, si indigna Barbieri, che accusa poi Paola di aver partecipato a MasterChef per noia. SIAMO NOI AD INDIGNARCI: l’operosa stirpe milanese non conosce la noia.

Ore 21:56 | Barbieri dice a Marika che ha “acceso il cervello”, e lei la considera una critica sessista: “come al solito, quando una non è un cesso…”. #prettypeopleproblems

Ore 22:00 | Che facciamo, ci indigniamo di nuovo? Ditemi voi, non ho un’opinione precisa. Daiana si salva con la salsa alla Polda, mamma di un’amica, approvato con calore da Cracco: “è in cielo, la Polda”, rivela lei. Beh, almeno anche della Polda si potrà sempre dire “ha fatto delle cose buone”.

Ore 22:03 | Flop per Ivan, che porta un piatto in cui è rimasto il canale urinario dell’animale. Non riesco a scriverlo senza rabbrividire. Ok per il rognone à la Craccò di Tiziana, mentre Nicola casca malamente: “oggi c’è una liminazione” commenta cupo Bastianich.

Ore 22:06 | E a vincere è proprio Andrea: lui sorride, fuoricampo la voce di Maurizio: “Andreino, bastardo. Aspetta che arrivo”. Wendy? Sono a casa, amore! Su, vieni fuori. 

Ore 22:08 | I 3 peggiori: Ivan, Nicola e Paola. Nicola non ha nemmeno fatto un tentativo di preparare il piatto: è lui a doversi togliere il grembiule e a uscire. Cracco gli dà la sua benedizione  per una futura carriera di chef e lui ringrazia dicendo: “Grazie, maestro”.

Ore 22:18 | La prova in esterna è sul Sass Pordoi, la terrazza delle Dolomiti. Il compito dei concorrenti sarà di preparare il pranzo per “7 famose guide alpine”, spiega Cracco.

Ore 22:20 | Certo, celeberrime. Ce l’avete voi l’Album Panini delle Guide Alpine?

Ore 22:20 | Joe raccomanda ai concorrenti di non agitarsi, ché l’ossigeno in quota scarseggia: “potrebbero venirvi dei mal di testa, o anche… peggio”.

Ore 22:23 | Andrea sceglie il concorrente da escludere dalla sfida, che andrà direttamente al duello finale: è Paola. Paola dichiara che rispetta la scelta di Andrea, sensata strategicamente. Paola, sei bella, brava e c’hai pure il fair play: tanto amore.

Ore 22:24 | Squadra rossa, capitanata da Andrea: con Marika e Maurizio dovrà preparare  sella di cervo con i crauti, poi strudel con salsa di cioccolato speziato. Squadra blu: il capitano è Daiana, con lei Tiziana e Ivan: per loro tortino di patate e funghi con fonduta di formaggio e gnocchi di pane. Daiana è formalmente il capitano della squadra blu, in realtà Tiziana spadroneggia.

Ore 22:27 | Inquietanti corvacci cominciano a pregustare il prelibato spuntino costituito dagli occhi dei concorrenti, sperando che le cose si mettano al peggio. “Oh, c’abbiamo un corvo che è venuto a far visita”, dice Daiana, con l’esitazione nella voce.

Ore 22:28 | Maurizio e Andrea sono eccezionalmente tronfi, e si congratulano a vicenda. Nel frattempo, le guide risalgono il sentiero. MI PARE DI RICONOSCERLE! SONO LORO, LE CELEBRI GUIDE!

Ore 22:31 | Con frequenti mutamenti di fronte, esternazioni spontanee (“che bello cucinare sulle montagne”) e continue molestie verbali, Tiziana riesce a rendersi più impopolare del consueto.

Ore 22:33 | Nel frattempo, grandina. Segue panico.

Ore 22:34 | Antipasto by squadra blu: tortino di patate con funghi porcini e fonduta di formaggio. Una delle celebri guide va sul tecnico: la quantità di funghi era un po’ superiore… al diametro… del tortino. Fausto Arrighi, fai spazio! Arriva la Guida (alpina) Michelin!

Ore 22:35 | Primo piatto, sempre della squadra blu: gnocchi di pane con ragù in bianco.

Ore 22:37 | Maurizio vuole impiattare tutto lui: è la sua qualità migliore. Incluse quelle umane, eh. Ma ci sta mettendo troppo: “veloooooce”, gli strilla Cracco in falsetto. La sella di cervo della squadra rossa riceve buoni riscontri. Il dolce: sullo strudel Maurizio ha collocato un fiorellino, che fa capolino dallo zucchero a velo, nel ruolo di neve (sbadiglio forte).

Ore 22:45 | Alle guide i piatti sono piaciuti tutti, ma solo una la spunta: e un razzo segnalatore indica la vittoria della squadra rossa.

Ore 22:46 | Non vincono mai quelli per cui io faccio il tifo. Come mai? Discutere interiormente.

Ore 22:48 | Al Pressure Test si affrontano Daiana, Tiziana e Ivan: chi perde sfiderà Paola. La prova consiste nel misurare a occhio il peso degli ingredienti: chi si avvicina di più al peso indicato guadagna un punto. A giudicare dai muscoletti asfittici di Ivan, egli non ha familiarità con i pesi.

Ore 22:52 | Prima manche: è richiesto il taglio di un pezzo di Asiago da 2kg e 300, la spunta Ivan. Seconda manche: 900 gr di mortadella: punto di Tiziana. Terza manche, 40 gr di pane (tutte le donne che siano mai state a dieta sanno misurare 40 gr di pane!): secondo punto di Ivan: salvo. Quarta manche (si sta mettendo male per Daiana…): 100 gr di zucca: e Daiana taglia una fetta enorme! Agghiacciante siparietto amoroso tra Tiziana e Cracco, Tiziana è salva.

Ore 22:58 | Sfida finale tra Daiana e Paola, che – correttamente – dice: “se me ne vado via io, scende l’inverno nucleare”. Sul mio cuore, in particolare. Sfida finale: le chiacchiere fritte. Paola non le ha mai mangiate, le fanno schifo. Paola, mangia una chiacchiera o due, ti giuro che i tuoi zigomi perfetti non ne risentiranno.

Ore 23:00 | Tra gli ingredienti, la vanillina. La vanillina?!

Ore 23:00 | Paola non è suo agio con la prova, mentre il difetto di Daiana è di “sembrare Paola”. Le chiacchiere hanno un’aria un po’ untina. Per chiarire: io le mangerei, eh.

Ore 23:05 | Mi è venuta voglia di chiacchiere.

Ore 23:07 | Nessuna delle “duellanti”, “entrambe casalinghe” ha fatto chiacchiere memorabili: né la “verace” Daiana, né la “sofisticata” Paola (autori? Chi c’era in malattia quando avete scritto questi testi?).

Ore 23:08 | Fanno togliere il grembiule a Paola? COSA STA SUCCEDENDO?

Ore 23:09 | L’ha spuntata Daiana. Non si possono non ammirare le sue doti di resistenza incredibili.

Ore 23:11 | Paola, mi mancherai tantissimo. In tuo onore ora finisco la bottiglia di vino, anche se è ormai a temperatura ambiente.

Ore 23:37 | Ho lasciato la tv su Sky1 mentre rileggevo il post e c’è una specie di porno soft core. Mandate a letto i bambini dopo MasterChef!