di Vincenzo Pagano 7 Marzo 2014
Federico Ferrero da Barilla

Federico Ferrero, vincitore di Masterchef 3 collabora da almeno due anni con Barilla.

Lo fa notare una lettrice di Dissapore nei commenti al post sulla vittoria del medico torinese.

Perché ora, dopo i dubbi sull’efficacia della diretta nasceranno quelli del conflitto di interesse.

Ma andiamo con ordine e partiamo dall’epilogo.

Cioè da un retweet dell’account Barilla. L’idea di cucina sana che ha fatto vincere Masterchef 3 a Federico Ferrero piace all’azienda.

Giustamente, lo sponsor della trasmissione vede ripagato il suo sforzo dall’impegno di investimento nella trasmissione cult della cucina che macina record di ascolto.

Barometro Blog sottolineava qualche giorno fa come l’account Twitter @Barilla si fosse lanciato in una campagna tweet importante.

Ne abbiamo contati una trentina, alcuni sponsorizzati con un banner contenente la foto dei giudici della sfida di cucina.

E ipotizzava che la sponsorizzazione servisse anche a recuperare lo scivolone di Guido Barilla alla Zanzara.

Peccato non aver potuto mettere il cappello anche sul vincitore, Federico Ferrero.

Ehm, forse non è proprio così. Federico Ferrero, infatti, ha indossato il cappello Barilla in progetti di alimentazione. Lo vedete in azione nella foto di apertura tratta da un album di foto dell’azienda del 30 novembre 2012.

Ferrero Masterchef Barilla

[Aggiornamento ore 15:28 Mentre pubblico apprendo dall’editor Olga Mascolo che, in conferenza stampa Almo, l’altro finalista di Masterchef, ha detto: “La vittoria di Federico è stata una farsa, ha avuto mezz’ora in più su tutti i piatti“]

È l’HCFM workshop 2012 organizzato da ferreroHCS con la collaborazione di Iderati, agenzia pubblicitaria di Arona.

HCFM cioè Healthcare Food Marketing, il mantra del vincitore Federico Ferrero che è titolare del progetto per mettere a punto “una particolare tecnica alla quale Idearti lavora da tempo, incontrando il consenso delle aziende del comparto alimentare interessate a cogliere l’opportunità di promuovere, nella maniera più moderna e corretta, gli aspetti salutistici dei propri prodotti”.

Ehi, Houston dimmi un po’: come funziona precisamente questa tecnica e c’entra qualcosa con la partecipazione a Masterchef 3?