di Valentina Campus 3 Giugno 2014
Come mangiare le alette di pollo

In molti paesi del mondo mangiano alette di pollo come se non ci fosse un domani. Non in Italia. Non ne farei una questione di civiltà gastronomica (magari un po’). Di certo ne farei una questione di pazienza e abnegazione.

Il punto è, che al netto del gusto, le alette di pollo sono immangiabili. No, non intendo dire che non sono commestibili, ma proprio tecnicamente immangiabili.

Non sai come impugnarle, scivolano, ti ungono e ti si incastrano tra i denti. Un calvario indicibile.

In attesa di un galateo specifico per il consumo delle alette di pollo, fortunatamente, Youtube ci viene in aiuto.

“How to Eat Chicken Wings like a Lady” è uno dei video tutorial creati dal sito americano Food Beast: un’esperienza pedagogica definitiva per insegnare a noi comuni mortali come mangiare alimenti immangiabili in un solo boccone.

La loro mission è servire l’umanità tanto che navigando nel loro canale troverete video che illustrano come mangiare fragole, cupcakes, addirittura latte e biscotti. Non so voi, io credevo che per queste specialità non necessitasi di formazione.

Ma veniamo al sodo, anzi all’unto. Come si fa quindi a mangiare le infime alette in modo elegante e in un solo boccone? Dobbiamo forse succhiarle fino a estrarne l’osso? No. Usare forchetta e coltello? Folli!

No, dovete solo estrarre l’osso e rendere la vostra aletta un soffice boccone.

Come? Elementare. Per prima cosa la cottura, fondamentale è rendere la carne morbida per l’estrazione dell’osso. Poi, dovete localizzare la parte finale dell’aletta, riconoscibile dalla cartilagine protendente e strapparla con fare fermo e rigoroso.

A questo punto avrete staccato l’osso dalla carne. Prendete l’osso più piccolo e tiratelo, tenendo la parte opposta e fate la stessa cosa con quello più grande.

Ed è trionfo!

Mangiate, o datene a quei buzzurri dei vostri uomini durante la loro lunga estate a poltrire sul divano di fronte ai mondiali. Li troverete lievemente più grassi a fine luglio ma almeno non vi inzozzeranno il divano.

[Crediti | Link e immagini: Foodbeast]