di Giulia Caligiuri 4 Ottobre 2013
Oscar Farinetti

Vende o non vende? Ebbene sì parliamo ancora di Oscar Farinetti. Prima che vi affiliate le dita per inondarci di commenti livorosi vi diamo subito la notizia: stando a un dettagliato articolo di oggi sul settimanale economico Il Mondo (non online), il patron di Eataly sarebbe intenzionato a cedere l’impero entro il 24 settembre 2014, per il suo 60° compleanno.

O almeno così pare. D’altronde da buon creativo Farinetti è un irrequieto ed è nota la sua propensione a “stancarsi” relativamente presto dei propri progetti. Specie se la sirena politica si fa sempre più insistente.

Addentriamoci per appurare quali sarebbero i pretendenti maggiormente papabili?

Ipotesi familistico-dinastica: tutto in mano ai figli, Andrea, Francesco e Nicola. Potrebbe essere la soluzione preferita da Farinetti.

Ipotesi finanziaria: l’azienda (che ha un fatturato annuale di 250 milioni di euro) potrebbe quotarsi in Borsa. La cosa non è in antitesi con la gestione familiare ma Il Mondo suggerisce anche l’ipotesi di Carlo Petrini. Questa l’idea di Luca Baffigo Filangieri, il co-fondatore dell’impero, ma Farinetti non gradirebbe particolarmente.

articolo, Il Mondo, farinetti, coop

Ipotesi Coop: come ben noto, Coop è infatti già partner storico di Eataly, più socia al 30% di Eataly Distribuzione. Ciò tranquillizzerebbe maggiormente il buon Oscar. Inoltre, sono già in programma due progetti in cui sarebbe proprio la Cooperativa ad affiancare Farinetti: la Disneyland agricola, ovvero la Fabbrica Italiana Contadina, Eataly World (Bologna) e il grande ristorante dell’Expo a Milano.

Ipotesi Feltrinelli: in questo caso il collegamento è Eataly Media e la volontà di  rilancio della scuola Holden, quella di Alessandro Baricco. Eataly diventerebbe il luogo in cui avverranno gli incontri per promuoverla. Ci si spingerebbe fino a Eataly New York, dove lo stesso Baricco e Renzo Arbore parleranno della scuola e delle iniziative a lei relativa. Feltrinelli inoltre non è nuovo nel campo dell’alimentare: ha già preso il controllo dell’Antica Focacceria San Francesco, catena di cibo siciliano, promuovendola in tutta Italia e anche all’estero. E sta anche promuovendo diversi punti vendita Red – Read, Eat, Dream. Ultimo quello di Milano.

Tanti scenari probabili insomma. Voi cosa ne pensate? Riuscirà Farinetti a tirarsi davvero da parte e lasciare carta bianca a qualsivoglia sostituto, familiare o amico fidato che sia?

[Crediti | Il Mondo. Immagine: Serena Eller Vainicher]