Prova d’assaggio: Biscotti Oswego

Se qualcosa vi dice che la Prova d’assaggio di oggi, il test settimanale tra prodotti della stessa categoria di Dissapore, fa assegnamento sui biscotti, allora significa averci i neuroni che lavorano febbrilmente anche in fondo alla settimana, di venerdì. Vi presento gli sfidanti, tutti e due biscotti Oswego, tutti e due veterani. Se da una parte c’è Corsini, che fa dolci e biscotti in Toscana dal 1921, ecco dall’altra Gentilini, romana se Roma attiva già nel 1890.

Gli Oswego, sì insomma, i loro antenati, nascono in Inghilterra come accompagnatori ufficiali del té, non uno qualunque. Il tè fatto con un’infusione di foglie color rosso scarlatto provenienti da una pianta originaria della contea Oswego, nello stato di New York (allora il Nuovo Mondo era colonia di Sua Maestà).

Voi qui che siete noti come puntigliosi rompiscatole avrete di certo notato che Corsini usa il nome originario, con la “W” mentre Gentilini, sin dal glorioso fù Pietro all’inizio del ‘900, messa a punto la sua ricetta, si volle differenziare imponendo la più italica V (Osvego).

Bene, noi qui siam pronti per la sfida.

Oswego – Dolci e Biscotti Corsini, dal 1921.

biscotti oswego corsini

Ingredienti:  farina di frumento (grano tenero tipo ‘0’), zucchero, grassi vegetali non idrogenati, uova, estratto di malto, latte scremato in polvere, miele, agenti lievitanti: carbonato acido di sodio-acido di ammonio, sale , emulsionante: lecitina di soia, aromi naturali.

Prodotto in Italia da Corsini Biscotti srl, via Cellane 9 Casteldelpiano – Monte Amiata (GR)
Scadenza 05/06/14

– Giudizio: biscotti dalla pasta compatta e dura.
– Aspetto visivo: rettangolale con i bordi arrotondati, più sovrappeso nella forma, e scritta OSWEGO stampata sulla pasta
– Profumo: malto e farina
– Sapore: non molto spiccato, neutro, ricordi di latte
– Packaging: elegante confezione bianca con vaschetta di plastica per preservare i biscotti da urti e rotture
– Prezzo: 3,20 euro – 230 grammi

oswego corsini

– In breve: buoni senza rulli di tamburi

VOTO: 6,5

Osvego- Gentilini dal 1890.

biscotti oswvego gentilini

Ingredienti: farina di frumento, zucchero, burro, miele 1,8%, agenti lievitanti:carbonato acido di ammonio – carbonato acido di sodio, amido di mais, estratto di malto in polvere 0,6% (malto di frumento, malto d’orzo, mais), latte in polvere, sale, estratto naturale di vaniglia

Prodotto da:  Biscotti P. Gentilini srl, via Tiburtina 1302 – Roma (Italia)
Scadenza: 25/07/14

– Giudizio:  fragranti e teneroni al morso, saziano il palato con un gusto pieno.
– Aspetto visivo: colore brunito, forma allungata dai bordi arrotondati con il logo Gentilini impresso nella pasta
– Profumo: notevole, di burro.
– Sapore: gusto rotondo dato dal burro con note di malto e vaniglia nel finale.
– Packaging: confezione blu senza vaschetta interna che al tatto risulta fragile.
– Prezzo: 1,80 euro – 250 grammi.

osvego gentilini

– In breve: goderecci.

VOTO: 7,5

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO.
Gentilini vince per distacco, sarà la formula, saranno gli ingredienti la la discrepanza di sapore tra gli sfidanti c’è tutta. Del resto, usare burro invece di grassi vegetali non idrogenati fa differenza, apprezzabile già al primo morso, sia nel profumo che nel gusto, e la presenza delle uova nell’Oswego (con la W) non dà grossi vantaggi a Corsini. Bella pure la consistenza, con la pasta leggermente meno dura nei Gentilini.

Avidi consumatori di Osvego? Avete mai assaggiato queste marche, ne preferite altre? Preferite altri biscotti secchi? Oppure siete cultori del biscotto fai da te?

Andrea Soban Andrea Soban

8 Novembre 2013

commenti (23)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Salvatore ha detto:

    Gentilini tutta la vita. Però quanto è triste e funereo il pacchetto per Eataly…

    1. Antonio Scuteri ha detto:

      Lo è già stato. A Treviso 😀

    2. Anna® ha detto:

      Sì lo so.Ma parteggio spudoratamente per il biscotto che ha anche più contenuto mi sembra.

  2. Filippo ha detto:

    Gli Osvego Gentilini sono super, ma se si cerca un supporto da spalmare le Fette della Salute Gentilini (come si chiamavano un tempo) sono stre-pi-to-se

    1. marcomriva ha detto:

      Gentilini sono una spanna sopra gli altri, soprattutto per il rapporto qualità prezzo. Questo vale sia per oswego che per gli alri biscotti tradizionali di gentilini come i Novellini.
      Un pò meno entusiasmo per produzioni più recenti (o almeno credo più recenti… fino ad un pò di tempo fa non li avevo mai visti) come i vittorio o Margherite.

    2. Mauro ha detto:

      Vittorio e Margherite sono molto antichi, dedicati ai monarchi dell’epoca. cosi’ come i “colonialisti” Tripolini.

    3. marcomriva ha detto:

      non lo sapevo. Ho cominciato conunque a vederli nei negozi a fianco dei Novellini e Oswego solo di recente.

  3. Giovanni ha detto:

    Questo tipo di biscotti secchi non mi piace, ma quando cerco qualcosa su cui spalmare vado su Antico Lagaccio di Grondona, e li non c’e’ n’e per nessuno !!

    1. stefano ha detto:

      @Giovanni
      A parte il fatto che qui si fa un confronto fra Osvego – Oswego. Di conseguenza il Lagaccio non c’entra niente. Continua a ingurgitare quella specie di galletta da ammutinato del Bounty, e la prossima volta leggi bene l’argomento di chi si tratta. Un saluto.

    2. mafi ha detto:

      Il post termina con una serie di domande, fra cui “Preferite altri biscotti secchi?”. Quindi direi che il Lagaccio -che peraltro non conoscevo beata ignoranza, ma ho imparato una cosa nuova quindi grazie Giovanni- forse un minimo c’entra. Lo chiamano biscotto.
      Poi dice che uno non si fa i fatti suoi. E che il web è condivisione.
      Per tornare in tema, w i novellini.

    1. carlo59 ha detto:

      testaccina ad honorem!!! Applausi… 🙂

  4. Massimo R ha detto:

    Di Oswego ne mangio accoppiati due a due,100-150 kg,pucciati nel latte a colaccione !!! Troppo buoni

  5. lastefi ha detto:

    Sugli Oswego Gentilini tutta la vita. Ma Corsini fa altri biscotti ottimi, in cui usa il burro. Non capisco perchè per alcuni tipi utilizzi i grassi vegetali (e quali, poi?).
    Comunque gli Oswego Gentilini (stessi ingredienti di questi) si trovano anche nella grande distribuzione, ad un prezzo inferiore.

    1. Mauro ha detto:

      confermo. spesso in offerta a 4 euro per il pacco da 4 confezioni, normalmente intorno ai 5 euro al kg. A Roma, nei negozi “dei pakistani” 1 euro e 50. (ma d’altra parte, a Eataly si vende a peso d’oro anche il chinotto neri…)

  6. Tra gli ingredienti da voi riportati nel prodotto Gentilini non leggo “Aromi” che invece sono presenti sia negli Osvego che in genere in tutti i biscotti Gentilini.
    Purtroppo.

    Ad Majora

    1. andrea soban ha detto:

      nell’articolo sono riportati tutti gli ingredienti indicati sulla confezione Gentilini: è indicato l’estratto naturale di vaniglia

  7. Paola ha detto:

    Gentilini sempre! Io con i novellini ci faccio il tirmisù. Paola

  8. NomeSara ha detto:

    Biscotti Gentilini!!
    Dal primo assaggio fu subito Amore!
    Gentilini tutta la vita!!

«