di Carmelita Cianci 21 Gennaio 2013

Finalmente Prova d’assaggio, il test settimanale tra prodotti della stessa categoria di Dissapore, parla di merendine con la appassionata serietà che si deve a un vero strappo. Quello che, alla fine degli anni Cinquanta, l’industria alimentare ha imposto agli italiani unificandone la colazione come la tivù faceva con la lingua. Da allora merendine e grassi saturi sono la regola: Buondì, Fiesta, Girella, Soldino, il Saccottino con la sorpresa nelle confezioni. Ma qui, aiutatemi a dirlo, siamo pur sempre in un consesso foodie, vade retro Kinder Brioss, dentro pane e marmellate fatte in casa. E dopo tanta astinenza, chessifà se inopinatamente ci sorprende la voglia di merendina del Super? Hey, mi chiamo Carmelita Cianci, risolvo problemi.

CONTENDENTI

Bauli (Cornetto classico)
Bistefani (Buondì)
Ferrero (Kinder Brioss)
Mr. Day (Ciambella)
Mulino Bianco (Saccottino)


In questo caso niente test alla cieca, superfluo visto il look particolare, proprio e caratteristico di ogni contendente. 

CRITERI

– Aspetto visivo
– Analisi olfattiva
– Consistenza
– Gusto

#5 Buondì Classico Bistefani
Formato: 264 g. (8 pz.), 33 g. cadauno. Ingredienti: farina di frumento, zuccheri, oli vegetali non idrogenati, sciroppo di glucosio, tuorlo d’uova, lievito naturale, nocciole, emulsionante (mono-e digliceridi degli acidi grassi), burro, latte scremato in polvere, sale, albume, aromi, alfa amilasi, agente di trattamento della farina (acido ascorbico). Bistefani Gruppo Dolciario S.p.A., via Caldera 21, Milano. Stabilimento Villanova Monferrato (AL).

– Giudizio: consistenza quasi soffocante, senza un bicchiere d’acqua non possiamo farcela (sapete, no, quella dei trenta passi). Nel sapore è solo lontano parente del solido Buondì che fu rito nazionale.
– Packaging: poco evocativo, quasi plastificato.
– Aspetto visivo: forma caratteristica con la superficie brunita, glassata e ricoperta di granella. Tanti gli alveoli nella mollica del “panettone in piccolo”.
– Analisi olfattiva: sentori non sempre piacevoli di uova, alcol e lievito.
Consistenza: cartonata ai limite del possibile.
– Gusto: secco e asciugante. Si sentono le nocciole ma lo zucchero soffoca il resto.
– Prezzo: € 8,67/al kg quindi € 2,29
– In breve: avrei voluto che vincesse, delusione.
VOTO 5

#4 Saccottino Mulino Bianco
Formato: 336 g. (8 pz.), 42 g. cadauno. Ingredienti: farina di grano tenero tipo “0”, crema al cioccolato 28,8% (grasso vegetale non idrogenato, zucchero, sciroppo di glucosio, latte scremato in polvere, pasta di nocciole, cioccolato 6,6% corrispondente al 1,9% sul prodotto finito (pasta di cacao, zucchero, emulsionante: lecitina di soia), cacao, amido modificato, emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi di origine vegetale, aroma, sale), margarina (oli e grassi vegetali non idrogenati, acqua), uova, zucchero, grasso vegetale non idrogenato, sciroppo di glucosio-fruttosio, aromi, lievito naturale, glutine di frumento, cacao, emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi di origine vegetale, sale. Barilla G. e R. Fratelli S.p.A., via Mantova 166, Parma. Prodotto nello Stabilimento di Campolungo (AP).

– Giudizio: “il risveglio ideale per i bambini di ogni età” dice Barilla, obbligandoci ad amarli. Peccato che il sapore resti plastificato.
– Packaging: il peck Barilla come le pubblicità favolistiche si ama o si odia. Tertium non datur.
– Aspetto visivo: decisamente invitante: curve mozzafiato, striature laterali, superficie leggermente ruvida. All’interno pasta “sfogliata”.
– Analisi olfattiva: cioccolato e burro prevalgono.
Consistenza: soffice e piacevole.
– Gusto: piatto, tra cioccolato e burro è vera tirannia.
– Prezzo: € 8,00/al kg quindi € 2,69
– In breve: finta.
VOTO 5,5

#3 Croissant Bauli Soffice Sfoglia
Formato: 240 g. (6 pz.), 40 g. cadauno. Ingredienti: farina di frumento, oli e grassi vegetali, zucchero, lievito naturale, uova fresche (9,8%), emulsionante: mono-e digliceridi degli acidi grassi, burro, latte scremato in polvere, sale, aromi.
Bauli S.p.A., Stabilimento di Castel d’Azzano (VR), Italia.

– Giudizio: poco peccaminosa, anzi sobria e pur piacevole, fa fare tac con la bocca, nel senso che asciuga il palato.
– Packaging: pastellato e rassicurante.
– Aspetto visivo: a mezzaluna, come un classico croissant, superficie appena ruvida, alveoli dell’impasto ben visibili.
– Analisi olfattiva: fragrante.
Consistenza: morbida e spugnosa, asciuga il palato a causa dell’impasto secco.
– Gusto: delicato, essenzialmente burro con lievi rimandi di vaniglia.
– Prezzo: € 7,88/al kg quindi € 1,89
– In breve: asciutto.
VOTO 6 

#2 Kinder Brioss
Formato: 280 g. (10 pz), 28 g. cadauno. Ingredienti: farina di frumento (25,5%), zucchero, grasso e olio vegetali non idrogenati, latte intero (8,8%), tuorlo d’uovo (6,5%), latte scremato in polvere (4,7%), glutine di frumento, farina di riso, lievito di birra, proteine del latte, aromi, emulsionanti (mono e digliceridi degli acidi grassi), amido di frumento, sciroppo di glucosio-fruttosio, siero di latte concentrato, sale, cacao magro.
Prodotto da Ferrero S.p.A. – Sede Alba – Stabilimento Balvano (PZ).

– Giudizio: fedele a se stessa, continua a corrompere il palato.
– Packaging: confezione in plastica dai richiami bucolici.
– Aspetto visivo: solita silhouette esile cui non daresti un euro, superficie levigata, impasto poroso ammorbidito da crema di latte.
– Analisi olfattiva: profuma di pane tostato e latte.
Consistenza: morbida.
– Gusto: impasto sobrio, la crema di latte è causa di smisurata dolcezza.
– Prezzo: € 9,21/al kg quindi € 2,58.
– In breve: nostalgica.
VOTO 6 +

#1 Ciambella Mr. Day
Formato: 304 g. (8 pz.), 38 g. cadauno. Ingredienti: farina di frumento, zucchero, oli vegetali non idrogenati, uova, sciroppo di glucosio, stabilizzante: sciroppo di sorbitolo, zucchero di decoro 3,2% (destrosio, zucchero, grassi vegetali, amido), miele 1%, proteine del latte, emulsionanti: mono-e digliceridi degli acidi grassi e lecitina di soia, agenti lievitanti: difosfato disodico, carbonato acido di sodio e carbonato acido d’ammonio, sale, aromi.
MisterDay s.r.l. (Gruppo Vicenzi), via Forte Garofalo 1, San Giovanni Lupatoto (VR). Prodotto nello Stabilimento di Nusco (AV).

– Giudizio: capace di sedurre per quel ricordo di ciambella casalinga.
– Packaging: colori da risveglio acido.
– Aspetto visivo: forma circolare con foro centrale d’ordinanza, superficie ruvida, interno poroso.
– Analisi olfattiva: profumi di limone, fecola di patate e burro.
Consistenza: friabile e granulosa, impasto dalla piacevole umidità.
– Gusto: si sente eccome, peccato per l’eccesso di zucchero che rovina la reputazione da capobranco della ciambella MrDay.
– Prezzo: € 7,73/al kg quindi € 2,35
– In breve: se non leggiamo gli ingredienti si potrebbe confondere con la ciambella della nonna (ma noi leggiamoli).
VOTO 6,5

Vince il test — Ciambella Mr. Day
Miglior rapporto prezzo felicità — Ciambella Mr. Day

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO.
Tra i non pochi difetti delle merendine, la prevalenza dei grassi saturi di bassa qualità e degli zuccheri è, sicuramente, il peggiore. Ci consoliamo con l’esclusione dei temibili grassi e con lo sforzo da parte dei produttori di proporre sapori imparentati con quelli casalinghi, pur se alla lontana. A questo punto, meglio latte bianco e qualche scacco di cioccolato, le calorie restano quelle ma i grassi sono migliori. Le eviterei anche come spezzafame, almeno sulla carta, perché in realtà le merendine restano snack comodi e molto praticati.

Arriva il momento della confessione calorica. Figlioli, abbiamo mai mangiato o somministrato queste merendine ai nostri bambini? Volete suggerire altre marche?

[Prova d’assaggio: tutti gli episodi. Crediti | Link: Dissapore, Immagini: Carmelita Cianci]