di Sara Porro 14 Luglio 2014
Mal di stomaco

[Avvertenza: non leggete questo post a ore pasti. È la cosa più disgustosa che la Internet abbia mai visto dalla volta in cui, con sprezzo del pericolo, ho cercato su Google “Roman shower”. Non fate il mio stesso errore.]

[Ripensandoci, non leggete questo post e basta.]

Qualche giorno fa cercavo informazioni a proposito di un ristorante giapponese di cui ho sentito dire molto bene negli ultimi tempi. Di recente apertura, è ancora poco recensito e quindi sono finita sulla pagina di Yelp corrispondente.

Non potevo sapere che la mia giornata stava per svoltare:

Recensione ristorante

Facile recensire il cibo che entra! mi sono detta ammirata. La vera grandezza è invece tratteggiare con pennellate così sapienti il cibo che esce. La letteratura è nei dettagli: quel punto a capo, salto di riga a mo’ di pausa drammatica e struggente ricordo del malessere antico è un po’ come Proust e la madeleine (se Proust l’avesse vomitata, intendo).

Quando lo condivido su Facebook, un’amica commenta: “A me piace il fatto che traspare evidente rancore per la fidanzata che ha preso impunemente un medicinale senza condividere l’inizio dell’indisposizione intestinale con lui lasciandolo poi a passare la notte sul gabinetto.” (Quanta acredine in quel “Quindi passò la notte indenne”!).

Che poi è una cosa davvero da femmine, dissimulare la sofferenza gastrointestinale per l’imbarazzo. Con lui che dice: “Stai bene?” E tu coi sudori freddi che rispondi “sì sì, sono solo un po’ stanca”.

Incuriosita, ho cercato altre recensioni che segnalassero malesseri assortiti in conseguenza di pranzi, cene al ristorante, e ho scoperto così che esiste un intero sottogenere su Yelp e Tripadvisor. Leggere queste segnalazioni è il passatempo più sano ed economico mai inventato dopo le parole crociate.

Qui una selezione. I sacchetti sono nella tasca del sedile di fronte a voi.

Recensione Pollyanna

Del recensore che sua mamma era così speranzosa, vedendola vomitare nel secchio.

Recensione Incinta

Del recensore che se lo merita, il giropizza

Vista mare

A opera del recensore che guarda sempre al lato positivo delle cose, su insegnamento di Pollyanna: “Si salva la splendida vista mare”.

Recidivo

Del recensore che se ci vai tre volte e vomiti tre volte, allora sei recidivo

Qualità - prezzo

Del recensore che si lamenta del rapporto qualità/prezzo di vomito e diarrea

Recensione Parco

Del recensore che sembra quasi una storia romantica “Ti ricordi, quella notte, al parco, sotto la pioggia…”

Bene, ammetterò che questo era un post un po’ estivo. Siccome voglio rendervi un servizio giornalistico, vi renderò edotti su cosa fare nel caso stiate male dopo aver mangiato in un ristorante. Per scoprirlo, ho cercato su Google “cibo avariato + intossicazione”, e ho fatto inquietanti scoperte su locali visitati ripetutamente. Ad esempio, ho compreso come mai al coreano Duo Duo il kimchi fosse così piccante: era per distogliere l’attenzione dalle blatte.

In ogni caso, dice Panorama:

[Un’] intossicazione alimentare [è] facilmente riconoscibile da alcuni sintomi: generalmente si avverte nausea, possono comparire vomito o una crisi gastroenterica […]. Queste crisi solitamente si risolvono nell’arco di 8-10 ore, ma in alcuni casi possono essere più gravi […]. Se i malori sono più lievi, è sufficiente mantenersi ben idratati e dunque bere molto. Se però i sintomi sono più importanti e non si risolvono in poco tempo, è bene chiamare la guardia medica o recarsi al pronto soccorso, dove è possibile procedere con un’idratazione tramite flebo.

Come si può capire se si tratta di una tossinfezione?

Bisogna innanzitutto capire se i sintomi riguardano una sola persona o più persone di un gruppo che ha mangiato le stesse cose o nello stesso ristorante. È bene segnalare sempre il locale in questione, perché così facendo scatta una serie di controlli sugli alimenti da parte delle autorità preposte. Le analisi sui campioni possono permettere di individuare eventuali anomali e solo procedendo in questo modo si potrebbero combattere episodi di intossicazioni dovuti a carenze igienico-sanitarie o a scarsa qualità dei cibi.

Lista da integrare con il consiglio fondamentale: prima di soccombere, conservate le vostre ultime energie per recensire online.

1