di Olga Mascolo 22 Febbraio 2014
Matteo Renzi

Renzi quando decide di concedersi la pizza per cena ne mangia due, margherite. Lo riporta La Stampa, insieme ad altre informazioni sui ristoranti romani frequentati dal premier a Roma, già segnalato anche da Scatti di Gusto.

Pareva che il nostro nuovo premier non dovesse mai frequentare la mondanità romana (“salotti romani non mi avrete”), e che dovesse dividersi tra l’albergo  – il Bernini Bristol di Barnabò Bocca, senatore fiorentino di Forza Italia – e il loft dell’amico Fausto Brizzi, per discussioni dal taglio intellettuale, letterario, religioso.

Invece no: anche a Renzie piace mangiare bene, e non certo light.

Terrazza Barberini

Sappiamo per certo alcune cose: la pizza la mangia alla Terrazza Barberini. Una non basta, ce ne vogliono due. A pranzo di solito sceglie una grigliata o una pasta al pomodoro, da Tullio. Avventore dello stesso ristorante (e dello stesso partito) fu l’ex candidato premier Bersani.

hamburgheria Eataly

Non possono mancare le diavolerie simil-eataly, come l’Hamburgeria di Eataly in Via Veneto, per un pranzo fast ma a km zero. Un po’ fuori mano, c’è anche Eataly, dove di fronte a uno spaghetto di grano dop dalla filiera controllata, la “corrente” renzista ha preso importanti e decisive decisioni.

Roscioli ristorante, roma

Nel mucchio: Grano in piazza Rondanini, da Sabatino in piazza Sant’Ignazio. la bisteccheria Road House Grill alla Stazione Termini.

Al Baccano invece gli spaghetti burro e alici preparati da Alessandro Cecere, chef fresco di inaugurazione della Zanzara a Prati. Lo si vede molto spesso da Roscioli, in via dei Giubbonari, anche se non è dato sapere se sia rimasto conquistato dalla carbonara o dalla cacio e pepe per cui la salumeria è famosa.

Aspettiamo uno speciale sulla mondanità dei non salotti notturni (visto che la moglie Agnese resta a Firenze).

[Crediti | Link: Scatti di gusto, La Stampa. Immagine di copertina: L’espresso]