3 Forchette 2014 del Gambero Rosso: i risultati e l’ottusa retrocessione di Mauro Uliassi

Tema: 3 Forchette 2014 del Gambero Rosso presentate poco fa alla Città del Gusto di Roma. Scorrendo la lista di chi sale chi scende si avverte innanzitutto il doppio binario. In testa l’Osteria Francescana di Massimo Bottura e Vissani. Per molti sarà come mettere insieme il giorno e la notte. Heinz Beck ha perso un punto e non è più sul tetto.

Nella classifica spiccano i nuovi ingressi con il Devero dello chef Enrico Bartolini che guadagna 4 punti entrando in area tre forchette insieme all’Antica Osteria Da Cera, al S’Apposentu a Casa Puddu e al Trussardi alla Scala con Luigi Taglienti, in stand by nell’edizione precedente della guida, dopo l’avvicendamento degli chef con Andrea Berton.

Mauro UliassiSeppie sporche Mauro Uliassi

Probabilmente, farà più discutere la discesa a Due Forchette di Mauro Uliassi che perde due punti. Quando ho letto i due “bocciati” che perdono le Tre Forchette, Uliassi appunto e l’Oasis dei Fratelli Fischetti a Valle Saccarda, il pensiero è andato subito alle seppie sporche che sono diventate uno dei classici della tavola di Senigallia.

Evidentemente non sono bastate a Giancarlo Perrotta, che ha fatto visita personalmente al ristorante marchigiano e pone l’accento sulla confusione della composizione intorno alla mozzarella di bufala di Piandelmedico, il sapore troppo deciso delle triglie impanate e qualche pausa di troppo nel servizio curato da Catia Uliassi.

Ristorante Località 2014 2013 Variazione
Osteria Francescana Modena 95 95 =
Vissani Baschi (TR) 95 95 =
Don Alfonso 1890 Sant’Agata sui Due Golfi (NA) 94 94 =
La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri Roma 94 95 -1
Villa Crespi Orta San Giulio (NO) 94 94 =
Piazza Duomo Alba (CN) 93 93 =
La Torre del Saracino Vico Equense (NA) 93 93 =
Le Calandre Rubano (PD) 92 93 -1
Laite Sappada (BL) 92 92 =
Lorenzo Forte dei Marmi (LU) 92 91 +1
La Madia Licata (AG) 92 91 +1
Dal Pescatore Santini Canneto sull’Oglio (MN) 92 93 -1
Reale Castel di Sangro (AQ) 92 93 -1
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina San Cassiano (BZ) 92 92 =
Devero Ristorante del Devero Hotel Cavenago di Brianza (MB) 91 87 +4
La Madonnina del Pescatore Senigallia (AN) 91 91 =
Il Pellicano Porto Ercole (GR) 91 91 =
Ilario Vinciguerrra Restaurant Gallarate (VA) 91 91 =
Da Vittorio Brusaporto (BG) 91 90 +1
Antica Osteria da Cera Campagna Lupia (VE) 90 87 +3
Il Povero Diavolo Torriana (RN) 90 90 =
S’Apposentu a Casa Puddu Siddi (VS) 90 87 +3
Trussardi alla Scala Milano 90 /

chef emergente Alba Esteve

Al polo opposto, ecco Alba Esteve Ruiz di Marzapane che in soli sei mesi ha conquistato tre riconoscimenti: prima il premio per il rapporto prezzo/qualità sull’edizione di Roma all’inizio dell’estate, poi le due forchette conquistate con 4 punti a distanza di 3 mesi e il premio Cuoco Emergente che è stato assegnato direttamente da un entusiasta Giancarlo Perrotta.

A proposito, qualche sassolino se lo levano proprio i curatori. Il Salotto Culinario di Dino de Bellis, sulla Tuscolana a Roma, non appare nella guida nazionale. Le sue proteste contro la guida qualche spiacevole effetto collaterale lo hanno provocato.

Di seguito presentiamo i risultati regione per regione, cliccate sulla foto della regione che vi interessa per ingrandirla (gli altri risultati li trovate sull’altro sito del network).

Avatar Vincenzo Pagano

7 Ottobre 2013

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Hulk ha detto:

    Da Uliasi io ci son stato 15 giorni fa, ho mangiato straordinariamente e complessivamente è stata una fantastica esperienza.

    Anche per me 3 forchette non van bene…ne servirebbero almeno 4.

    1. Avatar medo ha detto:

      Idem. Son stato da Uliassi tre mesi fa e non vi ho trovato nulla da eccepire, davvero anche volendo essere pignoli al massimo. Nutro dubbi molto forti sulla genuinità e correttezza di questa lista. Ci deve essere qualche punizione “politica” per Uliassi oppure il tutto è frutto di una cattiva giornata nel momento della visita del recensore?

  2. Avatar Hulk ha detto:

    Le triglie quella sera non c’erano, si trattava di sogliole ed erano eccezionali.

    1. Avatar Christian Milone ha detto:

      Caro Msimone.. ci stiamo provando… ancora un paio di anni e poi sono sicuro che anche la provincia di Torino avrà le sue belle soddisfazioni 🙂

  3. Avatar Carlo59 ha detto:

    Contento per Alba e per Marzapane. Abbassare il voto ad Uliassi e’ a dire poco ridicolo, almeno a mio parere. Una delle più belle serate mai passate nella mia vita e’ stata nel suo straordinario ristorante.

  4. Avatar stefano campani ha detto:

    Il declassamento di Uliassi è incomprensibile e mi auguro che altre più prestigiose guide facciano giustizia.
    Dieci giorni fa a Copenhagen a uno straordinario chef danese di origini macedoni che, nella cucina del suo ristorante, mi chiedeva chi fosse a mio parere il miglior chef italiano ho risposto:”A mio modesto parere il migliore è Massimo Bottura, poi c’è Uliassi”.

  5. Avatar Vittorio ha detto:

    Bellissimo Bartolini del Devero Ristorante, 91 strameritato!!! Ovviamente vergognoso l’88 a Uliassi che, tanto per dire, è pari all’hotel Giardino. Quest’ultimo è un gran bel posto nel quale si mangia veramente molto bene….ma rispetto ad Uliassi…è in un altro campionato!!!!!! Io la guida la compro, ma spesso veramente non capisco….boh??????

  6. Avatar Eleonora ha detto:

    Da friulana amante del cibo e del vino da sempre che dire? Uliassi resta un must, ma basta veder quanto e come messo nella mia regione per capire che al peggio non c’è pudore ( guida cancellata! tassativo ed irrevocabile, canale e rivista pure!) .. Osteria Altran – uno dei due top in assoluto – messa alla pari di Da Nando? Ma che vi siete fumati??????

    1. Avatar maddaiiii ha detto:

      quoto alla grande……da Nando veramente mediocre …..

    2. Avatar Michela ha detto:

      Ristraquoto! Altran è uno dei ( due? ) templi della cucina in Friuli, Da Nando un allegro mangifico 🙂 , quindi o non c’è passato nessuno o c’è puzza….di bruciato!!! Uliassi ( e Cedroni) sono tappe di Senigallia irrinunciabili, eccellenti ed il veder uno retrocesso fa sorridere ( o malpensare) e impone rinuncia, ammetto senza grandi rammarichi visti gli ultimi due anni, alla Guida e quanto Gambero Rosso timbrato. RIP

  7. Avatar Brenno ha detto:

    Pompili e Uliassi allo stesso livello? Cose dell’altro mondo (forse perche’ Uliassi non alleva i maiali)

  8. Avatar Mauro ha detto:

    Anche i critici delle guide più serie non sono immuni dai vizi dei miseri
    Declassare Uliassi è pura demenza, masochismo