di Adriano Aiello 28 Maggio 2014

Ah, le stagioni! Bisogna sempre tararcisi. E trovare un pretesto per declinare le nostre abitudini alcoliche e mangerecce alla temperatura esterna, così anche il medico che ci mette la faccia per il servizio al telegiornale può dirsi soddisfatto del suo ruolo nella società.

Vediamo: io ho già smesso la giacca da un mese (ma comincio a sudare sopra i 20 gradi, quindi sono border-line) e messo in cantina i rossi. Ora, se:

– amate il vino bianco
– amate il vino bianco spumantizzato
– non andate fuori di testa per il prosecco
– lo champagne vi fa godere ma costa troppo
– ripiegate volentieri su un metodo classico ma quelli sotto i 10 euro che trovate al supermercato vi fanno rimpiangere di non aver preso il moijto analcolico
– vorreste spendere massimo 15-20 euro e bere bene
– vi piace scoprire bottiglie diverse dalle solite

vi potrebbe interessare questa selezione

1. CAVE DU VIN BLANC DE MORGEX E DE LA SALLE
Azienda nota per la spumantizzazione del Prié Blanc, vitigno cult della Valle D’Aosta, noto per la sua altitudine impressionante. L’Extra Brut è il loro metodo classico più tagliente e più consigliato ai bevitori che non amano le dolcezze; ma anche il più indicato per farsi un’idea delle caratteristiche e potenzialità del vitigno.

Prezzo: dai 15-18 euro

2. HADERBURG BRUT
Tra le migliori bollicine d’Italia: un fantastico biodinamico altoatesino con meno di 6 grammi di zucchero litro che unisce carattere montagnino, fragranza, pulizia ed eleganza, senza scoraggiare i bevitori meno rodati. La versione non dosata poi genera seri fanatismi enologici, ma usciremmo dalla nostra fascia di prezzo.

Prezzo: 18-20 euro

3. TRENTO DOC BELLAVEDER BRUT RISERVA
A Trento il metodo classico è una cosa seria. Eppure al di là dei nomi altisonanti, molti ottimi produttori fanno fatica ad emergere, nonostante l’ottima qualità dei vari Pisoni, Abate nero, Maso Martis e molti altri. Come quella di Bellaveder che produce questa Riserva tutta base di Chardonnay di grande freschezza e mineralità.

Prezzo: 20 euro

4. FRANCIACORTA BRUT IL MOSNEL
Muoversi in Franciacorta non è mica facile. Tante aziende, molto comunicazione, parecchi vini troppi simili gli uni all’altra e qualche realtà di bella personalità. Come Il Mosnel, bel metodo classico, docile ma molto ricco gustativamente. Una bottiglia piaciona il giusto, ma senza dimenticarsi il terroir, che emerge anche meglio nei millesimati.

Prezzo: 15-17 euro

Spumanti metodo classico

5. BERLUCCHI CELLARIUS PAS DOSE
Rimaniano in Franciacorta per per il migliore metodo classico di Casa Berlucchi. Buona complessità e grande costanza, specie per la versione non dosata.  E con un rapporto qualità prezzo eccellente per uno spumante millesimato e dal lungo affinamento; tipologia che usualmente sta nella fascia 25-40 euro.

Prezzo: 17-20 euro

6. OLTREPO PAVESE ANTEO BRUT
Ho provato a scoprire l’Oltrepò Pavese vinicolo. Niente da fare, sia nella sua versione spumantizzata, che nei tanti vini fermi che fanno la fortuna delle trasferte domenicali dai suoceri, la scintilla tarda a scattare. La sorpresa migliore è arrivata con questo Anteo. Predominanza classica del Pinot Nero, come tipico della zona, per un bel vino, tutto giocato sulla struttura e la persistenza, con una buona acidità a tenerlo in piedi.

Prezzo: 12-14 euro

7. VERDICCHIO EXTRA BRUT NATURE PERUZZI
Col Verdicchio ci fai tutto: lo invecchi, lo bevi giovane e qualcuno ci produce la birra. La sua spumantizzazione è decisamente sottovalutata. Mi autocito per una sintesi delle migliori versioni, mentre rilancio un mio personale pallino: il Nature di questa piccola azienda, Peruzzi, capace di produrre uno spumante affilato e complesso, che esce dopo 4 anni di affinamento. L’estrema secchezza e il finale amaricante può scoraggiare ma a tavola fa faville.

Prezzo: 13-15 euro

8. MARZANI BRUT DEIDDA
Ho saltato troppo Sud (non propriamente zona da metodo classico) per non pagare dazio almeno alla Sardegna. Bella sorpresa: Nuragus e Vernaccia, ma diresti Chardonnay. Sapidità che strizza l’occhio oltralpe (o perlomeno in Trentino), stile appena ossidativo ma affascinante.

Prezzo: 17-20 euro

[foto crediti: leterradonna.it]

1