di Riccardo Campaci 11 Aprile 2015
Striscia vs Callegaro

Una cosa è certa: non si potrà dire che era tutto fasullo: le minacciate cause legali sembrano infatti molto reali. Parliamo di nuovo di Masterchef 4, e del vincitore Stefano Callegaro, accusato più volte da Striscia la Notizia di trascorsi professionali che lo avrebbero avvantaggiato rispetto ai suoi avversari.

Per chi si fosse perso la chefnovela, Callegaro è stato accusato da Striscia la Notizia di essere un cuoco professionista, di aver lavorato a più riprese in alcuni ristoranti, e anche come chef promoter per Knorr.

Indizi che, secondo il programma di Antonio Ricci, incastrerebbero il vincitore di Masterchef: per regolamento i concorrenti non devono essere (o essere stati) professionisti, ma solo “aspiranti” chef. 

Qualora fossero vere, le esperienze di Stefano Callegaro (smentite dall’interessato), negherebbero tale requisito.

Sicuramente vera è l’incazzatura di molti concorrenti di Masterchef 4, che hanno deciso di passare dalla cucina al tribunale: coadiuvati da Tiziana Stefanelli, avvocato e vincitrice di Masterchef 2, hanno annunciato sempre a Striscia l’intenzione di fare causa perché si sentono raggirati da Stefano e anche da Magnolia, società che produce la trasmissione.

Tiziana Stefanelli e Max Laudadio

Sette sono i concorrenti che si sono rivolti a Tiziana Stefanelli: Carmine Giovinazzo, Serena De Maio, Arianna Contenti, Gabriele Costantino e Filippo Cassano, alcuni dei quali eliminati da Masterchef 4 proprio a seguito di uno scontro diretto con Stefano Callegaro.

Oltre a questa specie di class action – che, diciamolo, potrebbe fruttare qualche soldino anche alla vincitrice della seconda edizione – anche altri concorrenti, non meglio identificati, hanno deciso di prendere le vie legali, ma senza unirsi ai magnifici sette di cui Striscia ha dato testimonianza ieri sera.

Concorrenti fanno causa a Masterchef 4

Diverse ma allineate le dichiarazioni dei sette:

Ognuno di noi ha tolto del tempo alla propria famiglia per partecipare a Masterchef”

oppure

Io sono disoccupata e ho usato tutti i miei risparmi per poter vivere a Milano e darmi un’opportunità” e “Credo che per partecipare a Masterchef ognuno di noi abbia fatto delle rinunce. Alla luce di quanto emerso penso che qualcuno ci debba delle spiegazioni

per chiudere con chi dice di aver

perso il mio posto di lavoro scegliendo di partecipare a Masterchef” e pretende una risposta “per capire se sono stato un figurante, un attore o un partecipante a una competizione”.

Concorrenti fanno causa a Masterchef 4

Nel frattempo Magnolia resta sulle sue posizioni:

La mancanza dei requisiti richiesti o qualunque altra supposizione devono essere ovviamente provati e, ad oggi, i dubbi mossi sulla regolarità della posizione di Stefano Callegaro non disegnano un quadro tale da poter procedere ad una squalifica, risultando incompleti e contraddittori.

Tradotto, non ci sono prove che Stefano fosse uno chef professionista, ma solo supposizioni – dichiarandosi infine parte lesa e annunciando anch’essa di prendere ogni opportuno provvedimento.

In risposta Stefano ha rilasciato la consueta lenzuolata sul suo profilo Facebook dove, a parte i passaggi strappalacrime, ha allegato diversi documenti ufficiali (provenienti da Unilever, Hotel Danieli, Zaino Foodservice, Immobiliare San Pietro) che lo scagionerebbero dalle accuse avanzate da Striscia la Notizia.

Concorrenti fanno causa a Masterchef 4

Tralasciando per un momento le possibili conseguenze legali, e volendo introdurre un pizzico di malizia, il rilievo mediatico che Striscia la Notizia ha ottenuto continuando a battere un ferro che non smette più di scaldarsi, sta assumendo contorni sempre più ampi, e l’opportunità di ottenere visibilità pubblica offerta anche ai comprimari di Masterchef 4 è ghiotta e da non lasciarsi sfuggire.

In quanto a Stefano… di certo per lui Masterchef non finisce qui: dopo aver rifiutato un confronto diretto con Striscia la Notizia, affermando che “la televisione non è un tribunale”,  presto potrebbe ricredersi, visto che il tribunale sembra non essere così lontano dalla tv.

Aggiornamento: Tiziana Stefanelli ha precisato sul suo profilo Facebook che i sette ex concorrenti non hanno per il momento intenzione di scegliere le vie legali, “Si sono rivolti a me unicamente al fine di verificare la veridicità dei fatti palesati da Striscia la Notizia e conoscere i loro eventuali e conseguenti dirittiMagnolia ad oggi non è una controparte e ci auguriamo che collabori per la ricerca della verità e la tutela del prestigio di Masterchef”

[Crediti | Link: Dissapore, Striscia la Notizia, TvBlog]