di Andrea Soban 25 Febbraio 2014
test acqua tonica prova d'assaggio

Se la ricetta della Coca Cola nasce dalla mente fervida di un farmacista americano, l’acqua tonica affonda le sue radici in India, dove si riteneva che la bevanda composta da acqua e chinino aiutasse a prevenire a malaria. Tuttavia non piaceva granché ai soldati dell’esercito indiano, che per abitudine la tagliavano con il gin.

Rispetto al passato il chinino è rimasto, pur se in dosi minori, dentro ci sono altri aromi, lo zucchero, e l’anidride carbonica necessaria a dare effervescenza.

Queste sono le marche di acqua tonica che abbiamo sottoposto alla Prova d’assaggio, il test settimanale di Dissapore tra prodotti della stessa categoria:

Fever Tree
Recoaro
Paoletti Bibite
Lurisia
Schweppes
Tomarchio Bibite

#6 Tonica – Tomarchio

tonica tomarchio bibite

Ingredienti: acqua, zucchero, anidride carbonica: acidificante: acido citrico, aromi naturali, aroma: cloroidrato di chinino, aroma naturale di limone estratto da limoni siciliani

Prodotto da Sibat Tomarchio, via Loreto Balatelle 52, Acireale (CT).

ID: azienda siciliana nata per produrre gassata torbida che ha successivamente inserito in catalogo altre bibite e il tè, fino all’introduzione dell’acqua tonica nel 2011

— Giudizio: avara di profumi e sapori sia quelli dell’estratto di limoni siciliani che gli altri.
— Packaging: piccola bottiglia di vetro dall’aspetto sciattamente retrò.
— Aspetto Visivo: trasparente.
— Profumo: amaro con note dolci sul finale.
— Gusto: la nota amara è delicata e frizzante, ma nel palato il sapore si spegne subito.
— PREZZO: 1 euro (20 cl).
 In breve: inconcludente.

VOTO:  6

#5 Tonica – Schweppes

tonica schweppes

Etichetta: Tonic water.

Ingredienti: acqua, zucchero, anidride carbonica, acidificante: acido citrico, aromi naturali, aroma : cloridrato di chinino.

Prodotto imbottigliato da: Acqua San Benedetto, sede e stabilimento a Scorzè (Ve).

ID: leggenda vuole che Schweppes inventi l’acqua tonica nell’Ottocento, per soddisfare il desiderio una bibita amara a base di chinino che i soldati britannici erano abituati a bere in India per combattere la malaria. Oggi produce molte altre bevande gassate a base di erbe o frutta

— Giudizio: il gusto più persistente del test parte in sordina e poi si sprigiona nel palato. Perfetto per chi predilige la sensazione di amarognolo persistente.
— Packaging: lattina di alluminio smilza dal tipico colore vivace.
— Aspetto Visivo: trasparente.
— Profumo: molto acido.
— Gusto: rotondo e monocorde, con la nota acida che esce solo alla fine, ma resta costante in gola.
— PREZZO: 0,65 euro (33cl).
 In breve: maratoneta.

VOTO:  7

#4 Acqua Brillante – Recoaro

acqua brillante recoaro

Ingredienti: acqua, zucchero, sciroppo di glucosio-fruttosio, anidride carbonica, acidificanti: acido citrico, bicloridrato di chinino, aroma naturale di limone con altri aromi naturali.

Bibita analcolica Sanpellegrino spa – stabilimento di San Giorgio in Bosco (Pd).

ID: la risposta italiana alla Tonic Water britannica nasce nel 1954, creata dal marchio veneto antesignano nella produzione di acque minerali, passato prima da Sanpellegrino e quindi in capo alla multinazionale Nestlè.

— Giudizio: bibita aggressiva per farsi riconoscere, da sola o mescolata nei cocktail, piace a chi apprezza i sapori forti
— Packaging: lattina di alluminio smilza, grafica non particolarmente invitante.
— Aspetto Visivo:  trasparente.
— Profumo: non percettibile.
— Gusto: frizzante al palato con una nota amara, poco piacevole senza prevaricare il resto.
— PREZZO: 0,47 euro (33 cl)
 In breve: molto carattere.

VOTO:  7+

#3 Tonica – Paoletti

tonica paoletti

Etichetta: Bibite Analcolica – Dal 1922.

Ingredienti: acqua, zucchero, aromi (incluso chinino), acidificante: acido citrico, conservante: sodio benzoato

Prodotto pe: E. Paoletti e figli, via dei Peschi 5, Marino del Tr. (Ascoli Piceno), nello stabilimento di Cingoli (Macerata).

ID: la storia centenaria e l’ossessione per le bibite retrò, vedi spuma, cedrata e chinotti, hanno trasformato l’azienda marchigiana in un marchio cult. E’ dell’anno scorso il debutto di una birra artigianale. L’acqua tonica esce dallo stabilimento dove Giovanni Passarelli produce le Takeiteasydrinks.

— Giudizio: gusto piacione e moderatamente amaro, quasi volesse conquistare all’acqua tonica nuovi fan.
— Packaging: bottiglia di vetro slanciata, con grafica retrò.
— Aspetto Visivo:  trasparente.
— Profumo: leggermente dolce.
— Gusto: amaro eppure piacevole e rotondo.
— PREZZO: 0,99 euro (27 cl)
 In breve: morbida

VOTO: 8

#2 Tonic Water – Fever Tree

tonic water fever tree

Etichetta: No artificial sweeteners, flavourings or preservatives.

Ingredienti: acqua di fonte, zucchero di canna, acido citrico, chinino naturale, aromi naturali.

Importato da Velier spa – Genova.

ID: azienda inglese nata per rispondere a questa domanda: perché creare cocktail con ottimi alcolici e pessime bibite gasate?  La risposta sono state sette bibite diverse senza coloranti o aromi artificiali, buone al punto da essere servite in 7 dei 10 migliori ristoranti al mondo (comunicazione aziendale da verificare).

— Giudizio: bibita perfetta per l’abbinamento con un grande liquore distillato, bevuta liscia pare persino sprecata.
— Packaging:  piccola bottiglia di vetro con elegante etichetta dorata.
— Aspetto Visivo: trasparente con molte bollicine.
— Profumo: leggermente acido.
— Gusto: amaro deciso e secco, dritto all’assaggio.
— PREZZO: 1,50 euro (33 cl).
 In breve: soffre la condizione di single, preferisce il mixing

VOTO:  8 e 1/2

#1 Acqua Tonica di Chinotto – Lurisia

lurisia acqua tonica

Etichetta: La nostra acqua tonica di chinotto, quello vero del presidio Slow Food di Savona.

Ingredienti: acqua, zucchero di canna, succo di limone, tintura di chinotti freschi di Savona, anidride carbonica, aromi naturali vegetali, chinino cloridrato.

Lurisia acque minerali, Roccaforte Mondovì (Cn), via delle Terme 62. Prodotto e imbottigliato: stabilimento di Boffalora S/T(MI).

ID: Lurisia, che ha tra i soci Oscar Farinetti di Eataly, punta sulla purezza dell’acqua proveniente dalle fonti del cuneese e sul valore degli ingredienti, tra questi alcuni presidi Slow Food. Come dire: cari italiani, anche le bibite gasate possono essere senza coloranti o aromi artificiali.

— Giudizio: dentro c’è il chinotto, non il lime. E si sente.
— Packaging: bottiglia di vetro slanciata, etichetta con grafica chiara e Eataly style.
— Aspetto Visivo:  trasparente con molte bollicine.
— Profumo: molto pronunciato.
— Gusto: l’aroma più complesso, con risvolti amari non esasperati e un finale lievemente dolce.
— PREZZO: 0,95 euro (33 cl).
 In breve: assolutamente splendida.

VOTO:  9-

COSA IMPARIAMO DA QUESTO TEST.
Chi sceglie gli ingredienti migliori vince il test, lapalissiano. Sebbene il gusto amaro rappresenti la peculiarità dell’acqua tonica non c’è appiattimento tra le varie marche, che anzi si distinguono l’una dall’altra per il consumo finale: bevanda  liscia, oppure mixata in qualche cocktail.

Il bouquet degli aromi è meno articolato nelle bevande da supermercato, mentre l’acqua tonica Paoletti è la sola a usare il  sodio benzolato come conservante.

Anche voi utilizzatori di acqua tonica? Mai assaggiate queste marche? Ne avete altre da suggerire? Conoscete Fever Tree?