di Marco giarratana 12 Ottobre 2015
carbonara del futuro

AVVERTENZA: se non tollerate le scurrilità, non aprite i link che trovate in questo post. Se non conoscete il Food Emperor vi siete persi l’ultimo anno e mezzo di cibaglie su YouTube. Svedese-senza-nome-e-senza-volto, nel giro di poco tempo s’è costruito un folto seguito di fan italiani sul web che lo idolatrano. Innamorato della cucina di casa nostra, le sue videoricette sono infatti in italiano (ne ha fatte un paio anche in polacco) con dizione e storpiature che danno colore al racconto: Il Carne, i Patatini, la sciomma (schiuma), la sirincia (siringa). E sì ci sono anche (molte) parolacce. Di rimando i suoi seguaci replicano i piatti e gli inviano le prove d’assaggio, lui si bea del successo e in un video risponde ad alcune domande ricevute su Reddit.

Di primo acchito può sembrare una macchietta o un emerito imbecille, ma basta andare oltre il personaggio per capire che non è così. Food Emperor ha solide conoscenze tecniche, i suoi piatti sono articolati e pieni di passaggi, anche complessi.

Utilizza la bassa temperatura per un salmone fighetto, usa il sottovuoto per la bisteccona e il termometro col sondino per ottenere una torta di mele cotta a puntino. Fa la pizza preparando il lievito madre con tanto di narrazione cantata e non usa nulla di pronto: brodi, creme, perfino i savoiardi sono home made.

Le ricette che lo hanno consacrato? Il pollo con una lattina di birra inserita proprio-lì (ma c’è un motivo che va oltre il comico: il vapore della birra resta dentro il pollo ammorbidendone la carne e la Carbonara del Futuro, autentica eresia per i puristi dato che trabocca di panna e cipolla. Le riprese sono fatte a casa sua da amici che ripaga con ciò che cucina.

Food Emperor ha tecnica, creatività e ironia, tutte doti necessarie per un fenomeno, che non sia per forza da baraccone.

E, immune alle critiche e agli insulti, non teme di affermare che secondo lui gli italiani non sono conservatori della cucina nazionale bensì di quella della propria mamma e che i francesi non capiscono un cazzo ma sanno fare il “cibo complicato”.

Avrà torto?

[Crediti | Link: Facebook, Dissapore, YouTube]