di Massimo Bernardi 6 Luglio 2009

La prossima settimana vado in vacanza e vorrei fare rifornimento di birra artigianale italiana. Ma ho seguito poco il fenomeno e non saprei cosa scegliere. Puoi consigliarmi qualche bottiglia meglio se a bassa gradazione alcolica?

Tipopils del Birrificio ItalianoQuesta è la mail di un lettore arrivata sabato alla casella di Dissapore. Il momento magico della birra artigianale italiana prosegue da anni, ci sono oltre 200 microbirrifici e brewpub (locali che producono birra) degni di attenzione.

Le prime bottiglie che mi vengono in mente sono la Blanche de Valerie prodotta dal birrificio Almond ’22 di Pescara. Chiara, più delicata di molte blanche, di gusto speziato per il pizzico di pepe nero aggiunto.

Un’altra è la Tipopils del Birrificio Italiano di Lurago Marinone in provincia di Como. La bionda di Agostino Arioli, uno dei primissimi birrai italiani insieme a Teo Musso di Le Baladin, è una formidabile spegnisete per effetto della bassa fermentazione, fresca e poco alcolica.

Ma come dicevo, le birre artigianali italiane che meritano sono millemila. Mi aiutate a consigliarne ancora?

Immagine: Flickr | Utente: mazar gnu