di Adriano Aiello 19 Agosto 2014
Zecca lone star

Eliminando il caldo, che pare non andare più di moda, recessione o no, agosto presenta sempre le stesse problematiche.

Tipo:
Vacanze caotiche e costose
Le amichevoli estive e il calciomercato
Ristoranti cittadini, fuori dagli avamposti turistici, severamente chiusi
Governi balneari o governi delle convergenze parallele che fanno cose balneari
Indici Istat da depressione immediata
Notizie diversamente importanti e involontariamente comiche

Per esempio: secondo i ricercatori americani della Vanderbilt University, in Tennessee, a provocare (termine che fa pensare a una malattia) il veganesimo sarebbe un morso di una zecca denominata dermacentor variabilis, conosciuta anche come Lone Star.

OK non si scherza con la scienza, ma anche sì visto che negli States, dove il consumo di carne è ancora altamente dominante, sembrano non contemplare l’arbitrio come scelta alimentare.

Quindi chi annovera tra le cause del veganesimo alcuni di questi fattori: il salutismo tritagonadi, la scelta etica, l’amore per i piedi scalzi, il propagandismo edonista, l’apocalisse, un rapporto poco sano con il brasato potrebbe doversi ricredere.

Non è una notizia nuovissima, ma il sistema dei media in agosto, come accennato, segue percorsi lisergici e quelli del Washington Post sono usciti da poco con i risultati di questo studio nato dall’osservazione di una evidente esplosione di veganesimo che sta riguardando la costa orientale degli USA.

Immaginando quali possano essere i fattori scientifici che giustifichino la grande quantità di pizza che mangiano i napoletani, o l’abuso di birra in Sardegna mi addentro nella fredda dimostrazione.

Scopro allora che molte persone una volta, punte dalla simpatica zecca, avrebbero deciso in breve tempo di cambiare radicalmente  le proprie abitudini alimentari, diventando vegane. La causa pare essere la presenza di una tipologia di zucchero, l’Alpha Gal, che è mal tollerato da nostro organismo  e contenuto anche nelle carni bovine.

Ora visto il fanatismo che c’è in giro sul tema non so se devo cominciare a preoccuparmi e temere arrivino squadre di vegani armate di dottrina e zecche, pronte per una simpatica cura Ludovico contro i carnivori. O posso stare tranquillo?

Suvvia, si scherza: è agosto!

Eppure, vedendo Masters of Sex, mi è tornato in mente come ancora negli anni Sessanta si usasse l’elettroshock per provocare una risposta allergica all’istinto omosessuale.

Che faccio: sto panino con la salamella, lo finisco?

[Crediti | Link: Washington Post, Green me]

1