di Olga Mascolo 12 Febbraio 2014
Prosecco

Solo nel 2013 sono stati venduti 241,6 milioni di bottiglie di prosecco. E a noi viene spontanea una domanda: ma quanti litri del nettare di Valdobbiadene si producono all’anno?

Ma non importa quanti siano i litri di prosecco al mondo (o forse questo importa a noi di Dissapore), gli americani ne bevono di più degli italiani.

Negli Stati Uniti si beve più vino italiano di quanto se ne beva in Italia, con una preferenza per le bollicine (in particolare moscato e prosecco). Questo riporta l’Italian Wine and Food Institute da New York. Ma è ovvio: gli americani sono di più degli italiani. Eppure secondo l’Huffington Post che elabora la notizia riportata dall’agenzia Reuters, potrebbe trattarsi di una questione di abitudini alimentari.

Gli italiani non bevono più come trent’anni fa. Non sentono sempre la necessità di bersi un bicchiere di vino a tavola”, dichiara Michele Antonio Fino, professore associato di scienze gastronomiche dell’università di Pollenzo. Impressione confernata: il consumo di vino è tra i più bassi dal 1861. L’anno scorso, nel 2013,  sono stati consumati 40 litri di vino procapite. Negli anni ’70 si beveva il triplo, secondo Assoenologi.

Colpa della crisi o delle rinnovate abitudini alimentari? (e quanti sono i litri di prosecco prodotti all’anno?)

Comunque sono personalmente convinta che se rifacessero la proporzione isolando il Veneto, zona di produzione del prosecco, si ritornerebbe ai fasti degli anni ’70.