di Camilla Micheletti 2 Aprile 2014
Verona - Vinitaly

Vinitaly come Sanremo, nel senso del Festival. Lo critichiamo sempre però anche stavolta, dal 6 a 9 aprile, buona parte di noi sarà a Verona. Per un motivo o per un altro: vedere, farsi vedere, sbronzarsi, incontrare i produttori o semplicemente per raccontarlo. Chi c’è stato sa bene quanto conti il fuori Salone, nel senso di una rilassante serata passata con gli amici nel localino giusto a dimenticarsi calca, risse e pesta-piedi.

A Verona ci sono indirizzi che tutti i buongustai conoscono e altri meno noti, quasi dei segreti ben tenuti. La lista che segue dovrebbe interessare sia gli habitué che girano al largo dai soliti noti, sia chi va al Vinitaly per la prima volta.

VERONA: MANGIARE

Al Calmiere - Verona

Al Calmiere, piazza San Zeno 10

Non si può venire al Vinitaly senza assaggiare l’asino , o il musso, se preferite, che rimanda alle tradizioni contadine della pianura veneta, quando questo animale era presente in tutte le fattorie. Il sugo d’asino si mangia possibilmente con i bigoli, che hanno il loro equivalente tra i secondi, in quanto a tradizione, nel bollito con la salsa pearà, fatta con il midollo di bue e il pane vecchio. In questo ristorante li trovate entrambi. E se vi va bene e fa caldo potrete provare l’emozione di mangiare sotto ai tigli nella bellissima piazza San Zeno.

Tel. 045 8030765. Prezzi 45 euro.

L'Oste Scuro - Verona

L’Oste scuro, vicolo San Silvestro, 10

Dagli esordi che ricalcavano le tipiche brasserie parigine dove si servono cruditè di pesce, l’Oste Scuro si è trasformato in uno dei migliori ristoranti di pesce della città da quelli più pregiati al pesce azzurro. In uno stile semplice composto da travi a vista, oggi si mangiano anche primi come spaghetti capperi e acciughe e il fritto delle venetissime sarde.

Tel. 04559265. Fascia di prezzo 50-100 euro.

Alcova del frate, verona

Alcova del Frate, via Ponte Petra 19

Un locale dall’aspetto caratteristico che in nel mesi estivi può vantare anche un piccolo dehor. Il proprietario,  competente sulla materia prima, sulla qualità e sui vini vi proporrà una selezione di carni, che sono la vocazione del ristorante, formaggi e salumi – da provare il prosciutto d’oca – anche se non può mancare un buon risotto all’Amarone della Valpolicella.

Tel. 0458000653. Prezzi 40 euro.

Menzione d’onore:

Al Pompiere - Verona

Al Pompiere, vicolo Regina d’Ungheria, 5 – Dove vive la tradizione.

Osteria Sottoriva - Verona

Osteria Sottoriva, via Sottoriva, 10 – per staccare la spina

VERONA: GASTRONOMIA

Il negozio del buongusto - Verona

Il negozio del Buongusto, piazza Zara, 24

Se siete davvero stanchi (in questo caso ve lo concediamo, ma non abituatevi) potete concedervi il lusso di mangiare a casa, in albergo o nel residence dove alloggiate. Bene, se non sapete dove andare a sbattere la testa e non volete incorrere in uno dei tanti acchiappa turisti qui vengono preparati piatti tipici veneti e regionali a prezzi ragionevoli.

Tel. 045581073.

VERONA: VOGLIA DI DOLCE

Pasticceria Flego - Verona

Pasticceria Flego, via Stella, 13/A

Ottima sia per la colazione che per una pausa dolce. Tra i cornetti assaggiate quelli alla crema di pistacchio. Da Flego danno sfogo anche alla grande moda del macaron, i loro vantano infatti cinque anni di specializzazione. C’è anche la possibilità di visitare il laboratorio che è in via Flavio Gioia, a pochi passi dalla fiera, o di acquistare simpatiche torte fatte per l’occasione. Ovviamente a forma di grappolo d’uva.

Tel. 0458032471.

Gelateria Zeno - Verona

Gelateria Zeno, piazza San Zeno, 12/A

Questa gelateria si potrebbe dire benedetta. Non per niente è in piazza San Zeno, di fronte alla basilica di San Zeno, che è il Santo Patrono della città. Materie prime reperite dai contadini, casari e viticoltori (ebbene sì, c’è anche il gelato al vino, precisamente al recioto), è la classica gelateria artigianale che ci piace.

Tel. 3386716878.

VERONA: DOVE BERE (E MANGIARE)

Enoteca Segreta - Verona

Enoteca Segreta, vicolo Samaritana 10

Piccolo covo di tranquillità, attenzioni ed eccellenze in centro con una cucina di tradizione e una cantina di circa 300 etichette. Vi riveliamo questo locale dall’atmosfera lounge e i colori caldi a nostro rischio e pericolo: probabilmente i clienti abituali non ce lo perdoneranno.

Tel. 0458015824.

Cafè Carducci - Verona

Caffè Carducci, via Carducci

Salumi, formaggi e prodotti gastronomici di qualità sono il perfetto complemento per una cantina che spazia dalla Valpolicella al resto dell’Italia, strizzando l’occhio alla Francia che è il vero pallino del titolare. Non è raro trovare in mescita vecchie annate e produttori culto. Che se avrete un po’ più di fame potrete accompagnare con un ottimo riso venere con i gamberoni.

Tel. 045 8030604.

Terzo Grado - Verona

Terzo Grado, viale del Lavoro, 32

Nei giorni dedicati al vino può capitare di desiderare ardentemente una birra. Non dovete vergognarvene. Forse è proprio questo uno dei punti forti del birrificio Malol e della sua interfaccia con il pubblico il pub Terzo Grado. Quattro spine, hell, weizen, bock e stout, da accompagnare con carne alla griglia e mega-hamburger.

Tel. 045500289.

DINTORNI DI VERONA: MANGIARE

Trattoria Al ponte

Al Ponte, via Corrobiolo, Sommacampagna (15 km)

Tra Verona e Peschiera del Garda sarete accolti in quest’osteria dall’aspetto semplice e familiare dall’osptalità della famiglia Pedrazzi. La cucina è di tradizione, elaborata con ingredienti genuini. Lasciatevi convincere a provare il luccio in salsa con polenta e la pasta fatta in casa, come i tortelli di zucca. E se riuscite lasciate un posticino anche per l’ossobuco.

Tel 0458960024. Prezzi 35 euro.

Locanda le 4 ciacole

Locanda Le Quattro Ciacole, piazza Vittorio Emanuele, 10, Roverchiara (30 km)

Considerato il posto per eccellenza dove andare a mangiare nei dintorni del Vinitaly, vale lo stesso discorso che abbiamo fatto per l’Enoteca Segreta: gli abituée si offenderanno a morte temendo le orde di invasori. Locanda che porta in tavola lo stile di vita della “Bassa Veronese”, con la ricerca continua di carni particolari e genuine, come il pollame ruspante.

Tel. 0442685115. Prezzi 45 euro.

Saporè - Verona

Saporè, via Ponte 55, San Martino di Buon Albergo (9 km)

Per la pizza della zona che è stata definita la Napoli del Nord dovete fare tappa da Bosco, che si definisce un “pizzaricercatore”. L’evoluzione del suo locale è una di quelle belle storie che ci piace raccontare: da pizzeria d’asporto, a Pizzadarè, con pizze classiche, in teglia e a metro, a Saporè, il locale dove assaggiare le infinite varità più alcuni piatti di cucina.

Tel. 0458781791. Prezzi da 4,50 euro fino a 35 euro per il menù degustazione di diverse tipologie di pizza.

Menzione d’onore:

Ristorante Ciccarelli - Verona

Ciccarelli, via Mantovana 171, Dossobuono (8 km) – Per il bollito con la salsa pearà.

I Tigli - Verona

I Tigli, via Camporosolo 11, San Bonifacio (25 km) – Per la pizza di Simone Padoan

DINTORNI DI VERONA: DOVE BERE (E MANGIARE):

Enoteca della Valpolicella - Verona

Enoteca della Valpolicella, via Osan 45, Fumane (20 km)

Locale elegante in un antico presidio difensivo con tanto di torre medievale risalente al Quattrocento. Si predilige, come suggerisce il nome, il vino della Valpolicella, i cui produttori vi saranno raccontati con passione e grande competenza, quasi come in un romanzo sulle cantine della zona e sui loro protagonisti. Da provare anche la cucina tra cui spiccano piatti come la zuppa di zucca con fegatini e i tagliolini di ragù bianco di fagianella e tacchino.

Tel. 0456839146. Fascia di prezzo 30 – 60 euro.

Signor Vino - Verona

Signorvino, via Spinetti 1, Vallese di Oppeano (20 km)

La novità da provare di Sandro Veronesi, il patron dell’impero Calzedonia. Un locale democratico dove anche i meno esperti di vino posso sentirsi a proprio agio. Qui si possono stappare, infatti, buone bottiglie, classiche e a prezzi accessibili. Nota di merito: acquistare il vino per portarlo a casa o bere in loco ha lo stesso costo.

Tel. 0456984013.

[Crediti | Immagine di copertina – Flickr/Erin. Altre immagini: BKWine, yaya_cornflakes, Darren and Brad, Il Cucchiaio]